L’Olimpico scarica tutti

0
508

via-zeman

CORSPORT (A. GHIACCI) – La sensazione sale con il passare dei minuti: la Roma è di nuovo ferma nel tunnel più buio, lo stesso in cui finì nell’aprile 2012, meno di un anno fa. I tifosi giallorossi ne hanno abbastanza proprio come allora e si comportano nello stesso identico modo: contestazione contro tutto e tutti, nessuno escluso. Poi, a fine partita, il raduno fuori dall’Olimpico, nel cancello adiacente a quello della Curva Sud, dove dovrebbe passare il pullman della Roma. In tanti, almeno 300, hanno voglia di manifestare tutto il proprio dissenso a dirigenti, squadra e tecnico […]

BASTA – Durante il secondo tempo della partita contro il Cagliari dalla Curva Sud sono partiti i cori di protesta contro i due massimi dirigenti. Per il direttore generale c’è un « Baldini pezzo di m… » che non lascia il minimo spiraglio ad alcuna interpretazione. E’ forse la prima volta che in maniera netta i tifosi prendono tale distanza da un dirigente che nell’estate del 2011 era stato accolto tra l’euforia e la gioia generale. A questo punto i ricordi più piacevoli, quelli legati ai successi delle stagioni con Capello e alle battaglie contro i poteri politici del calcio, non ci sono più […]. Anche il direttore sportivo Walter Sabatini non è risparmiato: « Sabatini vaff… », altro invito che più chiaro non si può.. Il ds è l’artefice della costruzione del gruppo, quindi agli occhi di chi urla la propria rabbia c’è anche la sua responsabilità. E poi fischi per Zeman, tanti, che sovrastano i pochi applausi e cori a favore. Anche gli striscioni che appaiono durante la partita sono chiari: da “L’As Roma siamo solo noi”, a “Via il boemo”, quest’ultimo portato anche fuori dallo stadio a fine partita, come stemma della contestazione […].

ANCHE A TRIGORIA – Le forze dell’ordine, fuori dall’Olimpico, sono in assetto antisommossa, pronte a entrare in azione. La Roma riesce a lasciare lo stadio soltanto qualche istante prima di mezzanotte. Ma la gente, delusa e arrabbiata, si sposta anche a Trigoria, dove è preallestito un servizio d’ordine. All’arrivo pugni di rabbia contro il pullman, la richiesta di un colloquio immediato con i dirigenti. La folla è animata da alcuni dei cori più classici di questi momenti, gli stessi che aveva sentito Luis Enrique. Da « tifiamo solo la maglia » a « ci avete rotto… » fino a « mercenari » […]
Articolo precedenteGoicoechea, l’ultimo sfacelo
Articolo successivoIl Retroscena – De Rossi è stato a un passo dal Psg: aveva detto si al trasferimento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome