Mistero Destro: quando torna?

0
429

destro5

AS ROMA NEWS – Al confronto di Mattia Destro, Carmen Sandiego è facilmente rintracciabile. (…) Destro non ha fatto nessuna fine né la farà, però è sparito. Senza l’aiuto della televisione, si riesce comunque a capire che sta a Brescia a rimettersi dall’operazione al ginocchio, sotto la tutela del fisioterapista Valerio Flammini. Esercizi di rieducazione, bagni termali e la paura dovrebbe passare. Solo che non si sa quando. Alla Roma si esibiscono in facce serene. (…)

MALE OSCURO? – Questa è l’opinione delle voci di dentro. Che serve ad addolcire la preoccupazione dei fan e anche la nostra. (…) Al ginocchio sinistro di Destro, operato il 26 gennaio scorso in artroscopia per lesione del menisco, in sintesi accade di gonfiarsi, sgonfiarsi e rigonfiarsi di nuovo, in un malinconico ciclo di ricadute. (…) Lo spiega bene il professor Andrea Ferretti nel suo libro “Traumatologia dello Sport” (Casa Editrice Scientifica Internazionale): il gonfiore articolare, idrartro in linguaggio tecnico, recidivante è una complicazione piuttosto comune dopo un’operazione del genere. Recidivante significa che per quante terapie accurate si portino avanti – nel caso specifico l’aspirazione del liquido che causa il gonfiore – il disturbo torna a ripresentarsi ogni volta che l’atleta sottopone a sforzo il ginocchio operato. E l’unica cura efficace, riporta ancora il professor Ferretti, consiste nel riposo e nella ripresa graduale dell’attività agonistica. In tutto questo la prima buona notizia è che una nuova operazione è esclusa. (…) La seconda buona notizia è che la guarigione non è in dubbio. Non si registrano casi di calciatori costretti a rimodulare la propria carriera per un evento patologico simile. La cattiva è che si sta parecchio fuori gioco: da sei a dodici mesi.

I TEMPI – Sei mesi sono passati dall’operazione. I dodici scadrebbero alla fine di gennaio. Dagli umori della Roma non sembra che Destro sia destinato a stare fuori tanto a lungo. Un paio di giornate di campionato sì che potrebbe saltarle, rientrando magari dopo la prima sosta per la Nazionale, diciamo a settembre. E’ un’ipotesi. Bisogna capire che cosa ne pensa il ginocchio.In questa situazione si incastra malamente l’idea balzana di cedere Osvaldo. (…) Ieri il Wolfsburg ha offerto i 20 milioni che la Roma desidera, con 2,8 d’ingaggio annuale al giocatore e contratto di quattro anni. Una proposta da principe consorte che presumibilmente Osvaldo ancora una volta rifiuterà. Il senso di cedere una prima punta con i controfiocchi e poi spendere soldi per una mezza e tranquilla figura pur dopo molte spiegazioni continua a sfuggirci. Ma si sa che giornalisti sportivi e tifosi non capiscono nulla di economia.
(Corsport, M. Evangelisti)
Articolo precedenteBueno promette: «Arrivo presto»
Articolo successivoMade in Roma, Florenzi convince anche Garcia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome