ON AIR – CERBONI: ”Grande risposta di Ljajic sul campo”, FERRETTI: ”Super colpo sarebbe Marchisio”, TRANI: ”Futuro Garcia legato agli investimenti”, FOCOLARI: ”Se il Barcellona lo vuole davvero, sei fregato”, CORSI: ”Baldissoni poteva evitare quelle dichiarazioni”

0
75

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Federico Nisii (Tele Radio Stereo): “Dopo la partita con la Fiorentina qualcuno ha riscoperto il valore di Ljajic. Dodò ha fatto una partita perfetta contro Cuadrado, eppure più di sei in pagella non si è meritato.”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Fossi stato in Baldissoni, avrei fatto un altro genere di definizione. Avrei evitato di dare il via a qualsiasi tipo di insinuazione. La Roma deve rinnovare il contratto a Garcia il più presto possibile. La volontà e la voglia della società di rinnovare il contratto a Garcia c’è, ovviamente devono venirsi incontro entrambe le parti. Baldissoni ha detto queste cose perché essendo un dirigente della società deve difendere la Roma. E’ fatale che visto che grandi club, ad esempio Psg, stanno cercando allenatore si faccia il nome di Garcia. Marchisio sarebbe un ottimo acquisto, sia perché si rafforza la Roma sia perché si indebolisce la Juve”.

Pino Cerboni (Centro Suono Sport): “Toloi l’ho visto bene, mi sembra una buona alternativa, migliore di quello che c’era prima. Ma deve restare un’alternativa. Ljajic? Conta il parere dell’allenatore. Non so se queste ultime due prestazioni avranno convinto Garcia a trattenerlo, ma se vedi i numeri di Ljajic, sono gli stessi di Iturbe. E allora perchè svenarsi per un calciatore quando puoi tenerti Ljajic? Lui una risposta alle critche l’ha data, e non me l’aspettavo visto il suo carattere.”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Il vero pericolo è lo stipendio di Garcia, che guadagna un quinto di quello che prende De Rossi. La chiave non è tanto la sua conferma, perchè Garcia è sotto contratto, quindi per me resta al 100%. Il problema sono gli investimenti: lui non vuole fare brutte figure in Europa. Lui vuole una grande Roma. Il suo futuro nella Roma, magari non quest’anno, ma il prossimo, è legato agli investimenti. Paulinho? Mi sembra un’operazione difficile”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Non so se spaccare il tavolino oppure essere euforico. Tutti i tifosi hanno questo conflitto interiore. Garcia al Barcellona? Io non ci credo. La Roma deve stare attenta al Psg, che non è convinta di Laurent Blanc. Io sono certo che rimarrà alla Roma. Lui è il presidente di questa squadra, ha dei meriti incredibili sul successo del club. Quell’uscita di Baldissoni su Garcia non ci voleva, non ce ne era proprio bisogno.”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Finalmente posso mettere la musica della Champions! De Rossi è tornato a farmi battere il cuore… è un ritrovato amore. E non è un fatto di campo, ma ritrovo in lui il grandissimo tifoso della Roma. Qualcosa si era inceppato tra me e lui, io a lui le scatole gliel’avevo rotte per il contratto, il rinnovo. Questa stagione è straordinaria, e forse dicendo così gli si manca addirittura di rispetto. La Juve ha ucciso il campionato? No, la Juve lo ha rapinato il campionato. Non ha vinto la squadra più forte, ma noi ci sentiamo orgogliosi di tifare questa squadra e di questa stagione.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Le grandi squadre vogliono i giocatori della Roma? E perchè la Roma non dovrebbe resistere?  La Roma deve mantenere l’ossatura della squadra e migliorarla, credo sia possibile visto che ci sono i soldi della Champions. Io tutte queste sirene non le vedo…la Roma non è una è piccola squadra, dove i giocatori pensano di andare via. E’ un grande club con una grandissima città. Il Barcellona su Garcia? A me non risulta. Lui è un allenatore alla Capello, uno che bada al risultato più che al gioco, mentre il Barcellona cerca un allenatore diverso.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Per la Roma sarebbe assurdo far andare via Garcia. Il successo della squadra è soprattutto merito suo. Io non so se è vero che Barcellona, Psg o Arsenal lo cercano, ma la Roma non deve assolutamente perderlo. Se fosse così richiesto, sarebbe un grande vantaggio per la Roma: aumenterebbe il suo potere, e lui potrebbe imporre le sue idee, che sono idee importanti. Garcia non pensa al risparmio e al far quadrare i conti: i soldi della Champions devono essere investiti sul mercato, perchè la Roma deve rinforzarsi. Queste sono le idee di Garcia, idee che piacciono ai tifosi. Se il Barcellona davvero ha contattato Garcia, allora non c’è rinnovo che tenga: sei fregato”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Garcia? Non so dove può andare se esce dalla Roma…Psg o Barcellona? Ma dai…il Barcellona può prendere chi vuole, il Psg non credo voglia cambiare allenatore. La Roma è il trampolino giusto per Garcia per farlo diventare un allenatore top. Capisco le preoccupazione dell’allenatore, che pretende di più e vuole una squadra più forte. Con tre giocatori questa squadra può reggere il confronto sia in Italia che in Europa. Speriamo che la Roma non ne farà novanta punti, sennò il prossimo anno gli toccherà farne novantuno. Il prossimo campionato ci sarà da stare attenti, e valutare attentamente il parco giocatori e agire di conseguenza”.

Franco Melli (Radio Radio): “La Roma ha dato ragione a quel detto che dice che il calcio è un mistero agonistico. La campagna di rafforzamento sembrava di indebolimento, e invece ne è venuta fuori una squadra così bella che ha avuto il torto di non aver vinto niente. Il grande rebus della Roma sarà quello di confermarsi, ma anche di vincere”

Massimo Cecchini (Radio Radio): “Io sono convinto che Garcia resterà rinnovando e guadagnando di più, pur restando lontanissimo dagli ingaggi proposti dai top club. Non sono i soldi a muovere Garcia, ma i progetti. Lui non vuole che la squadra venga smobilitata, come gli successe al Lille. Vuole una squadra piuntellata nei ruoli cardine, e chiede il rinnovo di Pjanic. Sono convinto che resterà, ma sono anche convinto che il suo potere contrattuale è aumentato molto rispoetto all’anno scorso. Lui dice cose che piacciono ai tifosi. E’ vero che ci sono i soldi della Champions, però si parte da un buco di bilancio di -25 milioni che sarà necessario ripianare per il futuro. Questo viaggio americano dei dirigenti giallorossi sarà importantissimo per il futuro del club. La Roma di quest’anno è stata un piccolo miracolo. Da quello che mi dicono, il lavoro di Baldissoni come direttore generale è addirittura migliore di quello che faceva Baldini”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Complimenti a Garcia, alla squadra e alla società. E’ stata una cavalcata meravigliosa, noi avevamo messo sotto torchio questo club in estate. E’ stato costruito qualcosa di importamte, ,ma questa costruzione quanto può resistere all’assalto delle grandi squadre internazionali che vogliono i migliori giocatori come Pjanic, Benatia, e il suo allenatore Garcia. “

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Garcia è una persona seria e intelligente. Andare via da un posto non è mai bello, se hai un contratto. Dà l’impressione che davanti a un contratto migliore, scappa. Non mi sembra nelle sue corde. Io sono convinto che Rudi Garcia resterà alla Roma, così come sono molto fiducioso che rimarrà anche Pjanic. E poi siamo sicuri che Barcellona sia una piazza giusta a cui approdare adesso? Guardiamo ad esempio il Manchester di Moyes che fine ha fatto… “

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Grande prestazione di Dodò sabato sera, eppure è stato giudicato in maniera molto modesta. Ci sono dei progressi indiscutibili di questo giocatore, e lui fra l’altro può solo progredire. L’altro grande talento da preservare è Ljajic, con cui bisognerà fare un discorso a fine anno. Garcia corteggiatissimo? E’ normale, ti devi aspettare questa aggressione. So che ci sono dei vertici a Boston ora che c’è la certezza della Champions. C’è un po’ di irritazione nei confronti del corteggiamento a Garcia, e le parole di Baldissoni sono state chiare in tal senso. Non so se c’è qualche scricchiolio nel rapporto personale, perchè probabilmente Garcia ha più frequentazioni con Sabatini che non con il direttore generale. Ma Baldissoni lancia un messaggio molto chiaro: vuole rivendicare il ruolo della società piuttosto di quello dell’allenatore.” 

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “Ora tutti vanno su Rudi Garcia, conteso da mezza Europa. Ora devi blindarlo. Il calcio è questo. Sono dei bei problemi, perchè Luis Enrique e Zeman non li cercava nessuno. Tant’è vero che uno sta ancora fermo dopo due anni, e l’altro è rimasto fermo un anno e poi l’hanno ripreso a casa.”

(CONTINUA…)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome