Garcia «doppia» il passato

0
398

sabatini-garcia

AS ROMA NOTIZIE (IL TEMPO, E. MENGHI) – I numeri della Roma di Garcia fanno ancora più impressione se confrontati con quelli degli ultimi due disastrosi campionati. Luis Enrique e Zeman ci hanno messo il doppio delle giornate per arrivare a quota 24 punti. Se il francese ce l’ha fatta nelle prime otto partite, ne sono servite infatti altre otto allo spagnolo e sette al boemo (26 punti alla quindicesima giornata grazie alla vittoria per 3-1 sul Siena).

Entrambi ci sono arrivati solo a dicembre e due mesi sono davvero tanti in un campionato che ne dura nove. Due anni fa, di questi tempi, la Roma era sesta con solo 11 punti, mentre l’anno scorso era quinta a quota 14. Guardando i gol fatti e quelli subiti, si ha subito un’idea chiara di quanto avessero faticato quelle due formazioni per arrivare ai 24 punti che Garcia ha conquistato grazie alla migliore difesa in Europa (1) e a un attacco micidiale (22).

I giallorossi di Luis Enrique alla sedicesima giornata avevano segnato solo 21 gol, uno in meno con otto gare in più, e avevano preso la bellezza di 19 gol. La Roma di Zeman ne aveva fatti 31, ma subiti 24. Il confronto con il presente non regge. Per fare i punti di Garcia servirebbero Zeman e Luis Enrique insieme. Sabatini era stato profetico: «Rudi rappresenta una sintesi tra i precedenti allenatori». È numericamente vero.

 

Articolo precedenteRoma, Totti ko un mese
Articolo successivoSe la mitraglia di Batigol colpisce ancora

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome