ON AIR – CORSI: «Arriva Jianlin? Roma come il PSG», BERSANI: «Troppi condizionali, ci siamo già scottati», RENGA: «Ma chi comanderebbe?», FOCOLARI: «Un uomo così ricco non viene a fare il socio di minoranza»

0
486

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento! 

Piero Torri (Tele Radio Stereo): “ll fotomontaggio di Zanzi apparso sul web e ripreso oggi dal Corriere dello Sport? Non è una scelta mia, e se si dovesse rivelare un autogol ognuno trarrà le sue conclusioni. Io al giornale dico sempre le cose su cui non sono d’accordo, ma conto come il due di coppe quando briscola è spade. Questo gossip imperante fa sempre più schifo e dovrebbe essere lasciata da parte, soprattutto dai giornali”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Oggi il sole 24 Ore parla dell’ingresso nella Roma del socio cinese. Io questa cosa l’avevo svelata a settembre, ma avevo preferito non alimentare le voci per non nuocere alla Roma. Se davvero fosse questo Wang Jianlin, non ce n’è più per nessuno, altro Thohir. La Roma diventerebbe come il Psg. L’unica cosa che non mi convince è il fatto che di solito questi uomini così ricchi non entrano con il 20 o 30%, ma con il 100%. A meno che questo non sia il primo passo per poi sbaragliare tutti”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Il giornalismo cartaceo in Italia è finito. E’ una casta chiusa che mira solo a consolidare le proprie posizioni. Si attaccano e denigrano alcuni personaggi che magari hanno negato un’intervista. Nelle redazioni si fa a botte per scrivere determinati pezzi. L’articolo vergognoso di oggi sul Corriere dello Sport, con un atto di grande vigliaccheria, non è stato firmato. Mi dispiace per il Corriere dello sport che è un giornale storico e con cui sono cresciuto”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Questo Jianlin potrebbe essere il nuovo socio della Roma al posto di Unicredit, probabilmente lo ha trovato la banca. Problemi di convivenza? Io non me lo porrei, potrebbero arrivare tanti di quei soldi da farne una Roma mondiale. Sognare non costa niente”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “L’articolo de Il sole 24 Ore sull’ingresso del nuovo socio? Ci siamo scottati talmente tanto in passato, che quando non ci saranno tutti questi condizionali nell’articolo comincerò a crederci. L’ingresso di nuovi investitori è ben accetto e la Roma questo obiettivo lo sta perseguendo da tempo”

Roberto Renga (Radio Radio): “L’ingresso del socio cinese? E’ una notizia che circola da tempo, ed è uscita di nuovo ieri sera. Wang Jianlin? E’ un uomo ricchissimo grazie alle sale cinematografiche che stanno andando forte in Cina, ma non si sa ancora se è davvero lui. Questa notizia giornalisticamente è molto interessante: cinesi e americani soci in un club come la Roma. Ma chi comanderebbe in quel caso?”.

Furio Focolari (Radio Radio): “Ho letto questa notizia del socio cinese. Ma seecondo voi un multimiliardario perchè dovrebbe entrare nella Roma come socio di minoranza? Vi sembra possibile? Un uomo così ricco se vuole entrare nella Roma, se la prende tutta”.

Franco Melli (Radio Radio): “Speriamo che i cinesi non siano come gli americani. Non è che questa Roma capolista sia frutto di investimenti pazzeschi…”

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport):Francesco Totti merita il pallone d’oro, è difficile trovare degli esempi di longevità calcistica. Non averlo inserito nella lista è una mancanza di rispetto. Liajic ha una grande potenzialità, è andato oltre più rosea aspettativa. A oggi l’affare l’ha fatto la Roma con la cessione di Lamela e l’acquisto del serbo”.

(Continua…)

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Pedullà: «D’Ambrosio alla Roma già da gennaio?»
Articolo successivoRoma, dal dollaro allo yuan: in arrivo un socio cinese

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome