ON AIR – CORSI: “Garcia uomo della provvidenza”, ROSSI: ”La Roma lavora a fari spenti”, MELLI: ”Clamoroso il mani di Ogbonna, ma nessuno dice niente”, TRANI: ”No a Kolarov”, PRUZZO: ”Per il prossimo anno servono due top player”, PETRUCCI: ”Ma potrebbero non bastare”

2
74

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Paolo Assogna (Tele Radio Stereo): “Per Toloi la Roma 5 miloni e mezzo non li vuole dare, perciò o il San Paolo farà un grosso sconto oppure il giocatore torna in Brasile. Per Bastos il riscatto è ancora più complicato: non ha convinto a livello tattico. A Taddei non verrà rinnovato il contratto. Se non verrà confermato Toloi, si punterà su un altro centrale, poi arriverà un esterno basso. Probabile che arrivi anche un portiere, perchè non so quanto si possa fare affidamento su Skoroupski. Un acquisto arriverà di sicuro a centrocampo, e sarà di livello: il sogno è Paulinho, ma piace molto anche Allan dell’Udinese. Per l’attacco, la media gol di Destro può aver cambiato i piani: ora si è più orientati verso un attaccante laterale. Piace molto Aubmaeyang, sarà difficile prenderlo, ma la Roma ci proverà. Kolarov è un profilo che interessa alla Roma, sia a Garcia che a Sabatini”.

Paolo Franci (Rete Sport): “Kolarov io lo prenderei subito. Il gestaccio fatto ai tifosi della Roma? Lo prenderei ancora di più. Io sono uno di quelli che gode ancora di più a portare i nemici tra le mie fila.”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Dopo aver abbattuto tutti i tabù, sarebbe bello toglierci anche quello di battere il Catania.”

Ugo Trani (Rete Sport)“Kolarov? Io dico no. Non mi piace, non è il mio terzino ideale e poi fece un gestaccio ai tifosi della Roma. Preferisco Dodò. Non bisogna prendere per forza uno che sta in scadenza. Non credo che ci sia la fila per Kolarov, perchè si punta su di lui? Devo pensar male? Io prenderei anche uno come Antonelli. Certo, bisogna vedere quanti soldi hai a disposizione per il mercato. Per l’attaccante il profilo ideale è Jackson Martinez, perchè forte di piede, è forte di testa, sa giocare prima punta ma anche sulla fascia. Altrimenti Aubameyang andrebbe bene, anche se ha meno peso ed è più contropiedista”.

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Non parlerò del fallo di mano di Ogbonna, perchè questa è la normalità ormai. Ancora vi stupite dopo tutto questo tempo? Aveva ragione Sensi quando diceva che sono un’associazione per delinquere. C’ha rimesso la salute per combattere una battaglia che però non ha avuto i risultati sperati. Io spero che il silenzio della società sia il preludio di un lavoro a fari spenti. Io ce l’ho un nome che potrebbe essere il perno di un calcio nuovo. E il nome che mi viene in mente è Malagò. So che Abete non lo può soffrire. Spero che sia lui l’uomo della svolta. Io credo che si stia facendo un lavoro a farsi spenti per fare si che “

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “L’episodio di Ogbonna è clamoroso. E’ clamoroso il fatto che non abbia giocatore Berardi. C’è sempre qualcosa di clamoroso quando gioca la Juve. Anche questa contro il Sassuolo è una partita macchiata, su questo non ci piove. Garcia è un grande, ieri ha ridetto che bisogna non vendere nessuno e comprare un giocatore per reparto. Lui è l’uomo della provvidenza, è il direttore generale che tutti sognano di avere”.

Luca Valdiserri (Rete Sport): “La Juve sa che il prossimo anno le rivali saranno Roma e Napoli, perchè Inter e Milan dovranno ancora ricostruirsi. Ma può essere che una delle due possa essere la sopresa, come lo è stata la Roma quest’anno. Penso che questa schermaglia Garcia – Conte, un po’ sia logica, un po’ sia l’inizio anticipato della prossima stagione”.

Franco Melli (Radio Radio): “Anche ieri c’è un mani clamoroso di Ogbonna che nessuno ci ha spiegato. A Sky ci hanno detto che il gioco era fermo, ma non è vero. E nessuno che ieri ha fatto una domanda per chiarire la questione. Se poi vogliamo dire che è tutto regolare, che va tutto bene, allora contenti voi. Che aggettivo dò al campionato della Juve? Cloroformico, perchè ha rincoglionito tutti. Questa è una squadra che in Europa prende schiaffi da tutti, e giovedì lo vedrete.” 

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma dovrà tenere conto del fatto che l’anno prossimo dovrà fare 15 partite in più, si spera, e quindi dovrai essere in condizione da subito e poi tenere il più possibile. La Roma ha fatto una cosa clamorosa, i meriti vanno riconosciuti alla Juve, ma anche alla Roma. Il rammarico di Garcia è quello di aver fatto una stagione irripetibile, eppure si ritrova con un pugno di mosche. Io prenderei due giocatori di livello superiore. Ampliare la rosa è d’obbligo, ma andrei su giocatori di garanzia. Basterebbero due giocatori di livello uguale o superiore a quelli che hai. Stipendi contenuti? Allora non puoi prendere giocatori di un certo livello. Devi per forza fare uno sforzo per essere al massimo livello, puntare anche a calciatori che guadagnano 5 milioni l’anno. Il prossimo anno dovrai essere forte in campionato, che sarà più competitivo, e in Europa. Altrimenti non sarai in grado di reggere il doppio impegno. Lamela? Fisicamente è un treno, ma per essere campione serve un carattere e una personalità che forse non ha: non è il primo e non sarà l’ultimo.”

Roberto Renga (Radio Radio): “La preparazione del prossimo anno, con la Champions di mezzo, dovrà essere completamente diversa, su questo non c’è dubbio. Garcia è un preparatore, e studierà degli interventi ad hoc. Martinez e Iturbe mi piacciono, Paulinho quest’anno non è andato bene e questo potrebbe far calare la sua valutazione. I nomi per la difesa invece non mi convincono. Il prossimo anno dovrai lottare contro squadre più forti, sia in Italia, sapendo che dovrai giocare anche in Europa. Servono tre grandi acquisti, perchè la Roma deve essere più forte di quello di quest’anno. Flop di Lamela? Si è infortunato, poverino…io vorrei vederlo quando sta bene. L’anno scorso è andato bene fino a quanto c’è stato Zeman, poi sia lui che Marquinhos sono andati molto male.”

Furio Focolari (Radio Radio)“Lamela un flop? Io ci andrei cauto. Perchè in Premier allora anche Gervinho è stato un flop. Ci sono giocatori che in Inghilterra non si trovano. Io Lamela me lo prenderei tutta la vita, secondo me è un giocatore importante. Ieri il Sassuolo ha fatto una partita che non mi aspettavo, eppure la Juve è stata splendida. Ha fatto una stagione stratosferica, ha vinto questo scudetto nonostante il campionato pazzesco della Roma”.

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “L’allenatore del Forlimpopoli dopo aver rubato l’ennesimo scudetto si permette di dare del provinciale agli altri. Franco Sensi ha usato il termine più adatto per definire la banda che comandava il calcio. Viola diceva sempre che quando si gioca con la Juventus, si deve provare a vincere 3 a 0 perchè solo giocando con quella grinta e determinazione, forse si pareggia. Tre acquisti per vincere lo scudetto? Non so se basterà, bisogna vedere anche come si muoverà la Juventus sul mercato. La Roma ha dimostrato che può metterci le tende al vertice del campionato, almeno per un po’.”

(CONTINUA…)

2 Commenti

  1. Beh qualche strillo comincia a far bene non sono del tutto negativi i commenti degli arcinoti antigiallorossi e poi a focolari riponi quella bandiera bianconera solo tu non hai capito la rubentus come ha vinto pure il benefica trema e volete sapere come si muoverà marmotta sul mercato?facile aspetterà quali sono gli arbitri promossi quest anno.ah ah ah

  2. noi abbiamo un grande uomo completo di tutto ed anche un grande allenatore mi stava disgustando questo calcio pieno di ipocriti finalmente un’uomo concreto. grazie padreterno che celai mandato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome