Calciomercato Roma, resta incerto il futuro di Sanabria: le ultime

0
431

antonio-sanabria

CALCIOMERCATO AS ROMA (ILCATENACCIO.ES)E’ ancora nebuloso il futuro di Antonio Sanabria, talento paraguaiano seguito da Roma e Arsenal.   La telenovela del mercato invernale acquisisce ogni giorno nuovi particolari, con il Barcellona che rimane in attesa di conoscere la futura destinazione dell’attaccante paraguaiano. Quattro giorni fa infatti Sanabria ha comunicato alla società blaugrana la propria intenzione di non voler rinnovare il contratto in scadenza nel giugno 2015, rifiutando così la proposta di prolungamento per altri tre anni avanzata dal ds Zubizarreta.

A questo punto resta da capire soltanto quale sarà la futura destinazione di Sanabria. Nelle ultime ore i tabloid inglesi hanno attribuito al suo procuratore Raúl Verdú un presunto vantaggio della Roma nella corsa al giocatore. Dall’entourage di Sanabria trapela però esattamente il contrario. Verdú fa sapere che “i contatti con la Roma sono fermi a 3 settimane fa”. Da allora la società capitolina non si è fatta più viva con il procuratore del paraguaiano. C’è poi un impedimento di carattere burocratico non da poco a complicare la trattativa, perlomeno nell’immediato: Sanabria è un giocatore extracomunitario e i giallorossi in questa stagione non potrebbero tesserarlo.

Proprio per questo l’ipotesi inglese appare al momento più percorribile. Sanabria è tentato dalla possibilità di trasferirsi già ora all’Arsenal,“anche perché lì il suo status non rappresenterebbe un problema” precisa Verdú, in virtù di una norma, the special talent, che garantisce a quei calciatori minorenni che abbiano già disputato un certo numero di partite con la propria nazionale la possibilità di giocare in Inghilterra.

Chiunque vorrà acquistare Sanabria dovrà fare un investimento economico importante. L’istituto della clausola di rescissione esiste solo in Spagna e non vale all’estero. O meglio, in questo secondo caso devono essere le stesse società straniere e non il giocatore a versare i soldi della clausola nelle casse della Lega calcio, dovendo pagare però un aggravio tributario del 43% sul costo (IRPF). La scorsa estate ad esempio il Bayern Monaco preferì mettersi d’accordo con il Barcellona pagando per Thiago Alcantara un po’ di più dei 18 milioni previsti dalla clausola, ma meno comunque di quanto avrebbe dovuto sborsare con le tasse.

Il giocatore si è preso alcuni giorni per riflettere e decidere con calma la nuova squadra. L’entourage di Sanabria non esclude nessuna ipotesi, neppure un ritorno di fiamma con la Roma o l’inserimento di un’altra società. Manchester City, Liverpool e soprattutto Chelsea rimangono alla finestra, ma l’Arsenal appare pronta a tutto per acquistare uno dei giocatori più promettenti della cantera blaugrana.

Articolo precedenteQUI TRIGORIA – Totti ok, ma Garcia prova Ljajic. De Rossi fa differenziato, out Balzaretti
Articolo successivoMilan – Roma, l’arbitro è Rocchi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome