La Primavera ha trovato il suo gioiello: Providence

2
9

ULTIME AS ROMA – Così promettente che il suo futuro potrebbe presto intrecciarsi con quello della prima squadra di Fonseca. Ruben Providence è il baby gioiello che quest’estate Petrachi è riuscito a prelevare dall’ombra parigina della Tour Eiffel: un acquisto, con un contratto fino al 2023 dalle tante prospettive e molto importante per la Roma Primavera di De Rossi, che nel debutto casalingo in campionato col Chievo ha fatto già saltare i tifosi giallorossi al Tre Fontane.

Un ottimo primo tempo per mostrare il suo enorme talento, prima di cedere il posto nella ripresa a D’Orazio, e iniziare ufficialmente un nuovo capitolo romanista: solo cinque minuti per segnare il suo primo gol e ricevere l’abbraccio dei nuovi compagni. Nato nella stessa cittadina francese di Pogba, Lagny-sur-Marne, l’ex esterno d’attacco dell’Under 19 del Psg, allenato da Thiago Motta, è pronto a colmare il vuoto in attacco lasciato da Celar e Cangiano passati rispettivamente al Cittadella e al Bologna.

LO CHEF Veloce, forte nel dribbling e abile su entrambe le fasce, la scorsa stagione in Youth League nel girone C, come ala destra, ha collezionato 6 presenze e un gol al Liverpool, oltre a due assist, tra cui spicca quello del 2-0 per Maxen Kapo nel match d’andata col Napoli di Baronio, battuto 5-2. Purtroppo quest’anno la Roma non giocherà la competizione europea però potrà riscattarsi in campionato e Coppa Italia. Oltre ai suoi tiri decisi, precisi e pericolosi, soprattutto col piede destro, sia dalla distanza che dall’interno dell’area, a impensierire gli avversari ci pensano anche i suoi folti ricci, ora un po’ accorciati, e quel soprannome curioso, usato dai suoi ex compagni, familiari e amici: «le chef», «il capo».

Di certo non ai fornelli, e a scanso di equivoci ci pensa proprio lui a preferire come nome da battaglia: «le lieutenant». L’animo del condottiero è un amore così forte per il calcio, che inizia a 6 anni quando dà i primi calci al pallone nelle squadre della sua città. Ed è al Thorlgny che viene notato dagli osservatori del Psg, che lo portano in Under 17. Il sogno del grande salto però non è una passeggiata, e passerà un periodo difficile tra alti e bassi, finché lo scorso anno non ritroverà la sua dimensione all’Under 19. E la Roma Primavera, del suo nuovo «lieutenant» ne avrà bisogno lunedì alle 15 (diretta tv Sportitalia) per la trasferta col Torino nella seconda gara di campionato.

(Gazzetta dello Sport, C. Zucchelli)

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome