“ON AIR!” – BERSANI: “Mi aspetto un acquisto di grande impatto”, CORSI: “Con Mourinho non può essere che così”, PIACENTINI: “Quella di domenica non sarà l’ultima di Dzeko con la Roma”

18
1004

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le  frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Iacopo Savelli (Roma Radio): “La stagione si sta per chiudere, la Roma sono certo che arriverà settima. Inutile tornare sui soliti discorsi, sul fatto che si poteva fare di più. Quello che è stato è stato, io guardo sempre avanti. Ora la Roma ha annunciato con largo anticipo il nome del nuovo allenatore, e già si fanno 50 nomi al giorno, sia in uscita che in entrata. Ognuno fa il proprio mestiere come vuole, ma ci vuole un po’ di coerenza e un po’ di serietà. Non si può passare dalla lista di Sarri a quella di Mourinho…”

Jacopo Palizzi (Tele Radio Stereo): “Su Zalewski so che c’è l’interesse della Sampdoria. Zalewski e Darboe sono stati chiesti da Cairo, due giocatori che potrebbero andare al Torino, magari con la formula del prestito, in una ipotetica trattativa per Belotti. La cosa certa è che Roma e Toro hanno parlato di Belotti, e in queste chiacchiere sono stati fatti i nomi di Darboe e di Zalewski nel momento in cui si intavolasse una vera trattativa per l’attaccante granata. Quello di Belotti è una delle poche cose certe, è uno dei sondaggi certi che ha fatto la Roma…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “E’ normale che ci siano difficoltà a trovare i nomi giusti per la Roma. Ragazzi, è il 21 maggio e siamo già intorno ai 65 nomi… La Roma al settimo posto non interessa molto, forse nemmeno ai giocatori, e a livello mediatico conta meno di zero. Ma come si può pensare che il 21 maggio ci siano delle certezze sul mercato della Roma. La Roma ha scombussolato i calendari annunciando per la prima volta un allenatore davvero speciale. Ma pensare che da qui a maggio si capiscano i nomi che formeranno la rosa è una follia, è un delirio…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Florenzi di ritorno alla Roma? Con tutta la stima per il ragazzo, sarà bello e bravo, però basta… Chi vorrei tra lui e Reynolds? Vabbè, ovviamente Florenzi, ma questa non è più la Roma di Pallotta, ora è la Roma di Friedkin. Depay e Belotti? Io non vorrei nessuno dei due, ma mi fido di Mourinho. Ragazzi, cerchiamo di comprare giocatori buoni. Ma con Mourinho non può che essere così. Basta con certi nomi…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Se prendi Rui Patricio in porta, è comunque uno che ha quasi 100 partite in nazionale, è un buon portiere. Se hai Florenzi e Karsdorp da una parte, Spinazzola e Calafiori dall’altra, hai Mancini, Smalling, Kumbulla e Ibanez come centrali. A centrocampo prendi Wjnaldum a parametro zero, e gli metti Veretout accanto con i vari Cristante e Villar in panchina. Sulla trequarti hai Pellegrini, con Zaniolo a destra e Depay a sinistra, e di punta Belotti. In panchina ti tieni El Shaarawy, Perez e Borja Mayoral. Prenderesti due parametri zero e due da comprare. E’ una squadra sostenibile, che puoi provare a fare piazzando gli esuberi. Non è una squadra da due lire, ma con Mourinho è il minimo che ti immagini…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Dzeko? Per me quella di domenica non sarà la sua ultima partita con la maglia della Roma. Però credo che dovranno essere trovate delle soluzioni alternative al dovergli pagare altri 7,5 milioni l’anno prossimo, perchè questo ti impedisce di prendere un altro centravanti che prende anche 4,5. Se poi però mi dici che vanno via Mkhitaryan, Pedro, Nzonzi, Olsen, Pastore, Fazio e Santon, allora ne puoi prendere anche due di centravanti. La Roma ha una serie di giocatori inutili che nella rosa guadagnano come Belotti. E Belotti, se hai Juan Jesus e Nzonzi, non lo puoi prendere…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Il settimo posto lo diamo quasi per scontato, visto che alla Roma basterebbe il pareggio per stare davanti al Sassuolo. Dando per assodato questo, devi capire cosa vuoi fare con questa famigerata Conference League. Se la usi per far giocare la under 23, per dare minutaggio a chi gioca meno, è un conto. E’ una competizione che o la fai per vincere, oppure la giochi per uscire subito e concentrarti sul campionato. In difesa non c’è da fare chissà che, devi solo decidere su Ibanez. Lì non sono tanto preoccupato. La differenza la devi fare in mezzo al campo…I ruoli scoperti della Roma sono facilmente individuabili, e spero che Mourinho si stia attivando anche e soprattutto per studiare delle soluzioni. E non potranno essere tutti da mille e una notte, ma un nome di impatto me lo aspetto, quello sì…”

Marco Juric (Rete Sport): “Una squadra che dovrà ancora giocare tre partite a settimana non può avere una rosa corta, ma almeno di 22-23 giocatori. Io penso che l’anno prossimo ci sarà un’aggregazione reale di alcuni Primavera alla prima squadra. Mi aspetto una convocazione fissa del Darboe della situazione, che sarà convocato a ogni partita. Io credo che sceglieranno 3 o 4 giovani che non vedranno più la Primavera, ma saranno stabilmente in prima squadra, e che allungheranno la rosa a 23 calciatori…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteDzeko, la moglie sui social: “Spero che non sia l’ultimo allenamento…” (FOTO)
Articolo successivoRanieri lascia la panchina della Sampdoria : “Non ci sono i presupposti per restare”

18 Commenti

  1. Sono contento di non leggere più una parte di giornalisti formellesi che nulla hanno a che spartire con la Roma.
    Manco la signora dei prosciutti ha nulla a che spartire con la Roma.
    Ahinoi é insopportabile
    Sempre forza Roma

    • qua de insopportabile ci sei solo tu, e accanna un attimo no?
      perché anche quando non afferma cose che vanno contro la Roma lo devi sempre insultare? dì la verità t’ha fregato la donna eh… sennó nun se spiega sto continuo stillicidio, sei veramente pesante!!!
      FORZA ROMA SEMPRE

    • È vero, poi non capisco sta voglia di infilare TTT in società…. Per forza ci deve essere… Stanno proprio martellando su questa cosa, quando lo stesso TTT ha negato tutto.

  2. “si fanno 50 nomi al giorno, sia in uscita che in entrata. Ognuno fa il proprio mestiere come vuole, ma ci vuole un po’ di coerenza e un po’ di serietà.”

    JACOPO SAVELLI SINDACO DE ROMA!!!!
    Sono quasi commosso.

  3. Non riesco a dare credito a ste voci la proprietà come percourinho nonbrivela nulla se non dopo aver concretizzato ,meno così il resto tutti fumo ,come qualcuno ha già detto non sanno nulla rincorrono silo voci

  4. Ciardi esprime un concetto che condivido zero. Non é la ROMA 7 in campionato e senza coppe, quindi priva di “appeal”, la causa del non conoscere i nomi trattati dalla società. Sarebbe stato eguale fosse stata in Champions, campione d’Italia o in B (si fa per scherzare)… i 65 nomi a oggi che cita sono unica conseguenza del “lavoro” d’indagine e indefessa analisi delle fonti (tranne le fonti di rosso sincero e birrette fresche) della categoria giornalistico sportiva tutta.

  5. per quanto possa essere meno importante delle altre coppe, il voler far passare il messaggio, che la conference sia una specie di serie b o c del calcio denota un’assoluta ignoranza o malafede da parte di chi esprime questi concetti.
    il Tottenham o l’arsenal giocano in serie B ? Non mi pare, le retrocesse che arriveranno da champions ed Europa League idem, le altre squadre che arriveranno da francia e spagna venderanno cara la pelle.
    Quanta pochezza da parte di questi pseudo giornalisti.

  6. Alla Roma serve l’erede di Dzeko ed esiste, gioca in Germania, al Wolfsburg, è duchmen e si chiama wout werghoust!!! Immenso!!

  7. Il commento di Marco Juric mi sembra quello più condivisibile: se vuoi affrontare seriamente campionato, Coppa Italia e Conference League non puoi avere una rosa troppo corta. Sono d’accordo anche sul “largo ai giovani”, ovviamente limitato ai ragazzi dotati di vero talento e, come si usa dire, con tanta fame.

  8. Dzecko e’ sempre stato accontentato basta guardare l’ingaggio, alzato l’ultima volta quando in realtà forse non ce ne era neanche bisogno, gran giocatore per carità, ma dal canto suo quest’anno ha fatto male, non dimenticando anche la sua parte nella lite con di seca che ha mezzo impiccato la stagione, si accordasse per due anni riducendosi l’ingaggio.10 milioni per due stagionk ed abbiamo un grande centravanti motivato con un top come mou..e tutti contenti …sempre forza Roma

  9. Corsi sa i giocatori che servono alla Roma, è bravissimo, dice servono i nomi, con i soldi degli altri lui è fenomenale! La Roma ha bisogno di un portiere affidabile, questo è sicuro. La difesa va puntellata con un giocatore di sicura esperienza perché Smalling non dà garanzie fisiche al 100%. A centrocampo ci vuole qualcuno di più potenziale di Pellegrini che solo il fatto di aver detto che hanno staccato la spina e che si sono concentrati alla Europa League sarebbe stato da togliergli immediatamente la fascia e questo dimostra come nella squadra sia mancato il braccio forte dell’allenatore. E qui la scelta di Mourinho per cui queste cose non capiteranno per l’anno prossimo. Serve gente di carattere forte e che ‘senta’ la Roma dentro il cuore. Di Bartolomei avrebbe fatto la voce grossa con i compagni di squadra e non avrebbe fatto scendere l’importanza di ogni singola partita. Prenderei subito Sanches vendendo Pellegrini. Fonseca aveva delle idee di gioco che sono interessanti, però in difesa e nella lettura della partita difetta molto e poche volte indovina i cambi, cosa che un Allegri e un Mourinho invece hanno nel corso della partita. Si creerà una spina dorsale forte con lo Special One e che ci saranno giocatori che daranno spinta emotiva forte nel gruppo e sostegno quando ci sarà da difendere, visto che la squadra sarà pericolosa nelle ripartenze nel tipo di gioco che proporrà. Un Bellotti non va bene, Icardi può essere ottimale perché è un finalizzatore come Batistuta, anche se non è Batistuta. Depay ama la città però non è detto che venga. A me piacerebbe Kean, però sarebbe difficilissimo. Sarebbe curioso da provare Zaniolo come falso nove. Chissà! Alla fine soltanto Mourinho capirà durante la visione diretta dei giocatori prima del campionato, cosa si adatta meglio per la squadra e dove deve essere fortificata. Di certo serve gente trainante e forte fisicamente e mentalmente.

    • Marione infatti dice a Centro Suono Sport: “Dzeko-Belotti sarebbe una bella coppia, Dzeko sa anche giocare a pallone. Possono fare una ventina di gol a testa. In quest’ultimo campionato in due hanno fatto come dice lui. 😄😄😄

  10. Si vocifera kane poi Depay poi una decina di attaccanti piu’ o meno conosciuti a noi profani ma nessuno parla quasi quasi penso l ho sognato lo spero ma come sarebbe possibile…e’ assurdo ma se i nostri presidenti ci fanno un grande regalo per i prossimi tre anni e’ svincolato gli paghi lo stipendiuccio che prende TANTO ma MESSI alla Roma No ?!?!….. Te lo ripaghi con pubblicita’ introiti delle televisioni… Mou e Messi insieme e’ assurdo ma visti i nomi che circolano….Magari

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome