Capitano, non siamo degni di te

2
1085

roma-juventus3

GIALLOROSSI.NET – In quel destro di incredibile potenza che Francesco Totti ha scagliato verso l’impotente Buffon c’era tutta la rabbia del Capitano. Una sassata micidiale, che racchiude gran parte del repertorio di un campione immenso: classe, potenza, precisione, tecnica.

Un bolide che, a velocità normale, si fa fatica a seguire con gli occhi. Niente cucchiai stavolta, ma è una sola cannonata. Dentro quel missile c’è tutta la voglia del nostro Capitano di far uscire la sua, e nostra, amata Roma dalla crisi profonda.

E poi, quando la palla si insacca in rete, il boato dell’Olimpico. La corsa di Totti, la sua gioia immensa,  quel sorriso, tutti i compagni che corrono ad abbracciarlo. Momenti come questi riconciliano con il calcio, e in particolar modo con una Roma che aveva smesso da un po’ di tempo a questa parte di regalarci quelle emozioni forti che solo lei è in grado di suscitare.

Ieri, dopo quel bolide di Francesco, in testa rimbombava un solo unico pensiero: Capitano, non siam degni di te. Perchè davanti alla tua immensità, perfino il nostro smisurato amore per te sembra troppo poco.

Articolo precedentePjanic raggiante: “”Questa vittoria è per i tifosi”
Articolo successivoRoma-Juventus, le pagelle dei quotidiani

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome