Cessione Roma, l’interesse del gruppo sudamericano tra conferme e scetticismo

25
5145

AS ROMA NEWS ULTIME – Qualcosa si muove dal sudamerica. L’interesse di un fantomatico gruppo con base in Uruguay nei confronti della Roma pare essere è concreto. Ma è ancora molto poco chiaro chi ci sia dietro questo fondo che ha manifestato interesse nei confronti del club.

Già mesi fa, viene raccontato questa mattina dai microfoni di Tele Radio Stereo, sono arrivate notizie di intermediari che, tra Brasile, Argentina, Uruguay, stavano prendendo notizie sulla situazione della Roma. E negli ultimi giorni alcuni procuratori hanno messo in giro la voce riguardante un’offerta per Edinson Cavani da parte di questo gruppo che ha intenzione di subentrare a Pallotta. Ma in questa vicenda si comincia a sentire una certa puzza di bruciato.

Non sempre i soggetti che si avvicinano a club di calcio si sono poi dimostrati così affidabili. I tifosi della Roma ricorderanno certamente la vicenda Al Qaddumi, passato poi alla storia come lo “sceicco di Perugia”. E andando un po’ più indietro nel tempo come non ricordare la vicenda di Vinicio Fioranelli e Volker Flick, che tentarono la scalata al club finendo poi nel mirino della giustizia. Insomma, è più che lecito andarci con i piedi di piombo.

Il mercato finanziario sa benissimo che la Roma è in vendita: Pallotta tramite la Goldman Sachs ha proposto il dossier in giro per il mondo, finito per vie traverse in diverse mani. Tra le possibili manifestazioni di interessi di gruppi solidi ce ne saranno di sicuro altre poco concrete o di cui diffidare. Per adesso l’unico soggetto che si è fatto ufficialmente avanti è il gruppo Friedkin, che ha addirittura effettuato una due diligence sui conti del club capitolino ma che ora si è messo in posizione di attesa dopo il no di Pallotta alla sua proposta di acquisto.

Giallorossi.net – G. Pinoli

25 Commenti

  1. Se per questo, una menzione la merita anche il Milan: fu acquistato da una cordata a cui faceva capo una sorta di Ricucci cinese, il quale ha finanziato l’acquisto e il rilancio del club con i soldi di un fondo speculativo (Elliott). Sinceramente, diffido molto da cordate del genere, e spero che l’azionista di maggioranza lascerà la Roma in mani quantomeno affidabile. Poi vabbè, ricordo sempre che chi vuole acquistare il club, dovrà far recapitare un’offerta da almeno 600 milioni cash, non proprio bruscolini.

    • Marco,
      l’affare Milan è chiarissimo:
      Silvione doveva far rientrare qualche centinaro di milioni da qualche paradiso fiscale.
      Inoltre, aveva deciso che questi soldi voleva dilapidarli non più dietro a simil Papin e Maldini,
      ma con una svolta animalista alla salvaguardia della femmina dell’Apodemus sylvaticus,
      conosciuta altrimenti come TOPA.
      Per cui, grazie alla mediazioni compiaciuta di Elliot, che è sempre stata il vero acquirente fin dall’inizio
      (eh, ma Elliot fa queste cose? Beh, basta dare un’occhiata, questo è lo zucchero direi….),
      ha organizzato una vendita a cifre prive di senso (740ML + 90ML €, comprensivi di 250ML € di debiti, per chi dice che la valutazione della Roma oggi è 50 euri…), tuttavia 350ML furono anticipati dal fondo Elliot
      prendendosi TUTTO IL MILAN (cioè tu ti fai anticipare una cifra che è meno della metà dell’operazione, ma dai in garanzia tutto il cucuzzaro, e certo, ovvio….), che quando l’inesistente Li Yonghong non potè restituire (un anno dopo…. che stratega) fecero scattare il passaggio di proprietà.
      Ora, o questo è un pazzo che s’è bruciato 400ML di € per una zingarata di 12 mesi,
      o quei 400ML di € che sono arrivati al Berlusca extra-Elliot non erano di Li PingPong…
      Facile che fossero di tale Berl Uscong, noto magnate del sol levante, e non solo il sol…

      Quanto alla cordata, ricordo che il mercato apre tra 2 mesi, e pensare che per allora questi siano già i proprietari è una barzelletta.

  2. Solo 2 cose..:

    1. L’intermediario della ( strana ) storia Cavani ha parlato di un ” gruppo nord americano”… che i media da ieri hanno magicamente trasformato in sudamericano, senza avere la minima contezza di ciò di cui parlino.

    2. Trovo stucchevole la storia del ” non ci sono interessi ufficiali” solo perché non resi noti ai media d’informazione, cosa peraltro normalissima in negoziazioni importanti e delicate.

    Saluti

  3. Caro Fiorini proprio nella giornata di ieri abbiamo assistito al via libera sostanziale ai lavori del nuovo impianto che sorgerà a Tor di Valle. Credo che il ns. Club ne trarrà grande giovamento dal punto di vista del proprio valore intrinseco. Il progetto da ritenersi ormai chiavi in mano con studi di fattibilità progettazione ed esecuzione con linee di credito già
    aperte vale intorno ai 360 milioni di euro . Difficile sarà disgiungerlo per un compratore dall’acquisto del Club vero e proprio essendo il vero core business giallorosso. Poi magari mi sbaglio. Questo dovrebbe tenere sicuramente alla larga gruppi o investitori di scarso spessore finanziario .Su questo gruppo sudamericano non mi pronuncio perché si tratta di informazioni molto frammentarie. Quel che è certo è che oggi l’As Roma finalmente suscita molto interesse tra chi vuole investire nel calcio con adeguati ritorni sportivi pubblicitari e di immagine . Quello che il sottoscritto con scarsissimo seguito personale aveva auspicato molti anni fa oggi sta diventando realtà concreta. Seguiamo quindi con fiducia tutto ciò che accadrà prossimamente su questo versante e tutte le ricadute positive che ne deriveranno per la Società. Intanto per questa sera seguiamo in campo i ns.ragazzi in campo contro il Parma sperando che si muovano in piena sincronia con quel benefico fervore imprenditoriale che pare esserci intorno a viale Tolstoj…

    • A parte il fatto che l’articolo è a firma Pinoli e non Fiorini, ma dove lo vedi il “progetto chiavi in mano”?
      L’unico progetto tangibile è il tuo “progetto disinformazione”. Il “benefico fervore imprenditoriale”… ma facci il piacere…

    • Io lo chiamerei “progetto chiavi in faccia”, a dire il vero. Comunque le tue imitazioni dei trinariciuti pallottesi mi fanno tagliare dal gran ridere, ormai sei un’attrazione, su questo forum.

    • Tranquillo Robbo, va tutto bene….
      Tra poco arriveranno 2 signori vestiti di bianco, tu stai tranquillo… Ti fanno la punturina…. Ti fanno infilare una camicia che si abbottono al contrario… Tu stai tranquillo va tutto bene Pallotta é il più grande finanziere del mondo, costruiamo il Maracana a Tor di Valle, la Nostra amata Roma capitalizzare 3 miliardi e cha biamo una bacheca che pure il Realmadrid ce la invidia…

    • Spett.le Robbo con il dovuto rispetto anche perché parliamo di pallone ma sembra che tu viva nel mondo dei sogni e la realtà tristissima della nostra Roma sia un qualcosa che non ti riguarda, per te va sempre tutto a meraviglia in campo e fuori ,apprezzo l educazione e il saper esprimersi correttamente ma magari prova anche tu a incazzarti un po’ sennò diventi una macchietta,un sentito Forza Roma

  4. arieccolo che prova a imita’ Celentano… stavolta canta pure svalutation, così resta in tema con quello che ha fatto alla nostra Roma…

  5. @@@ “fantomatico gruppo”
    @@ “lo sceicco di Perugia”
    @ ohhhhhh, qui si sta parlando
    di ROMA!!!

    *** basta con queste notizie da cialtroni!
    ** che la smettano i giornalai di giocare sulla pelle NOSTRA.
    * anche se in questo momento ce la passiamo male, non siamo lo zimbello di nessuno!

    @@@ ogni giorno, spunta qualcosa.
    @@ ma mai niente di certo.
    @ stanno giocando.

    *** la facessero finita.
    ** non sono più credibili (se mai lo siano stati).
    * tanto i giornali, non li compra più nessuno.

    @@@ lasciateci in pace.
    @@ dedicatevi ad altre squadre .
    @ parlate e scrivete solo quando avrete fonti certe sicure e reali.

    FRS

  6. Marcoilpolo è il contabile di Pallotta. Si preoccupa che il suo presidente riceva 600 milioni per una società indebitata, con 0 titoli, destinata a peggiorare conti e risultati e completamente da rifondare sia a livello dirigenziale che calcistico! Non serve solo un acquirente ricco ma pure con l’anello al naso! Più Pallotta rimane proprietario e più si deprezza il valore della società e sempre meno sarà in grado di far fronte alle spese correnti iniziando dalla campagna acquisti e finendo con l’aumento di capitale!

  7. A me già me disgustano acquirenti nord americani, figurete i sudamericani, che c’hanno la fame che li rincorono co la motosega…se nun vedo russi, cinesi,arabi,emiratini, qatarioti nun sarò contento. Dall’America solo Jeff Bezos e Bill Gates, i Pallotta, Commisso, Saputo e compagnia se ne possono pure annà a fanciullo…

  8. Ciao…
    Io continuo a dire che a mio modesto parere l’indicatore dell’esistenza o meno di una trattativa in corso é data (essendo la Roma quotata in borsa) dal volume degli scambi azionari del titolo in questione è dalle oscillazioni di prezzo dello stesso (non perché il fantomatico acquirente rastrellare i titoli della società che vuole comprare ma perché i ben informati farebbero scalping) é sinceramente tali indicatori a tutt’oggi non si vedono.
    Poi cambio discorso, ditemi che quello é un photoshop, vi prego il presidente della mia Roma non può avere quella faccia da Mr. Magoo..
    Sempre forza la Nostra Roma.
    Stasera mettiamoci il cuore.

  9. E adesso non ci sei che tu Gianni Guigou Gianni Guigou che stai giocando in questa Roma mia
    E io che cosa mai darei se giochi come Servidei o peggio ancora Cesar Gomez…
    (cit.)

  10. Io mi do ufficialmente disponibile ad andare a Fiumicino a prendere i nuovi acquirenti… Basta che mi dicano che nome devo scrivere sul cartello.
    Questa telenovela in tutta franchezza ha sxghrakwzunqato i ftwbarlkoggsi, come direbbe l’Alieno Sdraiato nel suo idioma natio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome