ON AIR – FERRETTI: “Se non batti la Lazio ci sarà delusione”, “CORSI: “Se non vinciamo stavolta, quando?”, PETRUCCI: “La Lazio non è mica il Bayern”, FOCOLARI: “I giocatori pensano al pareggiotto”, PRUZZO: “Balzaretti out? Non è un gran danno”

0
469

onair
GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo):Anche io vorrei che questo derby venisse giocato come una partita come le altre, ma mi rendo conto che è difficile. Qualsiasi altra partita avrebbe avuto un approccio diverso, anche se fosse stata una gara di cartello. In una partita come questa, anche se vieni da tre vittorie, se non riuscirai a vincere ci sarà delusione. Questo è un derby che pesa psicologicamente di più sulla Roma che sulla Lazio. L’obiettivo deve essere la vittoria, anche se la cosa importante sarà dare continuità a questo brillante inizio di campionato”

Alessandro Vocalelli (Centro Suono Sport): “Questo derby potrebbe fare male a una delle due squadre: la Roma non può permettersi di perderlo dopo la sconfitta del 26 maggio e quelli persi in campionato negli ultimi due anni, la Lazio se non vince si allontanerebbe troppo dalla vetta della classifica. Totti? Per come la vedo io è ancora al centro della Roma, così come del calcio italiano e mondiale: è un giocatore che io porterei assolutamente ai prossimi Mondiali.”

Mario Corsi (Centro Suono Sport):Siamo più forti tecnicamente, siamo più cattivi, loro sono demotivati…se non vinciamo il derby domenica non lo vinciamo più. Ragazzi, non mi sembra di fare lo sbruffone: mi volete mettere Onazi con Strootman? Vogliamo parlare di Pjanic, di Totti, di De Rossi, di Maicon? La foto di Pallotto sul trattore ha fatto gioire i laziali”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Il processo di deromanizzazione non era in atto? Mannaggia, sta Roma americana è piena di romani…Totti, De Rossi, Florenzi, Conti…. Da quanto so anche il contratto da dirigente di Totti è stato allungato. Eppure sul suo rinnovo quanto si è speculato. Quante malelingue, quanta malafede, quanta voglia di creare negatività a tutti i costi. Totti è contento di firmare il contratto con questa Roma, e allo stesso modo questa Roma è contenta di far firmare Totti. Il capitano abbasserà il suo compenso, che è un atto di grande buon senso nei confronti della proprietà”.

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Secondo me sarà un porblema il contratto di Totti…Quanto ci si è sguazzato in questo discorso. Di errori ne sono stati fatti tanti, tutto giusto, ma come si poteva pensare che il rinnovo di Totti potesse essere un problema? Lì ci si è sguazzato sul serio per andare a infierire, in altre occasioni si sono strumentalizzati degli errori grossolani, lì gli hanno dato una bella mano. Semrba finalmente”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “La mancanza di chiarezza è nei commentatori, non nella testa di Garcia. Si parla di questa necessità di cambiamento per affrontare la Lazio, manco fosse il Bayern Monaco e abbia Ribery e Robben da fronteggiare. I dubbi sono solo nella testa dei commentatori, Garcia ha le idee chiare. Poi qualche accorgimento lo prendi sempre, sia che giochi contro la Lazio che contro una squadra di montanari. Io credo che a difesa e centrocampo non ci siano dubbi, l’unica incertezza è in attacco tra Ljajic e Gervinho. C’è tensione in vista del derby, visto come sono andati gli ultimi. Dopo la pizza presa il 26 maggio non si può essere sereni.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Se gioca Dodò…Dodò contro Candreva? Questo è il punto debole della Roma. Invece Cavanda contro Ljajic potrebbe essere un problema per la Lazio.”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Balzaretti è l’anello debole della Roma, se gioca Dodò sai che puoi attaccare con maggiore continuità e difendere un po’ meno. Tanto con Balzaretti non attacchi e nè difendi, perciò se manca non è un gran danno”

Furio Focolari (Radio Radio): “Al derby non ci sono favoriti. La Roma ha fatto nove punti affrontando tre gare non difficilissime, la Lazio ha sei punti ma perchè ha affrontato la Juventus. Comincia a insinuarsi in me l’idea che uscirà fuori il pareggiotto: perdere sarebbe brutto per tutte e due le squadre. Comincia a entrare nella testa dei protagonisti che un bel pareggiotto vada tutto sommato bene a tutti e ventidue i giocatori. Per me al 50% finirà con un pari”.

Franco Melli (Radio Radio): “Borriello non può restare fuori dal derby, io avrei giocato con lui di punta a Totti dietro. La Lazio ieri ha rafforzato la sua autostima vincendo in coppa. Molti dicono che la Roma asfalterà la Lazio, secondo me non sarà così: anche Napoleone doveva vincere a Waterloo, e poi sappiamo com’è finita”

 

Articolo precedenteBALZARETTI: «Sto bene e domenica gioco»
Articolo successivoLAMELA: «Non mi sorprende vedere la Roma in vetta, sono veramente forti»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome