ON AIR – ROSSI: ”Choupo-Moting alla Roma? Se fosse vero, bel segnale”, CORSI: “Parole di Pallotta molto importanti”, VALDISERRI: ”E’ passata l’idea di Garcia di tenere tutti”, TRANI: ”Contatti col procuratore di Jovetic”, MAGNI: ”Stop trattative, ora sta a Pjanic”

2
87

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Ugo Trani (Rete Sport): “I nomi che faccio sul mio pezzo di oggi sono nomi normali. La Roma dipende molto da Pjanic, lo ribadisco sempre. La Roma so che ha parlato di Jovetic con Berti, anche se mi sembra strana come operazione: il contratto del giocatore mi spaventa. Kolarov piace molto a Sabatini, ma lì il nodo è l’ingaggio. Adriano del Barcellona è un’operazione interessante, è in scadenza di contratto e lo puoi prendere con una cifra sotto ai 10 milioni. E’ un giocatore che può giocare su entrambe le fasce, e anche a centrocampo. Se fosse per me, prenderei due terzini e terrei i centrali che ho, confermando Toloi.”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Dalle parole di Pallotta, si capisce che la Roma ha finito di trattare con Pjanic. L’offerta è quella, e da quella non ci si muove più: ora sta a Pjanic”.

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Pare che la Roma abbia preso questo Choupo-Moting. Non so se è un giocatore valido o meno, e se verrà girato in altre operazioni. Innanzititto bisogna vedere se l’operazione è vera, ma se fosse confermata vuol dire che Sabatini si sta già muovendo sul mercato e questo sarebbe un bel segnale. Parliamo di un giocatore appetito da molti club inglesi. Baldissoni? Per qualcuno prima era della Lazio. Adesso invece è diventato della Juve… Se dice certe cose lui, gli viene dato dell’infame. Se però certi complimenti alla Juve li fanno Totti, Garcia e Castan, allora vanno bene. Se certe parole sono sconvenienti, deve esserlo per tutti”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Quando oggi ho letto sul Corriere dello Sport “Roma colpo in Germania”, pensavo che avessimo preso Lahm. E invece leggo che si tratta di Choupo Moting, e m’è preso un colpo. Era meglio quando c’era Piero Torri, almeno lui scriveva di Drogba. Le parole di Pallotta sono molto importanti, perchè non vendere nessuno e comprare altri giocatori vuol dire che la Roma l’anno prossimo partirà per vincere lo scudetto.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Io penso sempre che la Roma debba migliorarsi, e quindi comprare il grande centravanti. Iturbe va bene, ma Jackson Martinez lo devi prendere lo stesso. Io comunque Destro me lo tengo. Il resto per ampliare la rosa, che è un discorso che va fatto. Per quanto riguarda Pjanic, lui è giusto che chieda l’aumento, visto che va in scadenza tra un anno. No ci sta invece che gli altri compagni chiedano un aumento, visto che non hanno vinto niente. Pjanic però chiede una cifra che mi sembra troppo alta: io in generale quando sento dire che un giocatore chiede troppo, ci metto una croce sopra e dico che verrà ceduto”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma ha bisogno soprattutto di acquisti in attacco. Ljajic avrà il suo carattere sbagliato, ma lui vuole giocare e devi mettere in conto che possa anche andare via. Gervinho quest’anno ha dato il massimo delle sue potenzialità, ecco perchè devi trovare delle soluzioni alternative”.

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Due romanisti nelle mire del Milan: Montella e Spalletti. Sinceramente mi dà un po’ fastidio l’idea di vedere uno dei due sulla panchina rossonera.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Tra Garcia e Pallotta c’è un buon filo diretto, e questo non va a detrimento del ruolo di Baldissoni e Sabatini. L’idea di Garcia di tenere tutti e fare qualche aggiustamento è passata. Poi magari uno o due piccoli cambiamenti ci saranno. L’anno prossimo la Roma davvero può provare a vincere lo scudetto, perchè ce la può fare. Dopo che hai vinto puoi pensare a una rivoluzione, i tifosi la capirebbero. Ma fare la rivoluzione senza aver vinto nulla non avrebbe senso. Questo è il momento del passetto, non del salto nel vuoto”.

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “I tifosi si sentono colpiti, sono legittimati a dirlo. . Per quanto mi riguarda è una cosa inopportuna, ma quando si creano certi rapporti per i diritti tv, poi è difficile uscirne. La speranza è che d’ora in avanti ci siano reazioni diverse nel caso dovessero riproporsi casi simili a quelli di De Rossi e Destro.”

CONTINUA…

2 Commenti

  1. Non si puo’ prevedere nulla per il calcio-mercato e’ inutile dire “uno o due piccoli cambiamenti ci saranno” tutte chiacchiere, la scorsa estate quando si parlava
    delle cessioni di Lamela e marquinhos e’ scattato l’allarme rosso e in vece la
    stagione e’ stata da record grazie al ricavato di quelle cessioni con il quale
    Sabatini ha compiuto un capolavoro,che nessuno immaginava ………………
    e ora la Roma vale anche di piu’.
    Le squadre che spendono cifre folli sono la linfa per noi, ricordatevi si vince solo
    con un gruppo unito ed equilibrato, non con una squadra di primedonne.

  2. Attenzione ad etichettare subito Choupo-Moting, di Cristiano Ronaldo
    quando era ancora un ragazzino si diceva”di campione ha solo il cognome”
    Puo’ o non puo’ diventarlo solo chi lo ha scoperto ha gli strumenti per ipotizzare
    il resto sono chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome