ON AIR – Corsi: “Riprenderei Ranieri”, Rossi: “Perchè non si parla di Benitez?”, Ferretti: “Il nome di Muzzi è stato fatto”

0
99

onair2

ON AIR (Giallorossi.net) – Prosegue la nostra rubrica dedicata al variopinto mondo delle radio romane. Un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “I problemi della società mi sembrano evidenti: più mi informo e più mi preoccupo del managment italiano, a cominciare da Zanzi. Io mi interrogherei sulla qualità di questa dirigenza. Ma bisogna anzitutto ripartire dall’allenatore. La verità è che al momento la Roma non ha scelto l’allenatore. C’è solo un mezzo discorso tra Allegri e Baldini. Diamo le notizie che ci sono: la Roma non ha scelto l’allenatore, e non sa nemmeno dove andare a sbattere le corna. L’altra notizia è che De Rossi stanno pensando di venderlo, ma sarà difficile piazzarlo”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Questa squadra così non è competitiva. Non puoi giocare in Serie A con Bradley, Tachtsidis, Piris e Marquinho”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “In società c’è qualcuno che sta pensando di dare a Muzzi la squadra del prossimo anno. Non è un’invenzione del cronista. Il nome è stato fatto”

Roberto Renga (Radio Radio): “De Rossi? L’ultima volta è stato lui a rifiutare il Manchester perché non gli piaceva, adesso è più difficile cederlo. Con la sua cessione risparmierebbero i soldi dell’ingaggio. E’ brutto da dire, ma è così. Adesso bisogna vedere quale sarà l’allenatore, perché se arriva un tecnico che punta su De Rossi la società non lo cede più”.

Furio Focolari (Radio Radio): “Il De Rossi che gioca in Nazionale giocherebbe in qualsiasi squadra compreso il Real Madrid, quel De Rossi lì è straordinario. Il De Rossi che gioca nella Roma invece non giocherebbe da nessuna parte, neanche al Catania. A Roma non esiste più, quindi la cosa più intelligente da fare adesso è quella di monetizzare De Rossi”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La Roma deve spendere più per un allentaore forte che per i giocatori. Il problema è che l’allenatore forte non ti ci viene senza giocatori forti. Allegri è difficile da raggiungere, il Milan non se ne vuole privare. Pellegrini è destinato al Chelsea. Chi resta? Forse Mazzarri, ma non so se lascerà il Napoli, soprattutto se dovesse arrivare secondo. Ranieri? Lo riprenderei. E’ un uomo con le palle, che è stato cacciato dalla squadra perdendo a Genova. Un po’ quello che è successo a Zeman contro il Cagliari”.

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Perchè non si parla di un allenatore che a fine anno si libererà, che è un allenatore di spessore internazionale, che conosce bene l’italiano: perchè nessuno parla di Benitez? E’ un Mazzarri al quadrato. Muzzi? Non scherziamo, so che il livello del prossimo allenatore sarà di ben altro spessore”.

Luca Valdiserri (Retesport): “Il lavoro della dirigenza della Roma in queste due stagioni non è stato sufficiente, la valutazione è certamente negativa e non è escluso che Baldini a fine stagione si dimetta, ma anche se così fosse non sarebbe facile sostituirlo”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome