LJAJIC: “Non sono di passaggio, resto altri dieci anni. La clausola? Non so se c’è…”

0
499

ljajic-roma

AS ROMA NEWS – Il nuovo acquisto giallorosso Adem Ljajic si presenta al suo nuovo pubblico nella conferenza stampa di oggi a Trigoria. Queste le sue parole ai cronisti presenti:

Qual è il tuo obiettivo qui a Roma?

Mi sono allenato solo due volte con la squadra. La Fiorentina (Roma, ndr) ha una squadra forte, proveremo ad arrivare in Champions

Ti pesa non andare al Milan?

Io ho parlato con la dirigenza della Fiorentina, loro sapevano cosa volevo io. Non abbiamo trovato accordo, il mio procuratore mi ha detto dell’interesse di altre squadre e sono qui: la Roma è fortissima, ha una bella storia, sono contento di essere qui. Io ho giocato in Serbia, il campionato era di livello più basso. In Italia si gioca un calcio più difficile, il più difficile d’Europa. Con Montella mi sono trovato bene, avevo un buon rapporto con lui: ho fatto bene l’anno scorso, devo crescere e migliorare, voglio farlo ogni giorno e fare qualcosa di grande a Roma

La Roma ha sempre battuto la Fiorentina lo scorso anno. Che impressione ti ha fatto?

Abbiamo perso tre volte, secondo me perché è l’unica che quando gioca contro di noi, gioca a calcio. In Italia ho perso tante volte con la Roma perché c’erano davvero tanti giocatori di livello. Con la Fiorentina, giocano il calcio più bello d’Italia.

Lei ha un carattere particolare, come smentisce questa fama di cattivo?

Ho trovato difficoltà perché in Italia all’inizio non giocavo e quando non si gioca si è nervosi. Con Delio Rossi è stata una brutta storia, non ne voglio parlare, è passata. Jovetic è un mio grande amico, mi ha dato tanto a Firenze, è difficile giocare senza di lui. E’ andato da un’altra parte, in bocca al lupo. Io sono qui e mi concentro sulla Roma

Domanda a ZANZI: Daniele De Rossi è ancora sul mercato? – L’ufficio stampa dell’As Roma non consente la risposta.

C’è tanta differenza tra lei e Lamela?

Non lo so, non voglio fare paragoni. Lui è forte e ora gioca altrove, ma non voglio confronti.

Quali sono le differenze tecniche tra Lamela e Ljajic? Cosa può dare alla Roma?

Lamela gioca esterno destro, è mancino. Io gioco a sinistra, ma devi chiedere ad altri: non voglio fare paragoni. Io voglio fare bene, crescere e giocare allenamento per allenamento, partita dopo partita.

 La Roma ha tanti battitori di punizioni. Con Totti, quante ne batterai? 

Le batterò quando lui non ci sarà. Se c’è lui, al massimo vado sulla ribattuta…

Hai segnato sei gol alla Lazio. Sai quanto conta qui il derby, come quello del 26 maggio…

Non lo so com’è, ho sentito cosa ne dicono e so cosa significa per la Roma. Ne ho giocato uno pericoloso in Serbia, anche qui dicono che lo sia. Io ho segnato tanto alla Lazio, ma non lo so, speriamo di risegnare…

Domenica si aspetta di giocare?

Io sono pronto, decide il mister e non posso fare niente. Se il mister mi reputa pronto, bene, altrimenti rispetterò la sua scelta.

La Roma è per te un punto d’arrivo? Perché hai preso il numero 8?

Il mio numero era il 22, ma qui ce l’ha Destro. Ho preso l’8 perché lo avevo nelle giovanili. Non voglio che voi pensiate che io sono qui per fare un passo verso altre squadre. Se possibile, gioco qui anche 10 anni. Voglio vincere qua, stare qui a lungo: conosco le ambizioni della Roma.

Cosa serve ancora a questa Roma, come vedi la tattica di Garcia?

A me piace giocare con il 4-3-3. Se vuole, gioco anche terzino: preferisco però giocare esterno sinistro. L’attacco? Secondo me in questo momento è completo, ci sono tanti giocatori si qualità davanti, così stiamo bene.

Come ti ha parlato Montella della città di Roma?

Ne ho parlato poco, per 5 minuti. Mi ha detto che era un’ottima squadra, di livello e che andavo in una bella città. Mi ha detto che mi sarei trovato bene.

Molte squadre hanno cercato di acquistarla. Cosa l’ha spinto a venire qui?

Ho parlato con la Fiorentina per il mio rinnovo, non si è trovato accordo e ho deciso di venire qui. Sono contento, ho deciso subito di arrivare qui.

Davanti la Roma c’è solo la Juventus, quindi?

Sì, la penso così. L’anno scorso la Roma ha giocato il più bel calcio, ci sono tanti giocatori forti e davanti abbiamo solo la Juventus. Per il secondo posto possiamo esserci anche noi.

Esiste questa clausola rescissoria sul contratto?

Non lo so, devi chiedere a qualcun’altro. Io ho firmato solo il contratto, non so se c’è una clausola sul contratto.

Articolo precedenteRoma, Sabatini medita l’addio. Avviati i contatti con Corvino
Articolo successivoDe Rossi ancora sul mercato? Dalla Roma un secco “no comment”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome