Impallomeni: “Zaniolo farebbe bene a restare alla Roma. Se si sente più forte di quello che è, commette un errore di valutazione”

39
1507

NOTIZIE AS ROMA – Stefano Impallomeni, ex giocatore giallorosso, giornalista e conduttore televisivo ai tempi di Roma TV, ha parlato ai microfoni di Maracanà riguardo alla situazione di Zaniolo. Ecco il suo pensiero:

“La Juventus ha davvero manifestato un interesse chiaro? La Roma è disposta a rinunciare a cuor leggero a un giocatore così? Ci sono troppi dettagli che non sappiamo, oggi ha fatto anche un post particolare il giocatore. E’ in mezzo al guado ora.

Per me farebbe bene a restare alla Roma per un suo percorso. Capisco che vorrebbe più soldi, ma c’è tempo per discuterlo e se va bene è padrone del suo destino. Tutta questa fretta non la vedo ora. Alla Roma è molto più probabile che giochi molte più partite da titolare rispetto alla Juve”.

“Quando Zaniolo arrivò alla Roma dissi che era lui il grande acquisto. C’è uno Zaniolo prima e dopo gli infortuni. E’ un talento eccezionale, un giocatore unico nelle caratteristiche. Dopo un anno così post infortuni ha fatto belle e brutte partite. Io oggi lavorerei a testa bassa e dimostrerei sul campo chi è il vero Zaniolo. Si deve ancora definire. Se vuole andare alla Juventus e si sente più forte di quello che è, commette un errore di valutazione“.

Fonte: Tmw Radio

Articolo precedenteSvilar, parla l’ex allenatore: “Ha tanto potenziale, sono certo che diventerà il numero uno della Roma”
Articolo successivoUFFICIALE: Felix rinnova con la Roma fino al 2026. Il ghanese: “Ora penso solo a migliorare”. Pinto: “Con Mou può crescere tanto”

39 Commenti

    • Il problema del ragazzo è che il suo ego supera di gran lunga la ragione , se solo si facesse un bagno di umiltà in religioso silenzio e lavoro, dimostrando chi è sul campo con costanza e continuità , potrebbe ottenere senza alcun problema tutto cio’ che vuole , soldi e gloria.

    • è vero! ed è quello che in definitiva pensano un po tutti. Il guaio è che purtroppo non è assistito come dovrebbe, penso che la famiglia, piu che gli amici, con il suo procuratore lo stanno spingendo verso una strada sbagliata, a commettere errori di valutazione che poi nella vita si pagano. La Roma ha creduto in lui quando altre societa come inter, Fiorentina, non sapevano che farsene! Lo ha fatto esordire in serie A e in coppa campioni è poco questo????

    • Kla, vero.
      Però torniamo sempre li, alla testa del ragazzo. Fisicamente è imponente, anche se spesso, attorno al 70°, scoppiava (e questo è un dato allarmante). Tecnicamente non è eccezionale, però sa il fatto suo (per dire, come piede, ci sono giocatori alla Roma molto più forti: Pellegrini, Abraham, Cristante, l’ex armeno, Veretout).
      Un calciatore è metà talento e metà testa, altrimenti non si spiega uno come Gattuso come possa aver vinto così tanto.

      Se il ragazzo continuerà a palesare problemi di testa…sarà un incompiuto. Uno dei tanti bravi

    • una cosa ho appreso: l’attuale procuratore di Nicolò per avere la procura ha versato 1 milione di bruscolini alla famiglia. Sarà per questo che ora spinge per il trasferimento del ragazzo?
      Per il resto, quel poco che si conosce su Nicolò lo si apprende unicamente “de relato”, perciò come si può misurare l’ “ego” o esprimere giudizi sul carattere senza avere una conoscenza diretta?
      Ultima cosa: è stato 2 anni fermo, il suo fisico è molto mutato, sta diventando imponente e uno con quella muscolatura (da prima punta) dopo 2 anni di lontananza dal calcio agonistico mi sembra già tanto che, in quel tipo d’impiego, arrivasse al 70′. Tecnicamente non sarà Romario, ma quando fai cose in corsa e in velocità, come fa lui, serve la tecnica altrimenti non riescono… diceva il saggio: “presto e bene non si conviene”!

  1. Che poi a Torino bastano 4 partite sbagliate e diventi un fiasco da accantonare,
    non importa quanto ti hanno pagato, vedi Bernardeschi o Kulusevski…
    O anche Morata.
    Dovrebbe essere più intelligente, se non può arrivare un’offerta consona quest’anno,
    dare il massimo ed avere più potere il prossimo.
    Ma lui è un ragazzino e Vigorelli deve cambia’ casa me sa….

    • Qui però bastano un paio di post su instagram e due autografi in meno e sei subito un “traditore”, un “ingrato”, un “montato”, ecc. Eh, mondo difficile…

    • Bambolo,il mondo non è difficile per mezzo autografo fatto o non fatto.
      Forse non ti sei accorto che è scoppiata una guerra a 2 passi. Svejjjaaa

    • Tra l’altro, a Torino ci mettono un mese a buttarti al cesso.
      Però non sempre ci azzeccano. Tipo Kulusevsky, Conte se l’è preso al Tottenham, l’ha fatto titolare inamovibile, e lui gli ha raddrizzato il centrocampo e ha fatto 5 gol e 8 assist mi pare.
      Non proprio il bidone che sembrava a Torino.

    • La sai la storia di quel tale, Zeno’, che a forza de di’ a tutti “Svejjaaaa!”, alla fine ne ha rimediate un sacco lui?…

    • A Vigorelli gli scade il mandato, e rischia di rimanere con il cerino in mano. può essere che i soldi che ha sborsato li pretenda dalla Roma, o che sia Zaniolo a doverli sostituire. A volte ci sono risvolti che non conosciamo, e che pesano tanto nelle dinamiche del mercato. comunque sia, per Zaniolo ci vogliono tanti soldi, non bastano i titoloni di Tuttosport.

  2. il problema di Zaniolo è che per recuperare il tono muscolare post infortunio ha perso agilità e quella la recuperi solo lavorando sul campo, quindi secondo me questo è l’anno della verità! se Zaniolo ritorna ad essere quello pre infortunio allora altro che 60ml!

    • non posso che quotarti, è una cosa che in molti diciamo dall’estate scorsa a chi pensava che Zaniolo facesse 30 reti e lo criticava! questo è l’anno in cui si definisce lo Zaniolo giocatore, se puo’ diventare un campione o se rimarrà un buon giocatore.

    • Starei attento nel riporre troppa fiducia, era quello che speravamo anche di Strootman o di Florenzi.
      Il doppio infortunio è roba brutta e non si ritorna mai come prima.
      Tenerlo o venderlo?
      È comunque un rischio 50-50.
      Beato chi c’ha le palle de vetro… con rispetto parlando.

  3. Credo sia il primo commento lucido sulla situazione di Zaniolo. Ci sono tonnellate di giocatori che a 22-23 anni si sono sentiti “arrivati” e che hanno floppato di brutto nelle big, così come ci sono valanghe di giocatori talentuosi ma senza testa che hanno sviluppato carriere ben più “modeste” di quanto avrebbero potuto. Dopo due crociati e un anno comunque altalenante come prestazioni, non farei troppo la prima donna sul contratto, soprattutto considerando la vicinanza che la società ha dimostrato nei (tanti) momenti difficili che ha attraversato. Dovesse puntarsi per andarsene o per avere subito il rinnovo, mediaticamente non ne uscirebbe troppo bene secondo me

  4. Perfetta analisi, ma in un mondo calcistico dove ormai anche uno scamacca viene valutato 50 milioni, questo dovrebbe fare riflettere seriamente società e federazioni sulla sostenibilità del calcio. Faccio un esempio come fa una squadra come il PSG a mantenersi all’interno dei paletti del fpf stabiliti ed avere 43 e dico 43 calciatori in rosa il cui monte ingaggi equivale a quella della intera serie A e nessuno fa nulla? Mentre per lo Spezia due anni senza poter fare mercato sono intervenuti subito? Questo è solo un esempio delle discrepanze tra società e società e del peso economico politico di alcune società rispetto ad altre. Basti pensare a cosa hanno combinato Barcellona, PSG, Juve, Inter sulla superlega le cui minacce e sanzioni sono poi finite nella ennesima farsa ! Poi c’è il discorso stadi di proprietà senza i quali è ad oggi impossibile mantenere i bilanci in ordine senza poter contare sugli introiti degli stessi. Poi passiamo alle procure esagerate e fuori da ogni logica dei procuratori calcistici a cui bisogna mettere un tetto. A stipendi spropositi dettati dai magnati della paperopoli del calcio avvelendo lo sport più bello del mondo. Vedi mbappe’, Neymar, de bruyne, Holland, de light, Lukaku, per citarne alcuni. Il calcio è un paziente malato che come cura ha bisogno di scelte drastiche e di contro tendenza rispetto alla direzione presa. A volte a recidere un braccio si fa prima che curare il paziente.

  5. Peccato però che lui non vede l’ora di andare a Torino, così come vigorelli……
    Preferisco dybala e berardi…

  6. Questo pensiero dovrebbe essere di Zaniolo e non di Impallomeni! Se poi gi aggiungiamo gli interessi dei procuratori che più che fare gli interessi del giicatore si fanno I loro il risultato è quello che vediamo in questi giorni. Che la Roma vuole disfarsi di Zaniolo sono tutte caxxate ma è chiaro che non si possono avallare pretese avendo dimostrato poco o nulla o peggio rinnegando il club che ti ha fatto crescere sino ad oggi.
    Se Zaniolo vuole andare alla Juve è una sua scelta tanto è vero che la Roma chiede molto per lasciarlo proprio perchéin lui ci crede, se non gli interessava lo avrebbe ceduto subito.
    Nella Juve nessuno gli assicura un pisto in rosa, nella Roma c’è lo ha già deve solo dimostrare di meritarselo.
    E non penso che Allegri lo sostituirebbe al volo con Chiesa!

  7. Io sono convinto che Zaniolo meglio di così non può giocare,lui e’ un’individualista e trova molte difficoltà a mettersi al servizio della squadra ,ma alla Juventus dovrà cambiare modo di stare in campo e quindi o esploderà definitivamente o farà il botto ma in senso inverso, e rimarrà nella mediocrità…

  8. …analisi perfetta.

    … a proposito della testa e dell’ego di Niccolò, io gli farei rivedere quello che capitó a Marco Delvecchio. Nei primi mesi Delvecchio veniva fischiato. Per un periodo poi si ostinó a mettere le mani sulle orecchie dopo i gol cercando di sentire se qualcuno avesse ancora avuto voglia di fischiarlo.

    Ricevette una valanga di fischi ancora maggiore… specie dopo i gol.

    Morale… ai tifosi della Roma, non je devi ricordare niente, nè pensare di essere tu sopra la Roma.
    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

  9. Commento competente, fatto da uno che, se non fosse stato per gli infortuni, sarebbe arrivato molto in alto nel calcio italiano…

  10. Diciamo che non è un problema di Ego ma di soldi. Qual è la su paura ? Rompersi e finire la carriera per questo vuole chiudere un contratto sontuoso . 4.5 nettiball anno netti per 4 anni lo metterebbero al sicuro da brutte sorprese. Direte va be ne prende 2.5 e sono già una enormità per un comune mortale ma quando sei lì tutto cambia

  11. Analisi lucidissimo e condivisibile anche nelle virgole. Il problema è Vigorelli che, evidentemente se ne sbatte il giusto del ragazzo e pensa in primis alla sua saccoccia. La miglior soluzione sarebbe quella di mandare Vigorelli a scopare il mare e iniziare da capo un colloquio con società in primis e con i tifosi

  12. Analisi perfetta, sarebbe contro la sua carriera andare alla rube dove diventerebbe uno dei tanti, ricordiamo come e’ finito kulusewsi che sembrava ancora più forte di zaniolo o quantomeno aveva dimostrato qualcosa in piu’ per un tempio superiore. Peraltro come notavano sopra, il suo ego unito alla paura di non essere più quello dell’infortunio e forse la paura di rompersi ancora, al suo ritorno in campo, sembra aver fatto si che si intestardisse a giocare da solo palla avanti e spacco tutto, un errore giustificabile dopo la sfiga che ha avuto e la smania di dimostrare ma anche segno di poca umiltà e testa. Se seguisse le false sirene dei procuratori, tutto e subito, commetterebbe un grave errore, viceversa se rimanesse alla roma, che lo.ama, facesse una grande stagione, poi tutto può essere aperto permettendo anche alla società che amiamo e lo ha coccolato durante gli infortuni e successivamente gli ha alzato di molto lo stipendio, di monetizzare davvero il suo valore ed indiscusso talento ..forza Roma daglie zaniolo…svegliati !..

  13. Se vuole andare alla Juventus e si sente più forte di quello che è, commette un errore di valutazione“.

    Mi dispiace per me non è così, sono anni che la Juve corteggia Zaniolo la solita tattica loro, quando vogliono un giocatore lo lavorano ai fianchi lo mettono in urto con la sua società e aspettano pure anni ma alla fine se lo prendono lo hanno fatto con Pjanic con Chiesa lo fanno con tutti sono scorretti da sempre e si sentono i padroni della serie A

  14. Se Zaniolo andrà dagli strisciati rischierà di fare la fine di Bernardeschi. Quando questo era nella Viola sembrava un predestinato, andando dai gobbi è diventato un predestinato alla panchina. La logica è quella di prendere un talento in primo luogo perché eviti di sbocciare presso una potenziale concorrente. Se poi sboccia comunque, meglio, si valorizza l’investimento. Se non lo fa, avrai comunque impedito ad altri di rafforzarsi, specie se gli altri sono società che intendono guadagnare in competività sul medio termine. Per cui, se sei una squadra che si vuole rafforzare o hai la forza di trattenere i potenziali talenti, oppure per crescere devi fare l’istant team. Nel primo caso hai una crescita potenziale più costante con rischi relativamente più bassi, nella seconda puoi fare il salto più velocemente, ma hai meno stabilità e forse qualche rischio in più (tecnico e finanziario) nel selezionare gli acquisti.

  15. la riconoscenza non è di questo mondo lo abbiamo preso dal nulla e trasformato in qualcosa lui non puo ambire ad uno stipemdio da Top Player non ha fatto nulla per meritarlo.Il goal in conference ripaga la Roma per la fiducia ed i tifosi per l’amore incondizionato verso di lui.
    Si sente un top? portate i soldi e amen…il tempo solo il tempo darà la risposta perchè il potenziale è enorme …ma pure 2 ginocchia rotte alla sue età…..non sono proprio normali….quindi è una indagine ad alto rischio……

    • La riconoscenza molto molto raramente fa parte del sistema calcio. Non la pratica di fatto nessuno, né le società, né tantomeno i giocatori. Poi qualche eccezione rarissima c’è. L’ultima che ricordo nella Roma è Damiano Tommasi, che dopo l’infortunio di abbassò lo stipendio al minimo sindacale, 1500 euro al mese

  16. Affermazioni incontrovertibili quelle di Stefano Impallomeni . Il ragazzo molto probabilmente è mal consigliato da chi gli sta intorno e manifesta grande immaturità. Solo così si spiegano i suoi deliri narcisistici. Deliri ai quali beninteso l’As Roma non ha la benché minima voglia di fare sponda…
    .

  17. Cmq ormai tornare indietro vorrebbe dire bagno di umiltà, cosa che non penso sia in grado di fare, visto la stagione di sbracciamenti e lamentele continue in campo invece di correre a dare una mano agli altri compagni.🤔🤔🤔

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome