Andreazzoli sta preparando una Roma baby

0
269

andreazzoli

CORSPORT (R. BOCCARDELLI) – Mentre già infuria il toto-allenatore in vista della prossima stagione, Aurelio Andreazzoli ha ben altro a cui pensare. Ad esempio se confermare in blocco la squadra che ha battuto la Juventus (con la sola sostituzione di Totti e De Rossi con due che facciano lo stesso ruolo) o se invece regolarsi più su come gioca l’Atalanta, in modo molto diverso dalla Juve, e dunque schierare la squadra di conseguenza.

SQUADRA GIOVANE – Una cosa è certa, sicuramente l’assenza pesante dei due capitani, abbasserà non di poco l’età media di una squadra già abbastanza giovane. Se per Totti e De Rossi dovessero subentrare come sembra Florenzi e Bradley, complessivamente la Roma scenderebbe in campo con un’età media di 24,64 anni, con Stekelenburg e Burdisso i più anziani e l’imbattibile Marquinhos (quanto a gioventù, con i suoi soli 18 anni) il più piccolo. Lamela, Florenzi e Pjanic gli altri che abbassano notevolmente la media.
RIPRESA – Ieri la squadra si è ritrovata a Trigoria dopo l’impresa di sabato con la Juve. Facce ovviamente più sollevate, nessun segno di contestazione e un solo striscione che recitava “Avanti Così” sui muri del Bernardini. (…) Dunque Andreazzoli avrà voglia di voltare subito pagina e di rimettere nella testa dei giocatori la stessa voglia che ha avuto ragione della Signora. Perchè a Bergamo i giallorossi troveranno il solito clima da battaglia (…) e forse anche un campo molto pesante. (…)

SCELTE – Assente Totti, a casa con la febbre. Assenti Castan e Destro, infortunati, lavoro differenziato in campo per Dodò che sta smaltendo il mal di schiena della settimana scorsa. Allenamento breve, circa un’ora e mezza. In campo, poi in palestra e poi ancora in campo. Davanti ad Andreazzoli scelte strategiche e di uomini che coinvolgono due ruoli. Intanto la sostituzione di De Rossi. Ragionando secondo Roma-Juve, basterebbe l’innesto di Bradley al fianco di Pjanic per non sconvolgere l’equilibrio di un centrocampo che con la Juve ha fatto molto bene. Quanto all’insostituibile Totti, la scelta potrebbe cadere su Florenzi nella duplice veste di trequartista incursore ma anche di primo aiuto al centrocampo. Giocando sul centro-sinistra il ragazzo di Acilia potrebbe dare una grossa mano anche all’esterno sinistro, in questo caso Marquinho. Ma c’è anche il caso che proprio il brasiliano venga schierato nei due dietro Osvaldo, con l’innesto di Balzaretti sulla fascia. Difficile invece pensare ad un Lamela dietro due punte(…). Così come sembra difficile che Andreazzoli riporti Pjanic sulla linea degli attaccanti dopo l’otttima prova del bosniaco in mezzo al campo contro la Juventus.(

Articolo precedenteRoma, da Marquinhos a Pjanic: l’Europa vuole i talenti giallorossi
Articolo successivoLo sceicco giordano socio di Pallotta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome