“ON AIR!” – CORSI: “L’aria che si respira è quella della guerra”, ROSSI: “E’ una tragedia per il paese”, MAGNI: “Prudenza, ma non mandiamo l’Italia per terra”, LO MONACO: “Campionato chiuso? Certi club potrebbero sparire”

18
3052

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “L’Uefa non si arrende davanti all’emergenza e si continua a giocare…ma penso che si arrenderanno anche loro. Ormai queste partite si giocano, ma credo che poi i sarà uno stop. L’unica soluzione sarà quella di rinviare gli Europei, e pazienza… Cristante unico centrocampista disponibile per la partita col Siviglia, io penso che giocherà Villar visto che ha dimostrato di saperci fare e di non avere timori… Sarà una doppia partita molto strana, non so proprio cosa aspettarmi…tutto diventa diverso… Pallotta? La gestione meritava un riconoscimento, ho sempre visto intenzioni positive, sempre… Il fatto che chiuda senza trofei la trovo un’ingiustizia…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Pallotta ha commesso tanti errori, ma noi gliene abbiamo fatte di tutti i colori… Quando la Roma arrivava seconda dicevamo che la società viaggiava in maniera diversa, che sembrava più avanti della squadra…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Tutta Italia è stata fermata. Parlando di Roma il professor Ricciardi dice che gli assembramenti che ci sono stati le notti a San Lorenzo o da altre parti li pagheremo tra una decina di giorni… Criminalizzare i ragazzi perchè sono stati incoscienti non mi va, però questa è una storia… Bisogna credere a chi dice che è un po’ più dell’influenza o a chi dice che è molto peggio? Non è facile capire la gravità della cosa. Qua sotto casa mia c’è la fila per entrare nei supermercati…L’aria è quella della guerra…è stranissima…è tutto fermo, tutto bloccato… Le parole di Diaconale? Uno così va radiato per una cosa simile…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Non estremizziamo un provvedimento molto severo, non si capisce se il focolaio può arrivare a Roma da un momento all’altro, ma se volete andare a farvi una passeggiata o portare vostro figlio al parco lo potete fare…E’ chiaro che non me ne vado per bar e ristoranti tutto il giorno… Il problema è che non si sa chi è uscito dalla zona rossa, e dove è andato…lo sapremo tra una o due settimane… Il calcio? Era previsto ampiamente. La gaffe in casa Lazio è ingiustificabile, è stata una gaffe epocale… Roma-Siviglia? Il campo neutro ci sta, tanto le porte sono chiuse…però qualcosa va studiato. Difficile ora parlare di altro, della formazione o di altri problemi…”

David Rossi (Roma Radio): “Ragazzi, prendete questa cosa sul serio…è vero, la malattia in tantissimi casi non è letale, ed è gestibile anche a casa. Per favore, mettete da parte le cazzate da social, che è stato Trump per stoppare la via della seta…ve lo chiedo per favore…c’è gente che dice che lo hanno tirato dagli aerei…vi prego, vi scongiuro, non date retta a questi quattro dementi…Questa è gente che non voleva vaccinare i propri figli e ora pregano che venga trovato un vaccino per il Coronavirus… Questa economicamente sarà una tragedia per il paese, spero che ve ne siate resi conto…ma siamo usciti da due guerre mondiali, usciremo anche da questa, ci mancherebbe altro…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “C’è incertezza su quello che succede, le cose cambiano molto rapidamente e per questo ieri la gente ha preso d’assalto i supermercati… E’ ovvio che la prudenza non è mai troppa, ma teniamo presente, ove possibile, che dobbiamo anche stare attenti a non metterlo a terra questo paese… Se il governo ci dice che possiamo pranzare in un ristorante, se ci va facciamolo…non dobbiamo mandarlo per terra il paese…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Noi in genere ci distraiamo parlando di calcio, ma ormai è impossibile…anche perchè secondo me tra un po’ annulleranno anche le coppe europee…E’ una cosa che non sta né in cielo né in terra…Stiamo inventando un calcio che non ci piace, fuori dalla realtà, di virtuale…Anche il Valencia che stasera ospita l’Atalanta, è una partita del nulla…E’ facile dire “cancelliamo l’Europeo e giochiamo a luglio”, ma chi è in scadenza di contratto? Smalling il 30 giugno torna al Manchester e che fa? Non gioca per la Roma? E’ chiaro che bisogna inventarsi qualcosa, ci sono delle questioni che vanno risolte…”

Daniele Lo Monaco (Rete Sport): “Qua c’è il rischio che fermando il calcio ora, non è che poi si riapre tranquillamente…non parliamo di un ristorante che chiude ora e rinuncerà alle vacanze…al 24 maggio ci sono 8 domeniche…e le partite sarebbe impossibile recuperarle. Significherebbe che il campionato di calcio non si può completare, significa che Dazn e Sky non possono più vivere, e che le società possa sparire…non parlo della Roma, ma dei club più in difficoltà. Dobbiamo accettarlo per il Coronavirus? Va bene, accettiamolo…si fa tutto per la salute…ma rendiamoci conto che ci sono questi interessi in ballo…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Siamo davanti a una situazione drammatica, voglio vedere se la gente adesso non si attiene alle indicazioni…”

Franco Melli (Radio Radio): “Il calcio è meno contagioso di tante attività che vanno avanti impunemente. È assurdo che le squadre italiane siano ferme in Italia e giocano in Europa. Per coerenza bisognerebbe squalificare le italiane, che senso ha che stasera giochi l’Atalanta o che la settimana prossima giochi la Juventus?…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Se gli italiani, dopo un decreto come questo, comunque non capiscono… mi arrendo. Intanto a Milano un diciottenne è finito in rianimazione… ragazzi, questo virus ama anche i più giovani…fate i bravi…”

Redazione Giallorossi.net

18 Commenti

  1. Incredibile ma può accadere Per la prima volta mi trovo concorde con il parere di Renga😯
    Tanti auguri di cuore al 18enne finito in rianimanizione
    “Un abbraccio virtuale a tutti coloro che in questo momento stanno soffrendo e a tutti gl’Operatori Sanitari che si stanno prodigando sensa sosta per salvare quante piu’ vite possibili”
    Melli e Magni – 1000 volte meglio le parole di un Corsi che le vostre E ho detto tutto.
    Stendiamo un velo pietoso Scuola Diaconale?!🤔🤨

  2. Però in una situazione drammatica come questa, per favore basta ascoltare gente come Melli o Diagonale, che ragionano ancora con il tifo Lazio dentro le viscere.Sono ripugnanti.
    E poi per marione, ragazzi o non ragazzi, se con il loro comportamento scriteriato e irresponsabile, mettono a rischio la salute di tutti, vanno fermati a tutti i costi, altro che non vanno criminalizzati, basta con questo buonismo d’accatto in casi come questi i ragazzi hanno un cervello e devono usarlo, se non lo usano vanno puniti

    • La famosa giustifcazione “eh, ma so’ ragazzi”.
      No, so’ deficienti con genitori imbecilli.

  3. Stamattina presto m’è venuto da canticchiare quanto segue:
    “E il capitano disse al mozzo di bordo:
    ‘Giovanotto, io non vedo niente.
    C’è solo un po’ di nebbia che annuncia il sole.
    Andiamo avanti tranquillamente’”.

    Invece ora canticchio questi altri versi:
    “E un giorno credi questa guerra finirà
    ritornerà la pace ed il burro abbonderà
    e andremo a pranzo la domenica fuori porta a Cinecittà
    oggi pietà l’è morta
    ma un bel giorno rinascerà
    e poi qualcuno farà qualcosa
    magari si sposerà”.

    • @Hic Sunt Leones:
      Se posso io un “raggio di sole” non solo lo auspico ma lo vedo in tutta la sua “franchezza” Sempre che vi sia, volontà e consapevolezza su tutti i fronti Provo a spiegarmi meglio Gli ultimi dati ci dicono che se in Italia la situazione è quantomeno “drammatica”, in Cina e Corea del Sud stà letteralmente diminuendo Tanto è che la Cina stà prevedendo addirittura di dichiarare la fine dell’Emergenza
      Al contrario di quelle Nazioni come Spagna, Inghilterra, Francia e Germania che hanno a lungo sottovalutato tale “pandemia” (Perchè oramai di questo si tratta) il virus continua ad espandersi
      A dimostrazione che a volte la £durezza”, adottata in casi estremi come questi potrebbe diventare un fattore “determinante” Sopratutto là dove (in alcuni) vige una mentalità menefreghista, ipocrita e puerile Opinione personale s’intende!

  4. Forse non è il caso di parlare di cose futili in un momento come questo, ma avete notato che appena è tornata in dubbio la vendita della società Austini e il Galopeira hanno ricominciato a lodare Pallotta?
    Coraggio a tutti, supereremo anche questa.

  5. Non sono granché appassionato di questa rubrica dove si commenta gente che commenta. Però oggi il Corsi che ancora si chiede a chi deve credere non è francamente accettabile in un momento del genere e con un microfono in mano. Mentre non posso che condividere in pieno, anche nella chiosa finale, il messaggio che viene da “radio ballotta” (come direbbe qualcuno).
    Prendo nota, infine, che per Lo Monaco un club che dovrebbe rientrare di un centinaio di milioni, al netto di nuove perdite causate da questa calamità, non rientrerebbe tra quelli in difficoltà. Beato lui.

  6. la Cina ci sta riuscendo..perchè i cinesi non fanno i furbi come gli italiani ..con le buone o le cattive ci riescono..qui vedo giovani super-eroi che si credono immortali..non vorrei che “ne restera’ solo uno,..”

  7. Le società di calcio falliranno? E un bel chissenefrega non ce lo mettiamo? Qui tocca salvare le persone, non le società di calcio. Ma chi caz*o la fa parlare certa gente?

    • Anche perché non serve il coronavirus per farle fallire. Milan e Roma, per fare due esempi, ci riescono benissimo da sole.
      Noto con piacere invece che David Rossi da oggi ci capisce pure di economia, avrà fatto un corso accelerato nella nottata.
      Il paese finirà nel dramma economico, disse il neo phd.
      Fino a ieri invece eravamo il paese di Bengodi.

    • per questi radiolari da bancarella, il problema non è del calcio, è loro. se si ferma il calcio, je tocca andà a lavorà e non sono avvezzi! se poi la gente si abitua a non ascoltarli più a liberarsi la testa allora si che è un problema…. c’è troppa anarchia nei comportamenti della gente e questo è il problema. Le regole in Italia valgono solo per gli altri, e quando c’è un’emergenza si vedono i risultati.

  8. Orange, quello che dici tu lo dicevo io ieri prima che arrivasse il maestro del buon tifo a spiegarci che non è vero che gli italiani non rispettano le regole, il contagio secondo sta gente è dovuto al fatto che nelle regioni del nord ci si sposta tanto, non importa che ci si ammassi in questi giorni nei supermercati quando non fanno altro che ripetete che non ci sarà il blocco delle merci (per i maestri però noi siamo il paese di Dante e Petrarca mentre gli spagnoli sono quelli dell’Inquisizione, dell’ignoranza e della sporcizia). Stanno arrivando video della movida romana di questi giorni francamente patetici come coloro che mettono a rischio la vita dei genitori anziani pur di andare a bere un martini cocktail nel locale figo. Abbassare la cresta, evitare di fare gli spocchiosi o i superiori (cosa che siamo distanti anni luce dall’esserlo), umiltà, rispetto delle regole ed unione o sarà una catastrofe.

  9. MELLI..“Il calcio è meno contagioso di tante attività che vanno avanti impunemente”….me dici quale sono? Qui se’ bloccato tutto. “Quanno non hai nulla da dire perchè non c’è nulla da dire,statte zitto.”

  10. Mi chiedo come faranno i ragazzi di San Lorenzo a fare la rivoluzione se dalle h 18.00 bar, ristoranti e pizzerie chiuderanno……poverini

  11. Ragà, Lotirchio la sta facendo grossa: ha riunito un consiglio FIGC dove erano presenti in TRE (Ghirelli, Lotito, Gravina) e sta pensando ai play-off scudetto (probabilmente ha capito che dopo Juve-Inter non la Juve non la ribeccano più).

  12. Vado contro ogni principio di democrazia e valore che ho sempre fatto mio per tutta la vita ma quando vedo il menefreghismo totale di gente stupida che mette a repentaglio la vita dei più deboli dico: questo popolo può andare avanti solo con una dittatura

  13. Cari tifosi, questo virus è une une vera disgrazia. Un pensiero forte dal Belgio per tutti voi e tutti gli italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome