ANDREAZZOLI: “Pjanic non sta bene, non credo ce la farà. Sarà la gara di Destro”

0
25

andreazzoli

GIALLOROSSI.NET – Il tecnico della Roma Aurelio Andreazzoli ha parlato a Roma Channel alla vigilia della semifinale di Coppa Italia che andrà in scena domani sera a San Siro, con calcio d’inizio alle ore 20:45. Queste le sue parole:

Come sta la squadra? Vi siete potuti preparare al meglio a Novarello.

Ringrazio chi ci ha ospitato, l’accoglienza è stata eccellente. Non siamo dovuti rientrare, qui siamo a 40 minuti da Milano e tutto è più agevole.

De Rossi e Pjanic sotto osservazione, come stanno?

Pjanic non sta bene, non credo farà parte del gruppo. De Rossi, chiaramente, arriva da 7-8 giorni in cui ha fatto pochissimo. Saremmo gia contenti di averlo a disposizione.

L’Inter ha tanti problemi e assenze.

In questo periodo della stagione non c’è una squadra che non ha questo problema. Giocheremo contro 11 giocatori motivati. L’ambiente dell’Inter ha risposto benissimo, ma confidiamo anche nel nostro, che ci aiuterà come sempre. Ma non penserei alle assenze e penserei più alla gara , che ha un valore assoluto.

Come sta prepaprando la partita sul profilo tattico?

Come facciamo sempre, ci concentriamo molto sull’avversario. Sappiamo le peculiarità dell’Inter, cercheremo di trovarne le contromisure.

Cosa la preoccupa più dell’Inter? La personalità e l’esperienza?

Anche noi abbiamo calciatori di esperienza. Sarà una gara che sarà un giusto mix tra esperienza, gioventù e voglia di fare.

Cambierà modulo?

Preferirei avere un modulo di riferimento. A volte però la scelta dipende da tanti fattori: la possibilità di schierare i giocatori che si hanno a disposizione, la capacità dell’avversario… Il calcio è fatto di tante componenti e particolarità che hai vantaggio se porti dalla tua parte.

Destro, come sta?

Ce lo siamo lasciati a riposo a Torino, gli abbiamo dato 3-4 giorni di preparazioni in più. Gli abbiamo dato la possibilità di avere più sicurezza e meno carico fisico. Domani sera sarà la sua gara, per il rientro, il suo passato e per l’importanza della gara, avrà la possibilità di esprimere le sue qualità

La partita più importante della stagione?

Lo era anche Palermo, in quel momento. Come tutte le gare che si affrontano. La partita di Torino ha dimostrato di essere importante, domani ci presentiamo con una classifica e motivazioni diverse. Ma domani ci giocheremo un opportunità importante.

Per te, che partità sarà?

Una partita normale, che va disputata al meglio. La possibilità di andare in finale è una cosa alla quale non sono abiutato e che mi piacerebbe provare.

Domenica tifosi della Roma in trasferta in massa, li avremo anche domani. 

E’ sempre un piacere avere il nostro pubblico. Spero che sia intanto una bella serata di sport, e che veda il nostro pubblico felice, magari con i nostri giocatori festanti sotto la curva. E’ quello che ci auguriamo.

Lazio raggiunta in classifica…

Il conforto della classifica è importante. Non abbiamo ancora fatto nulla, fino all’ultima giornata la classifica è parziale. Non ci facciamo influenzare, la vogliamo migliorare. Dobbiamo sfruttare la situazione. Vorrei che fosse dato riscontro a questa classifica parziale che stiamo disputanto. E’ la classifica di un gruppo, di un percorso nuovo, e ci vede in ottima posizione.

Ieri le immagini orribili da Boston. Il tuo pensiero vedendo quelle immagini?

Non c’è un atto vile come quello di terrorismo. Se viene fatto un atto vile in occasione di una giornata di sport e di felicità, con famiglie intere presenti, è difficile trovare aggettivi. Ti dà un’amarezza e un’insicurezza sul futuro di ognuno di noi. Soffro per loro. Credo sia difficile anche pensare come essere combattutto. Quando uno è vile in questa maniera è difficile da scoprire.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome