Cento milioni per la Roma

0
266

dirigenti4

CORSPORT (P. TORRI) – Silenzio. Ma stavolta non c’è nessuno spot di un marchio di pasta a parlare. Semmai è il brand Roma calcio a farlo. Che, ieri, non è che abbia brindato a champagne quando ha letto le anticipazioni sul possibile, probabile ingresso di un socio arabo nel pacchetto societario giallorosso. Nel senso che sia il presidente James Pallotta, sia il socio che verrà avrebbero preferito (eufemismo) che la trattativa potesse concludersi nel riserbo assoluto. (…)

CONFERMA – (…) Il silenzio della Roma, poi, è ancora più assenso se si pensa che la società giallorossa è quotata in Borsa e, quindi, di fronte a eventuali notizie false ha il dovere di intervenire smentendole. Non è successo dopo la chiusura della Borsa, tanto meno è accaduto, come nel caso sarebbe stato più giusto, prima dell’apertura. E, per quello che siamo riusciti a sapere, almeno fino al tardo pomeriggio di ieri, neppure la Consob, l’organo di controllo di piazza Affari, si era fatta viva dalle parti di Trigoria (ma questo non vuole dire che non lo faccia nelle prossime ore o nei prossimi giorni).

 INVESTIMENTO – Insomma, tutto fa ritenere che le anticipazioni abbiano colto nel segno. Del resto da quanto tempo si parla del possibile ingresso di un socio strategico nel pacchetto di maggioranza del club giallorosso? A Trigoria questa eventualità non è mai stata negata da nessuno. Allora quando succederà? Se le anticipazioni non avranno il potere di bloccare tutto (ma francamente non ne capiremmo il motivo), la novità si materializzerà in tempi brevi. Mister X che ieri qualcuno segnalava a Milano, è pronto ad affiancare mister Pallotta con un investimento iniziale di circa cento milioni, cifra che garantirebbe la possibilità di un nuovo (previsto) aumento di capitale assai superiore ai trenta milioni già preventivati. Mister X, del resto, sembra assolutamente intenzionato a entrare nella Roma e a fare le cose in grande. (…)

 MISTER X – Ma questa X chi mai nasconde? Potete facilmente immaginare come ieri si siano scatenate le ipotesi più fantasiose. C’è stato il toto mister X e quello che sembra avere l’identikit che potrebbe essere giusto, è lo sceicco Shtewi Sheikh Adnan Adel Aref Qaddumi. E, pure qui, potete nuovamente immaginare quante ricerche abbiamo fatto sfruttando quell’incredibile opportunità che è la Rete. Bene, l’unica cosa che viene fuori a proposito dello sceicco è che nel marzo del 2010 ha pubblicato un libro «Focus Orient» che abbiamo pure provato a comprare ma almeno al momento non è disponibile. Facendo una ricerca con solo i nomi Adnan Qaddumi, qualche cosa in più viene fuori. Ovvero che lo sceicco è di nazionalità giordana, ha origini palestinesi, è proprietario di due società petrolifere, una in Canada, un’altra qui da noi e che da venticinque anni vive in Italia. A Roma. Ci sarebbe anche un secondo nome che ieri è circolato con un po’ di insistenza: è quello di Hasan Abdullah Ismaik, nato in Kuwait nel 1976, ma di nazionalità giordana (…)

Articolo precedenteTOTTI: “Mi toccherà segnare un altro gol come quello. Siete unici”
Articolo successivoRoma, con lo stadio arriva lo sceicco: 50 milioni in dote

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome