ON AIR – PETRUCCI: «Contro questa Juve c’è poco da fare», BERSANI: «Ma non intristiamoci», VALDISERRI: «Stupido punire tutta la curva», CORSI: «Perchè non mandarci i bambini?»

0
479

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento! 

David Rossi (Tele Radio Stereo)”Vinciamo il tricolore. Mi sono convinto. Se i bianconeri faranno più di 90 punti,  chapeau, saranno la squadra migliore di sempre del campionato italiano. Se invece stanno avendo la loro fase di picco, e conosceranno una fase di calo , allora anche loro pareggeranno qualche partita. Viviamo partita per partita, mancano ancora un enormità di punti.”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La Roma vuole spiegare in modo grottesco che i tifosi non hanno detto “Rossoneri squadra di neri”, ma “Rossoneri carabinieri” che è una difesa bellissima…mai sentita una cosa così stupida. La seconda versione che viene data ai giornali invece è quella di punire chi era a San Siro, visto che i nominativi ce li hanno. Io ivece userei la terza, che poi è quella che non si vuole fare,  e cioè di portare i bambini in curva. Io avrei mandato i ragazzini delle scuole di Roma gratis, con degli accompagnatori che gli spiegano che non vanno insultati i tifosi avversari e l’arbitro. Questo sarebbe stato un bel messaggio da mandare. Ora vedremo cosa farà la Roma, alla Juve gli faresti male due volte perchè gli fai vedere che i bamini a Roma non insultano nessuno”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo):  “Non mi sembra questo il momento per deprimersi perchè la Juve sta prendendo il largo. La malinconia ti porta solo negatività, perdersi dal punto di vista della concetranzione vorrebbe dire compromettere quanto di eccellente sta facendo. E’ evidente che qualcosa non funziona più, sia venuto a mancare, ma chiudiamo l’anno con una vittoria e ripartiamo con protagonisti ritrovati. Io di calcare la manco contro le seconde linee di questa squadra non me la sento, come se non conoscessimo quello che possono dare gente come Burdisso o Bradley. Anche lo stesso Ljajic, che ha un grande potenziale, ma deve ancora dimostrare tutto”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Cosa significa squalificare le curve e pensalizzare il 90% delle persone che non hanno partecipato alla trasferta? E chi stabilisce chi è razzista e chi no, o qual è l’insulto che può essere pronunciato e quale invece no? Questo è un paese di incapaci, di inadeguati, e noi siamo in balia completa di queste persone. Spero che Malagò riesca a fare qualcosa, anche se ha a che fare con uno stato che quando legifera fa soltanto danni. Io penso che contro questa Juve ci sia poco da fare, anche se compri due o tre giocatori straordinari non riusciresti a pareggiare il gap. Se continuano così stabiliranno qualche record e noi ci interrogheremo maliziosamente sulle loro capacità anche energetiche”.

Ugo Trani (Rete Sport):“Non do sentenze sui nomi che ho visto uscire in ambito di calcioscommesse. Anche se su Gattuso sarei pronto a mettere la mano  sul fuoco. Per quanto riguarda la chiusura della curva sud penso sia una cosa vergognosa. Io ero a Milano e posso assicurare che questa volta dalla tribuna non si è sentito niente.”

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport):“E’ delittuoso lasciare in panchina Alessandro Florenzi per far giocare un calciatore come Bradley, che pur essendo un ragazzo generoso, manca di qualità. Questo è un lusso che non ci possiamo permettere soprattutto in mancanza di Pjanic.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Nel mondo la giustizia non esiste, esistono solo gli interessi. Nel calcio non riescono nemmeno a fare i propri interessi. Se ci sono i video che dimostrano che non è stato fatto quel coro, bisogna capire come vengono prese certe decisioni. A parte che il coro “rossoneri squadra di neri” non è razzista, il termine “nero” non è discriminatorio. Detto questo, il problema è un altro: hai i nomi dei 1.700 che stavano a Milano, allora prenditela con quelli e non con tutta la curva sud: cosa c’entra il tifoso che quella sera aveva portato a giocare al bingo la nonna? E’ una decisione che non ha senso”

(CONTINUA…)

Articolo precedenteQUI TRIGORIA – Destro e Totti ok, sarà ballottaggio. Castan out, ma domenica ci sarà
Articolo successivoCalcio-scommesse: ecco cosa rischiano le società coinvolte

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome