L’Italia travolge l’Armenia 9-1, Zaniolo mattatore: doppietta e assist per il giallorosso

19
2758

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Altra serata di gala per l’Italia di Roberto Mancini. Gli azzurri non si fermano più e battono anche l’Armenia con il punteggio di nove a uno.

Tra i protagonisti della serata c’è anche il calciatore della Roma Nicolò Zaniolo, che conferma anche in azzurro di avere un particolare feeling col gol.

Il giovane talento giallorosso ha infatti realizzato la rete del due a zero dopo un bell’inserimento e un destro sotto la gambe del portiere avversario, e poco dopo ha anche confezionato un grande assist per il gol di Immobile.

Nella ripresa Zaniolo ha siglato la sua personale doppietta con un gran sinistro dalla distanza che si è spento sotto al sette. Al festival del gol hanno partecipato anche Barella, Jorginho, Romagnoli, Orsolini e Chiesa. Per l’Armenia rete della bandiera di Babayan.

Redazione Giallorossi.net

19 Commenti

  1. Un tesoretto? No..Monchi c’ha lasciato l’Albero della Cuccagna,er Pozzo de San Patrizio,la Gallina dalle Uova d’oro…tutto questo insieme è Nicolò Zaniolo e se penso che ai milanesi Monchi gli ha fatto fare la figura dei pirla appioppandogli in cambio la zavorra der Ninjia e c’hanno pure pagato…per me tutto questo vale più di un triplete.

  2. Certo non era un girone di ferro,anche se 9 gol e’ difficile farli anche agli allievi regionali.Il valore di questa nazionale si potra vedere contro squadre piu quadrate, e piu’ organizzate, in questo girone abbiamo fatto la parte del leone,ma piu avanti dubito che sara cosi facile.Zaniolo,da 8,e se continua cosi ,oltre alla Roma,si prendera’ a breve anche la nazionale.

  3. Stiamo tornando, dopo quasi un decennio di buio completo. L’Italia ha una grande tradizione calcistica, la sua Nazionale è una di quelle che hanno fatto la storia del calcio, la maglia azzurra fra le più famose al mondo (insieme a quella giallo oro della Selecao, la bianco celeste argentina e quella arancione degli olandesi). L’ultima generazione di talenti, quella di Totti, Pirlo, Buffon, Del Piero, Nesta e compagnia sembrava il ricordo di un tempo che fu. Tutto ciò era inammissibile nel Paese che di Meazza, Piola, Mazzola sr, Riva, Rivera, Zoff, Rossi, Tardelli, Conti, Mancini, Maldini, Baresi, Baggio. Oggi abbiamo dei giovani talenti che potrebbero ripercorrere le loro tracce, dal nostro Zaniolo a Barella, Tonali, Verratti, Chiesa, Donnarumma e altri ancora. Complimenti vivissimi a Roberto Mancini, grande uomo di calcio, capace in poco più di un anno di riportare l’Italia nel posto le spetta di diritto. Un diritto conquistato sul campo dagli epici tempi di Pozzo.

  4. OK, l’Armenia non è la Spagna, ma è stata l’Italia a renderla così piccola. E considerato che in campo c’erano, a detta della stampa, le “seconde linee”, i meriti sono ancora maggiori! Molti dei presenti in campo però diverranno GRANDI, ed a capo di quelli ci sarà il nostro Zanioro!!! Questo ragazzo conferma sempre più di avere le stimmate dei CAMPIONI CHE HANNO FATTO LA STORIA… Non diventerà mai TOTTI, ma ne sarà il seguace più convinto. Onore a te e gloria alla Roma. Forza Zanioro, Forza Roma

    • Concordo. L’Armenia è quella che è, ma pensiamo la Nazionale di Sventura cosa avrebbe fatto…

  5. Se Zaniolo avesse giocato per la nazionale Spagnola a quest’ora avrebbe già una quotazione di 250 milioni, sì 250 visto che quelle mezze calzette di Dembelè e Coutinho vengono quotati 150 e sono mezza unghia del mignolo di questo talentino Italiano e ROMANISTA!

  6. A due minuti dalla fine, sul 9 a 1 per l’Italia e un risultato in bilico fino alla fine, mi ha dato un senso di tensione e inquietudine fino alla fine non indifferente. 😂😂😂😂😂😂😂😂
    Zaniolo incontenibile, impressionante e fortissimo..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome