Coronavirus, il bollettino del 27 marzo: stabile il numero dei contagi (+4.401), cresce il numero dei morti (969)

27
1460

ALTRE NOTIZIE – Dati stabili in Italia rispetto a ieri nel bollettino emesso oggi, 27 marzo, dalla protezione civile: il numero dei contagiati sale di 4.401 rispetto a ieri, in linea con il dato del 26 marzo (4.492).

Purtroppo è in crescita il numero dei morti (969), anche se 50 di questi sono riferiti a ieri. 589 i guariti. 

ALTRE NOTIZIE – Crescita leggera dei casi di Coronavirus a Roma, che oggi vede salire il numero dei contagiati di 75, mentre nel resto del Lazio i numero sono in leggero calo rispetto alla giornata di ieri.

Il dato della città però è condizionato dal boom dei contagi nelle varie case di riposo: nelle Asl Rm 2 e 3 infatti ci sono stati ben 46 casi di Coronavirus nelle Rsa che incidono pesantemente sul dato complessivo. Nella Asl Rm 1 i numeri sono in calo rispetto a ieri: +12 contro i +21 di ieri. Tiene invece la provincia di Roma: ieri i positivi al tampone erano 52, oggi sono 45.

Nelle altre province del Lazio i numeri di oggi sono leggermente inferiori a quelli di ieri, ma il dato complessivo della Regione è di +199 (contro i 195 di ieri) per il dato in crescita di Roma.

27 Commenti

  1. Mi si stringe il cuore a pensare ai nostri poveri anziani, spesso collocati nelle case di riposo perché nessuno è in grado o ha voglia di badare a loro, come loro hanno badato a noi per decenni. Che mondo ci siamo costruiti?
    Ora che non c’è nessuno che controlla chissà come li stanno gestendo…
    Spero che nessuno di loro si aggravi, so che è dura, ma io lo spero. Se lo meritano.

    • A breve, di questo passo, gli anziani non ci saranno più, il cuore piange, quello che ci siamo costruiti probabilmente c’ha portato il primo conto, dubito sia l’ultimo…chissà quale sarà il conto che la natura ci presenterà.
      Giusto oggi riflettevo sull’ambiente, di cosa ha significato questo stop imposto, su quanto l’inquinamento sarà diminuito…su quanto semo cojoni.

      Momenti, passano.

      buona serata a tutti

    • La riflessione sui temi che citi e su molti altri, compresa l’umana cojonaggine, è imperativa, oramai.
      Se la usiamo in questo modo la scienza non ci salverà.
      Buona serata a te.

    • @Poppy, affermi che le tue riflessioni siano un momento passeggero.

      Permettimi di dirti che invece dovrebbero essere un continuum, rendendole intrinseche a te stesso.
      Dimodochè tu possa non ripetere gli errori che hai valutato. E magari fungere da esempio per chi ti sta attorno.
      Umilmente, saluti.

  2. Ma un kaxxo di giornalista che sia uno che intervistasse Conte ed il ministro Speranza con la dichiarazioni a vista del 27 gennaio non c’è?! Ci rendessero conto in TV anziché continuare a dire puttanate su puttanate. Vergogna!!! Uno schifo dietro l’altro. Maledettiiiiiiiiiiiii! 969 MORTIIII. NOVECENTOSESSANTANOVE MORTIIIIIII!!! E temporeggiando a fare i tamponi…. Non c’è il controllo della situazione, altro che siamo al sicuro da tutto. Mi viene il vomito! Povera gente. Poveri noi! In mano a chi siamo…

    • Quasi diecimila morti in 36 giorni… un ecatombe… una peste fatta passare per “un qualcosa di più dell influenza stagionale”… ECCO a CHI siamo in mano.

  3. Sono un operatore socio sanitario disoccupato da anni perché lo Stato si affida alla mafia di certe cooperative! Lo stato negli ospedali è illegale da anni! Il rapporto operatori/pazienti è illegale! Chiedono alla gente di lavorare senza le misure di sicurezza!!! Ci raccontano che va sempre tutto bene. Non c’è mai stato un kaxxo che andasse bene!!! La Sanità è il primo settore tagliato in stato di recessione, e noi lo siamo da anni. In Campania sono da 10 anni commissariati. Sarà un’ecatombe!!! Ma ci svegliano o nooo! Maledizione! Ma-le-di-zio-ne!!! Come si fa, ma come si fa ad essere così schifosamemte sfacciati! Che ci sia Giustizia Divina almeno, solo questo. Sono davvero sconfortato. Vorrei essere in trincea con tutto me stesso ad aiutare la povera gente, ma mia moglie mi frena: “tutta questa attesa per buttarsi nel fuoco quando già non vediamo i nostri figli da un mese!!! Questa volta no Amore, stai a casa”. Le parole di una moglie e di una madre con le lacrime. Credetemi, piango per tutta sta povera gente. Pietà

    • Posso farti una domanda? Ma non è la Regione che anziché assumere in modo diretto ricorre ai lavoratori delle cooperative (privi di tutele)?
      Volevo capire se hai usato il termine Stato indicando in generale la Pubblica Amministrazione.

    • Roma=Amor,che ti devo dire: ti abbraccio forte con tutto la solidarieta’ possibile che puo’ avere un padre come te.Grazie anche solo per averci pensato.

  4. È tutto “un giochino delle parti”…! Ho pure lavorato 2 anni, ripeto, due anni, con turni ” giorno per giorno, senza sapere se avrei avuto il turno diurno, pomeridiano o notturno… Solo le “disposizioni europee” ci hanno salvato! No so bene a chi competa un certo compito, fatto sta che NON È MAI LA MALATTIA E IL MALATO al centro di tutto ma sempre e solo la ragione aziendale a farla da padrona! Avrei 1000 storie da raccontare, ma non voglio commiserarmi, vorrei solo poter fare il mio lavoro, il cui termometro non me lo da’ una caposala ma il beneficio che rendo ai miei affezionatissimi pazienti. Mai avrei creduto di vivere in un tale incubo, perché parliamo di una professione nata nel 2001 per riorganizzare un sistema baciato, per dare maggior supporto all’equipe medica. Ho smesso i panni di chi elemosina contratti a tempo determinato per rendere degli utili a chi magari hai pure sul kaxxo! Quando ho realizzato che i tuoi sforzi sono per chi realmente abbisogna, per chi basta una carezza o, a volte, un semplice sorriso, mi son visto FELICE! Ed ho trovato la mia strada, dopo 7 anni di volontariato. Ma la nostra itaglia ci mette sempre fronte ad un disagio: vorrei ma non posso! E continuiamo a soffrire, pazienti e paramedici… E nei piani alti, fanno finta di non sapere. Questa per me è la vera “mafia italiana”!!! Chissà se tutto ciò ha un disegno divino, chissà.. Speriamo. Un saluto ai miei cari romanisti, un abbraccio ed una carezza a chi soffre, ed un forza ragazzi. A me passerà, facciamo succeda anche a voi. FORZA!

    • Roma – Amor ho letto attentamente ciò che hai scritto e ho inteso tra le righe che tutto ciò lo hai espresso col cuore e con tanta rabbia. Sappiamo’ tutti che c’è sempre stato e sempre ci sarà un sistema marcio fatto di uomini senza scrupoli ne pietà. Possiamo fare ben poco se non indignarci ma sono sicuro che ognuno di loro prima o poi pagherà il conto. Sono separato e ho una figlia nelle Marche che non vedo da 4 mesi…spero di poterla riabbracciare presto e poterle far capire quanto tengo a lei. Coraggio tutto questo dovrà finire…un abbraccio

    • Roma=Amor, hai descritto alla perfezione come funzionano le cose in uno stato di oligarchia capitalista.
      Il tuo rammarico è anche il mio.

  5. I dati sono sconfortanti, quanto tutta l’intera situazione.

    E nelle aree ad alta densità di infezione (attualmente la Lombardia) la crescita dei nuovi casi sta saturando la capacità di risposta: occorre che la diffusione rallenti.

    Da un lato bisognerà tamponare (alla svelta) tutte le persone a contatto con il pubblico (Sanitari, Forze di Polizia, Persone coinvolte nel trasporto dei malati, Addetti alle attività commerciali aperte etc) ed isolare i casi positivi.

    E dall’altro che tutti gli altri se ne stiano chiusi in casa e rispettino le indicazioni ricevute. Perché non credo che esista una Nazione al Mondo che potrebbe affrontare con successo un contagio di massa con questo Virus.

  6. Ritorniamo sempre al punto di partenza.
    PERCHE ‘?
    PERCHE?
    All’inizio di febbraio dovevano che faceva più morti l’influenza tradizionale?
    Conte, Zingaretti, Galli, e tanti altri, vip, giornalisti, etc.PERCHE? Solo per un errata valutazione? Ma chi ci crede?
    PERCHE ‘fino al 08 marzo ci ha nn permesso di fare i azzi nostri.?
    Stesa cosa fatta negli altri Stati.
    Tutto fatto apposta.
    E’un viirus di laboratorio. Sicuro.
    Ma ci dicessero la verità.
    Come e’fatto veramente?
    Quanti morti dobbiamo piangere ancora?

    • Fra ascari e complotti oggi stai dando il meglio. Se non credi a quello che ti dicono come dovresti riconoscerla la verità?

      Ah già, tu la sai….il laboratorio…

  7. Ciò che maggiormente mi affligge è l’inversione di tendenza dei decessi rispetto ai guariti.
    Fino a qualche giorno fa era più alto il numero dei guariti… ora il numero totale dei decessi rischia di sorpassare quello delle persone che fino ad oggi sono uscite da questo dramma.

    Un caso altrettanto allarmante è quello verificatosi oggi in Francia.
    Vicino Parigi, è morta una quindicenne che, prima di essere contagiata dal coronavirus, risultava in un buono stato di salute!

    E’ un problema demografico? Siamo troppi su questo pianeta? Perché sta accadendo tutto questo… e soprattutto ad una dannatissima velocità?

    • Il dato dei decessi in aumento può avere varie spiegazioni e non necessariamente essere un trend.
      Può essere anche solo casuale.
      O può essere anche un problema di conteggi: certe regioni possono aver dato oggi numeri relativi alla giornata di ieri.
      C’è poi il discorso delle case di riposo che rischiano di essere delle polveriere con pazienti che spesso non vengono centralizzati ma trattati sul posto senza supporto intensivo: inutile aggiungere che spesso tali pazienti non riescono a superare l’infezione e questo può avvenire piuttosto velocemente.
      E poi consideriamo il fatto che molti decessi sono l’onda lunga di contagi avvenuti settimane fa, di pazienti intubati che nonostante gli sforzi dei sanitari si arrendono col tempo alla malattia.
      Detto questo i dati di una giornata non fanno testo. Bisogna vedere i trend.
      Inoltre il contagio in Italia è avvenuto con modalità diverse in tempi diversi e quindi sarebbe più logico ragionare su dati regionali.
      Ora la preoccupazione maggiore come affermato dal Dr Galli è Milano.
      Un’altro problema può essere poi il conteggio dei positivi.
      Vengono conteggiati solo i nuovi positivi o nel conteggio finiscono anche i controlli che vengono fatti a distanza di tempo sui COVID + in attesa che il tampone si negativizzi?

    • Milano, come dici giustamente, Vegemite, è una vera polveriera.
      Atalanta – Valencia al San Siro è stata la goccia che rischierà di far traboccare il vaso già colmo a causa dei tantissimi pendolari che vivendo nell’interland milanese si ammucchiavano nei treni locali e nelle metropolitane fino a 3 settimane fa…
      Speriamo di uscirne presto.

  8. ma con i soldi l’europa, l’italia, che ce devono fa’ ? se nun se usano adesso, ma quanno ca**o se devono usa’ ? pe sarva le banche, però va bene…va bene puro er prelievo forzato sur conto corente…e pensa’ che stamo ancora a paga’ li buffi dell ‘invasione in Libia…dicono…poi, i coronabond…e sto virus ? nun pija un politico manco de striscio…mah…nel Lazio nelle case de riposo e dae sore…poi moreno puro quelli senza problemi fisici, però…quasi 10000 morti…nun ce credo, nun po’esse…sto maledetto male, ha puro fatto usci’ n’antra verità : er gioco der carcio è morto…morto ner suo spirito, drentro o spirito de ognuno de noi dopo l’urtimi teatrini, se gioca, nun se gioca, milionari che nun vonno rinuncia allo stipendio come dignitosamente fa na persona normale a sto momento…sai che te dico…ma stica**i…però stamose zitti, famose di’ che le vongole nun devono esse più de 2cm e mezzo, che l’olivi nostri c’hanno la xilella che producemo troppi litri de latte e troppi aranci…e soprattutto che questa era na semplice influenza.
    Forza e coraggio

  9. Ho capito Roma=Amor. Volevo solo capire e far capire dove sono collocati “i piani alti” in questo ambito.
    Ho letto di governatori che, prima di avere UN SOLO caso, hanno messo le mani avanti dichiarando di essere impreparati; maledetta riforma del titolo quinto!

    Grazie

    • Non voglio dare spiegazioni ad eventi troppo in alto per noi, o dare la croce a conte. In questo momento provo solo tanta tristezza. Tutte questa gente morta, cominciano ad esserci parenti di amici, conoscenti… Come una marea nera sta salendo sempre più, questo maledetto virus. Dobbiamo essere uniti e forti insieme più che mai. Se penso che trump vuole riaprire le attività, o a come minimizzava i rischi jonson, o a come prendevano per il culo i francesi con la pizza corona, capisco che alla stupidità umana non c’è mai fine.

  10. Grazie a tutti per la considerazione. Non rispondo immediatamente perché cerco più distrazioni del solito in questo periodo. Ma prego che la vostra attenzione non sia mai per me, ma x i problemi che ci circondano. Domandiamoci perché, come mai, se giova a chi o a cosa questo virus, che, naturale o artificiale, comunque determina situazioni, cambiamenti, vantaggi e svantaggi. Io, personalmente, credo più all’ipotesi naturale, ma sono sempre più convinto, che tal fenomeno venga “usato”, “pilotato”, “orientato”, “sfruttato”! Ed il tempismo degli interventi effettuati e non effettuati è altamente sospetto. Non ho mai augurato il male a nessuno, ma QUALCUNO si meriterebbe ” un viaggio all’inferno e ritorno “, per capire meglio, cagarsi sotto, vergognarsi, chiedere scusa, e tornare per essere un uomo migliore. Forza, Forza, Forza.

    • Non è che oggi improvvisamente scopriamo che qualcuno si arricchisce con le catastrofi, che fa soldi su morte e distruzione. Dalla notte dei tempi ci sono categorie che prosperano con le guerre, le carestie, e qualsiasi altra forma di peste. Chi produce armi deve tout court augurarsi che ci sia sempre una ragione per usarle. E certamente conducono attività lobbystiche affinché ciò accada.
      Per cui, certamente, c’è chi sta traendo i suoi vantaggi da questa pandemia. Che cerca di “usare”, “pilotare”, “orientare”, “sfruttare”. Ma in generale, è molto più semplice controllare calamità prettamente umane, quali guerre e carestie. Perché si può sempre decidere più o meno facilmente quando è il momento di dire stop.
      Molto più complicato farlo con un virus invisibile, che può ritorcersi anche contro chi apparentemente se ne giova, e quando meno se lo aspetta.
      Tendo quindi a credere che ritardi, omissioni e tutto il resto, siano stati dettati da incapacità, impreparazione, presunzione. Non riesco a vedere anime nere dietro questa tragedia.
      Ti auguro sinceramente il meglio per quanto riguarda la tua situazione.

  11. #Roma=Amor Ti sono vicino (oltre il nickname) per il comprensibile sfogo causato da un malessere interiore e fisico che ci sta attanagliando tutti….nel mio piccolo posso dirti che mia Moglie è Microbiologa, ha lavorato per una prestigiosa Universita’ del centro Italia tanti anni facendo laboratorio e ricerca presso l’ azienda Ospedaliera di riferimento, ma è da qualche anno che non può fare il lavoro per il quale ha studiato, perchè a suo tempo qualcuno decise che bisognava cambiare tutto….tagliare….risultato….competenze qualificate allontanate, scrivanie riempite e ricambio del personale con qualifiche e capacità inferiori….i tamponi per verificare il Covid non sono stati effettuati a tutti perchè le capacità dei laboratori di processarli era già al limite…….speriamo che i nuovi test veloci ci permettano di scovare anche gli “Asintomatici”, in modo da poterli isolare e bloccare ulteriormente la diffusione del virus. I casi sono lievemente aumentati anche perchè sono stati fatti piu’ tamponi, cmq la curva del contagio si è appiattita e potremmo essere arrivati al picco. Un abbraccio a tutti e continuiamo a resistere con i nostri comportamenti corretti ; il nostro amato sport, purtroppo, adesso passa in secondo piano………

  12. Bellissima iniziativa della Roma: A tutti gli abbonati over 75 consegnati pacchi di pasta, biscotti, riso, farina, zucchero, caffè, sale, tonno, marmellata, riso, acqua, birra e pomodoro.
    Più una colomba, una sciarpa giallorossa e un kit sanitario con 10 mascherine, gel e guanti in plastica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome