Andreazzoli: “I ragazzi sanno quello che devono fare. Lo sceicco? Non ci pensiamo”

0
456

andreazzoli3

GIALLOROSSI.NET – Queste la parole di mister Andreazzoli nella conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Roma:

Cosa ha chiesto alla squadra?
Che non rimanga isolata e di continuare sui presupposti della Juve. Ho parlato ai ragazzi ma sono consapevoli di quello che devono fare.

La società ha detto su twitter che lei rimarrà anche l’anno prossimo. E’ contento?
A dire la verità non era così convinto, è una possibilità. Comunque non è il mio obiettivo, il mio obiettivo è arrivare dove mi sono prefissato.

La squadra ha cambiato mentalità? Le assente di Totti e De Rossi peseranno?
Francesco e Daniele dire che sono importanti è perdere del tempo. La suadra più che puntare sulle individualità punta sul fatto di essere un gruppo. Sa quello che vuole. I pericoli ci sono, negli anni abbiamo alternato sconfitte e vittorie. Il campo è ostico e lo sarà sicuramente

Si è parlato molto dello sceicco. Che idea si è fatto?
Queste sono vicende che a noi non ci riguardano. Sono decisioni della società americana. Noi come As Roma pensiamo a raggiungere gli obiettivi senza farci le domande.

Dopo la vittoria con la Juventus sono cambiate le motivazioni della squadra? Dove può arrivare la Roma?
“Non ne abbiamo parlato, è inutile fare progetti non relativi alla settimana in corso. Certo è che una gara e un risultato come quelli di sabato ti danno convinzioni, ma se il risultato lo acquisisci nel modo in cui lo hai acquisito ha maggior valore, le motivazioni rimangono le solite ma le convinzioni mutano e questo ti fa lavorare meglio”.

Come vivono i loro momenti Stekelenburg e Goicoechea?
“Stekelenburg è felice, ma devo dire la stessa cosa degli altri due portieri. Sia Lobont che Goicoechea lavorano come sempre con molta partecipazione e attenzione. Su Goicoechea vorrei spendere due parole: gli ho parlato ed è sereno perché ha sempre fatto il suo dovere, anche dopo partite negative, perché sapeva di aver lavorato bene e questo gli fa onore. Ha la coscienza a posto perché ha lavorato benissimo e ha commesso un errore particolare, ma è un errore come quelli commessi decine di volte da compagni in altre zone di campo”.

A Bergamo si preannuncia un campo pesante. Peserà questo fattore nelle scelte? Chi sarà il rigorista?
“Al rigorista non avevo ancora pensato, è una domanda che mi porrò e lo decideremo prima della partita. Quella del campo pesante è una considerazione che farò, il terreno è stato rizollato e non si sa se ci sarà la neve. E’ una considerazione che faccio”.

Come ha trovato Balzaretti questa settimana?
“L’ho visto benissimo, come tutti i suoi compagni. Stamani andavano frenati, non stimolati, tutti quanti”.

Come sta vedendo Florenzi e Tachtsidis?
“Li sto vedendo benissimo entrambi. Diventa un problema di scelte, in questo momento sono penalizzati come altri, ai quali non riesco e non riuscirò a dare soddisfazioni. Sarebbero meritevoli di spazio e ribalta”.

Teme un calo di concentrazione?
“No, assolutamente”.

Nico Lopez e Dodò come stanno?
Quando è tornato dal Sudamerica non stava benissimo, negli ultimi due giorni si è allenato alla grande. Bene Dodò perché ha risolto il problema alla schiena. I problemi vecchi al ginocchio sono in via di risoluzione e ore bisogna riprendere il giusto ritmo.

 

Articolo precedenteI convocati di Atalanta-Roma
Articolo successivoMarra: “Comunicazione non chiara. Si deve uscire dall’incertezza sul futuro della Roma”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome