Nzonzi: “Non andrò da nessuna parte, sono felice al Galatasaray”

8
886

ULTIME AS ROMA – Steven Nzonzi chiude all’ipotesi di un trasferimento al Torino, ma anche di un ritorno alla Roma. Il centrocampista francese, attualmente in prestito con diritto di riscatto al Galatasaray, parla del suo futuro al sito turco hurriyet.com.tr:

“Sono contento qui. Sicuramente non andrò da nessuna parte. I nostri tifosi non devono credere a qualcosa che non sentono dalla mia bocca“.

Nzonzi sta conquistando il cuore dei tifosi turchi con una serie di prestazioni molto convincenti. Il Galatasaray deciderà in estate se esercitare il diritto di riscatto fissato a 16 milioni di euro, oppure se rinnovare di un altro anno il prestito del mediano ex Siviglia per poi riscattarlo, eventualmente, al termine della seconda stagione.

Fonte: hurriyet.com.tr

Articolo precedenteKLUIVERT: “Di Francesco era sotto pressione, puntava poco sui giovani. Fonseca è più vicino al mio calcio. Quest’anno posso arrivare a 14 gol”
Articolo successivoTwitter, Under pubblica l’esultanza col saluto militare e le bandiere della Turchia. La reazione dei tifosi: “Non con la maglia della Roma, il club intervenga”

8 Commenti

  1. Bene cosi.
    Pero non vedo il Gala escercitando il diritto di acquisto. Possono prolungare il prestito per quasi niente e poi decidere tra un altro anno se riscattarlo (quando sara ben sopra 30 anni).

  2. Ammesso che l’interesse del torino sia vero,

    Se i al termine della seconda stagione il galatasaray non lo dovesse riscattare il mancato guadagno chi ce lo mette? nZonzi?

    Secondo me lui in questo momento non è nella posizione “etica” di poter impedire una trattativa che farebbe rientrare a Roma parte dei capitali sborsati.

    Questo dovrebbe essere un caso “contrattuale” che gli avvocati della Roma dovrebbero studiare per evitare che in futuro si verifichino palesi conflitti di interesse

  3. Non l’ho capito il prestito biennale… Forse Petrachi voleva essere sicuro di risparmiarne lo stipendio per due anni? Spero che ci siano clausole a nostro favore per richiederne il rientro anticipato e monetizzare con la sua vendita altrimenti perderemo l’occasione.

  4. Nel calcio turco ormai girano ben pochi soldi, la mossa del Gala è piuttosto prevedibile e comprensibile, punterà all’opzione del rinnovo prestito anche per l’anno prossimo, spendendo solo per l’ingaggio.
    Scordatevelo proprio che questi spendano 16 milioni per un giocatore che andrà per i 32 anni. Sarebbe un investimento a perdere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome