Da Strootman fino a Bradley: la Roma ha un centrocampo Mondiale

0
384

strootman

AS ROMA NOTIZIE (CORSPORT, R. MAIDA) L’impresa di Pjanic è commovente ma non unica nello spogliatoio della Roma. Sono anzi in tanti ad aver già conquistato la qualificazione al Mondiale. E qualcun altro potrebbe aggregarsi alla spedizione grazie agli spareggi e grazie alle convocazioni dei ct.

GLI AZZURRI Sono già sicuri da un mese del loro posto gli italiani: De Rossi, che già è stato protagonista della Confederations Cup in Brasile, e probabilmente Florenzi e Balzaretti che sono entrati nel gruppo dei papabili di Prandelli. Più difficile, anche se non impossibile, la rimonta di Destro, che per riconquistare la Nazionale è chiamato a recuperare in fretta dall’infortunio al ginocchio e a giocare un girone di ritorno fantastico. (…)

L’OSPITE In Brasile potrebbe fare da padrone di casa Maicon, che prima dell’infortunio era tornato nelle grazie del ct Scolari. Ma anche Leandro Castan ha qualche possibilità(…).

 MEDIANI Ma la Roma ha un centrocampo tutto mondiale. Aspettano solo la carta d’imbarco Strootman e Bradley. (…) L’Olanda ha addirittura avuto il miglior rendimento in assoluto tra le squadre europee: nove vittorie e un pareggio, come la Germania, ma con una differenza reti insuperabile (+29). Quanto agli Stati Uniti, hanno facilmente controllato il girone finale della zona Concacaf e nell’ultima partita giocata ieri notte hanno dato anche prova di sportività ribaltando negli ultimi secondi il risultato a Panama (3-2), negando all’ex cagliaritano Dely Valdes (ora ct) la gioia del Mondiale a vantaggio del Messico.

IN CORSA Vicino alla metà è poi l’ivoriano Gervinho, star della Costa d’Avorio che ha battuto 3-1 il Senegal nell’andata dello spareggio africano. Il ritorno si gioca a Dakar il 16 novembre: agli ivoriani basta perdere con un gol di scarto, oppure con due gol di scarto ma segnando almeno due reti. Spera anche Burdisso. Nella stima del ct Sabella, in realtà, visto che l’Argentina è già promossa. Infine, è in ballo il greco Torosidis: ha perso con la Bosnia di Pjanic il duello per il girone G ma può riabilitarsi nei playoff di novembre, nei quali la Grecia partirà come testa di serie.

Articolo precedenteInvasione azzurra: cinquemila tifosi napoletani in arrivo a Roma
Articolo successivoLa partita sì, lo sciopero no. Se anche il sindaco va in tilt

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome