E’ una Roma diversa: ora tutti seguono l’allenatore

0
398

rudi-garcia

AS ROMA NOTIZIE (Corsport) –  L’uomo che non segnava mai è anche il ragazzo che correva sempre, forse troppo. Quello che diceva: se corressi di meno forse sarei più lucido sotto la porta. Ieri Alessandro Florenzi è stato lucido. Quando era più difficile esserlo. Davanti a un Parma mai visto da tanto così ordinato, così pungente, così duro ad arrendersi. Ora Florenzi si guarda intorno e vede un panorama affascinante. « La testa della classifica. Vorrei vedere la stessa cosa tra quattro mesi. Cominciamo a giocare sempre come nel secondo tempo. Anche se credo sia solo un caso il fatto che segniamo dopo metà partita. Il punto è che seguiamo l’allenatore, crediamo in lui, vogliamo dare soddisfazioni ai tifosi esattamente come lo vuole lui. Ma guardate che questa Roma non è ancora quella che chiede Garcia. C’è tanto da fare ».

Determinazione, fiducia nel tecnico, voglia di ascoltarlo. Questo, a quanto sembra, fa la differenza tra la vecchia Roma e la nuova.  Questa è voglia di esserci. Anche Miralem Pjanic è un giocatore rinato. Regista, incursore, tutto quel che vi piace. E lui sa esattamente perché. « C’è un’aria davvero diversa in squadra. Altrimenti non saremmo riusciti a rimontare in trasferta. Noi siamo intelligenti, riusciamo a mettere in pratica quel che l’allenatore insegna. E adesso difendiamo tutti insieme. Nessuno viene lasciato solo ».
Persino i difensori si sentono bene in questa Roma. A cominciare da Mehdi Benatia, che ieri sera ha agganciato sporte di palloni. « Non abbiamo ancora fatto niente. Però è vero che ci proteggiamo, che siamo squadra in tutti i sensi, che la squadra ha carattere. Quel che conta davvero è vincere, perché a ogni vittoria capiamo un po’ meglio chi siamo e dove possiamo arrivare. E lo capiscono anche gli avversari ». Mauro Baldissoni, il direttore generale di recente nomina, sa che quello è uno spartiacque vero e per il momento non esulta. Non in pubblico, almeno. « Era chiaro che qualcosa bisognava cambiare. Per questo abbiamo preso molti giocatori, in estate. Non ci aspettavamo di raggiungere tanto in fretta la solidità necessaria. Nessuna illusione, abbiamo appena cominciato ». Sì, ma almeno abbiamo cominciato con gli occhi allegri.
Articolo precedentePARMA – ROMA 1-3, le pagelle dei quotidiani
Articolo successivoAg. Borini: “E’ un giocatore da Roma, sarebbe stato perfetto per Zeman”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome