Di Marzio: «Abner è un crac, prospetto più forte al mondo. La Roma è avanti a tutte»

1
499

abner

AS ROMA NEWS (Centro Suono Sport) – L’esperto di mercato Gianluca Di Marzio è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport per parlare della Roma a 360 gradi. Queste le parole del giornalista di Sky:

Ti aspettavi questo impatti di Da Sanctis nella Roma?

Conoscendolo me lo immaginavo. Sapevo della sua voglia di venire alla Roma, nella sua testa aveva capito che c’ìera la possibilità di fare bene. Pensava di poter far bene anche a livello di arricchimento del gruppo, lui sa fare gruppo, è un trascinatore. E’ un ragazzo d’oro, ed è tra uno dei portieri più forti in Italia. Secondo me potrebbe ripensare alla nazionale, e Prandelli credo ci stia pensando.

Il punto debole della Roma?

Ora va tutto benissimo e non si vedono. Bisogna aspettare il primo passo falso per vedere la reazione per capire cosa c’è dentro questa squadra. Quinndi non dal punto di vista tecnico, ma caratteriale. E ora senza Totti vedremo come l’allenatore riuscirà a trovare la soluzione giusta”

Su Borriello.

Borriello ha avuto un ottimo rapporto con Garcia, era convinto di poter far bene nella Roma. Guardate il caso Taddei, era stato proposto a tutti. Ora il Malaga gli ha fatto una proposta, e la Roma ha detto che non se ne parla proprio.

Abner?

La Roma lo segue da parecchio tempo e non mi soprende. Questo è un crac, è il miglior esterno del 96 al mondo, è considerato in prospettiva anche più forte di Roberto Carlos. Ora sta facendo il mondiale under 17 e sta facendo benissimo. La Roma è avanti a tutte, sta trattando con gli agenti, ma ora un po’ tutti i grandi club si stanno muovendo. Il prezzo sta salendo molto, ora vedremo chi se la sentirà. Ce ne vorranno circa otto per prenderlo. La Roma c’è e spera di anticipare tutti.

Petkovic rischia?

C’è qualcosa che no va. Secondo me è più probabile il ritorno di Reja che non l’arrivo di Mihajlovic.

Sabatini all’Inter?

Non mi risulta, penso proprio che resterà alla Roma.

 

Articolo precedenteCapitan adesso. De Rossi: «Qualcuno si è spaventato di noi»
Articolo successivoDe Sanctis ci ripensa: possibile ritorno in Nazionale?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome