ON AIR – FELICI: ”Feng c’è, non è un’invenzione”, PETRUCCI: “Ecco perchè gioca Taddei e non Ljajic”, BERSANI: ”Rizzoli? Scena patetica”, PRUZZO: ”Il contatto Benatia – Sansone c’era”, ROSSI: ”Pensiamo al secondo posto”, CORSI: ”Roma capolavoro di questa società”

6
101

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Se gioca Romagnoli come terzino sinistro, pur avendo a disposizione Dodò, vuol dire che il brasiliano è stato bocciato da Garcia. Si può dire, o no? De Rossi mi sembra molto giù dal punto di vista del ritmo partita, quello stop di tre giornate gli hanno fatto malissimo.”

Antonio Felici (Centro Suono Sport): “Feng? C’è, eccome. L’interessamento c’è stato e c’è ancora, mentre c’è da parte di Pallotta una mancanza di disponibilità a farlo entrare nella Roma, che è una cosa assolutamente legittima. Però non si venga a raccontare che la storia di Feng sia una chiacchiera da bar e basta, perchè non è così”.

Pino Cerboni (Centro Suono Sport): “Lo stadio della Roma? Sono convinto che si farà. La partita di ieri? Sento dire che la Roma ha sofferto, ma a me sembra che giocando una volta ogni tre giorni si giusto dosare le proprie forze. La Roma ha dominato i primi minuti, poi ha trovato il gol e ha amministrato la gara. Arrivare secondo è fondamentale, anche in fase di mercato, perchè avresti comunque la certezza di giocare la Champions. Destro sta dimostrando di essere quell’attaccante da oltre 15 gol, ma serve comunque un altro bomber. Dodò? Nessuna bocciatura, giusto che giocasse Romagnoli visto che serviva un terzino di contenimento. Ljajic non ha convinto Garcia sotto qualche punto di vista, mi dispiace perchè il giocatore mi piace, ma se Garcia la vede così ha ragione lui, sto con l’allenatore”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Il Napoli con la Juve non ha vinto, ha stravinto. Io sono contento, soprattutto perchè sono sempre contento quando perde la Juve. La Roma, che ha chiuso il mercato in attivo di 30 milioni, è seconda per sfiga. Questo è un capolavoro della società. Molti dicono che sia fortuna, ma io questa cosa non la capisco: dobbiamo essere onesti, lasciamo da parte queste cose del passato, la Sensi, Soros…lasciamole a Baldissoni queste cose. Questa Roma è frutto di bravura e un pizzico di fortuna. Non dobbiamo essere rancorosi. La Roma con dei ritocchi importanti, può fare un’ottima Champions e puntare allo scudetto, che dovrà essere il vero obiettivo del prossimo campionato”. 

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “Per il prossimo anno serviranno giocatori che abbiano carisma e caratura internazionale. Un nome che suggerisco in tal senso è Griezmann, esterno offensivo della Real Sociedad che è davvero fortissimo e nella Liga ha già fatto 15 gol. E’ un giocatore che farebbe bene da subito pur essendo giovane”.

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Bisogna battere il Parma per tenere lontano il Napoli, che è pericoloso. Se la Roma batte gli emiliani andresti a nove punti, che sarebbero dieci per lo scontro diretto, e a sette giornate dalla fine vorrebbe dire che è praticamente fatta. A me sinceramente non va di parlare di una possibile rincorsa alla Juventus, per me il campionato è già deciso. Se la Roma vincesse mercoledì e andasse a otto punti, mi salirebbe il veleno per quello che è successo quest’anno. Il rigore su Sansone? Non c’è nulla da dire, non è rigore, non è niente. C’è contatto? Per essere rigore deve esserci fallo, non basta il contatto”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Rigore su Sansone? Si, se soffre il solletico…La Roma per venti minuti impartisce una lezione di calcio al Sassuolo, poi abbassa i ritmi, forse per il caldo. Ma controlla la gara senza permettere al Sassuolo di tirare in porta. Poi fa il due a zero e tutti a casa. Lo fanno le altre squadre, e sono cattive e ciniche, lo facciamo noi e non va bene. Ieri dopo la partita mi sono messo con le cuffiette per sentire le radio, e mi sembrava che avessimo perso…” 

Franco Melli (Radio Radio):La logica dice che una rimonta è impossibile. Peccato che quel Roma – Juventus arrivi così tardi, perchè se fosse capitata prima forse qualche speranza in più era possibile. Il calendario poi è molto favorevole per i bianconeri, secondo me ad eccezione della Roma farà filotto”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il Sassuolo è nettamente inferiore alla Roma, su questo non ci piove. Ma nello specifico, Sansone per me viene toccato da Benatia. In campo c’è la sensazione di essere stati defraudati, come può essere la partita del Sassuolo da quella cosa in avanti? Se al posto del Sassuolo ci fosse stato il Napoli, o la Juve, o la stessa Roma, apriti cielo, sarebbe successo il finimondo. Invece capita al povero Sassuolo, e va bene così. Benatia dice che non l’ha toccato e che Sansone è scivolato? Ma non è vero che è scivolato, ma cosa dice Benatia,..dice solo una sua sensazione “

Roberto Renga (Radio Radio): “Rimonta Roma? Orientativamente dico no, ma fino a quando è possibile…Anche se dovesse battere il Parma, andrebbe a otto punti e mezzo, perchè c’è lo scontro diretto che la penalizza, e sono tanti. La rimonta sarebbe possibile sono in caso di tracollo della Juventus. Rizzoli ieri mi ha fatto tenerezza. Si è messo a parlare con i giocatori, che quasi mai sono sinceri. La prossima volta cosa farà, consulterà i panchinari e i tifosi sugli spalti? Se Rizzoli ha fatto bene, allora via gli arbitri, non servono più.”.

Furio Focolari (Radio Radio): “Sognare è lecito, ma la Roma dovrebbe vincerle tutte, e la Juve quante ne dovrebbe perdere? Se il Parma è quello di ieri, la Roma mercoledì vince facile. La Roma però non è in forma, non ha brillato nemmeno contro il Sassuolo. Deve battere il Parma e vincere a Cagliari per restare a -8, visto che la Juve vincerà facile con il Livorno. Dopo mancheranno sei partite, e recuperare nove punti alla Juventus è difficilissimo. Rizzoli? Roba da Stanlio e Ollio. Il rigore probabilmente non ci stava, anche se il contatto c’è stato, ma non sono i giocatori a doverlo stabilire. Rizzoli ha commesso un errore clamoroso, anche a livello tecnico.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Se c’è un piano su Ljajic, Jedvaj e Dodò, allora va bene tenerli. Se invece non sa bene cosa farci, allora è meglio mandarli via. Devo dire che ieri che le scelte di Garcia hanno chiarito un aspetto: di certo non si può dire che non siano un problema per la Roma. Ma tutti i problemi si possono risolvere. Loro non saranno felici, ma per ora sono stati ben gestiti, infatti non c’è stato nessun caso di ammutinamento”.

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “La Juve con il risultato di ieri ha spiegato il perchè di tanta agitazione di Conte. Per me però il campionato non si è riaperto, perchè il margine di vantaggio è ancora enorme. Peccato, perchè Roma, e forse anche il Napoli, avrebbero potuto giocarsela. Di Francesco? E’ un pesce in un barile, è un falso modesto, o un modesto falso. Lui è l’emblema di questo campionato: perde con la Juve e ride, perde strameritatamente con la Roma, e si incacchia. Ljajic? Qualcuno ci racconta ancora che è stato escluso per il caso Napoli per un mezzo errore, mentre magari c’è dell’altro…non sarà forse che a Trigoria non gli va tanto di allenarsi col piglio giusto? Taddei mi aveva fatto un’impressione così così con l’Udinese, ieri sono rimasto assolutamente esaltato. Ecco perchè gioca lui e non Ljajic: quello che conta sono i comportamenti.”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “La pantomima di Rizzoli è stata patetica. Il Sassuolo è di una pochezza disarmante. Garcia preferiva la vittoria del Napoli? E’ la dimostrazione di una grande mentalità, ma io credo che solo un miracolo potrebbe riaprire questo campionato. La Roma deve ancora guardarsi dal Napoli, che con la vittoria di ieri sulla Juve si rilancia e dimostra di non voler mollare per il secondo posto”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Quello che è successo è inammissiibile, Rizzoli faceva quasi tenerezza. Sembrava di stare al mercatino, dove si trattava sul rigore. Poi si discute sulla moviola in campo e sul fatto che si perderebbe troppo tempo per aspettare la decisione: ieri quella sceneggiata è durata ben 5 minuti. Ljajic? Gioca spesso a nascondino, va sempre a nascondersi in zone del campo dove non può fare danni”

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport): ”Se fossi un tifoso juventino a 7 giornate dalla fine con 8 punti mi sentirei tranquillo, e se anche la mia squadra avesse delle crepe, subentrerebbero congiunture astrali. L’obiettivo di Garcia è accorciare il distacco, sa che è un’impresa titanica, ma colmare il gap significherebbe ribadire che la Juventus ha avuto molti favori. Ho visto un grande Rodrigo Taddei, è entrato con il piglio giusto, io gli rinnoverei subito il contratto”.

(CONTINUA…)

6 Commenti

  1. Parla sempre contro la Roma…sempre! Da inizio stagione sfonda gervinho e esalta quella nullità di ljaic ….nella memoria di noi romanisti deve essere cancellato…è peggio de damascelli

  2. Pruzzo o è della lazio da sempre o s’è venduto per stare in quella radio di poveracci…….in entrambi casi è uno schifoso…

  3. Avete ragione tutti, alcune volte per essere richiamato dai vari radio e siti internet devi iniziare le polemiche, e Pruzzo lo fa alla grande. Ma, dietro di tutto si nasconde la sua rabbia per ragioni sconosciuti…

  4. ragioni sconosciute? quello ke je rode e di non essere in società come Conti e il cicoria. aveva iniziato ad allenare e, probabilmente, pensava di meritare un posto nelle giovanili della Roma. Ma quella era la Roma dei Sensi. Adesso a ki la vuol far pagare?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome