ON AIR – PRUZZO: “La proprietà americana va rivalutata”, ROSSI: “Non ci sono zone d’ombra”, VALDISERRI: “Destro il vero acquisto di gennaio”, RIGHETTI: “Garcia non ha perso peso”, MELLI: “Estasiato dalla Roma, non ci dormo la notte”

1
496

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Piero Torri (Tele Radio Stereo): “Qualche partita la Roma la perderà, ma non credo ci tradirà mai che è quello che non vuole il tifoso romanista. Questa è una squadra che anche quando perderà uscirà con le maglie da buttare e non da portare il lavanderia. Io non vedo l’ora che questa squadra torna in campo…e se succede, poi veniteci a riprendere. Il vero segreto di questa Roma è che finalmente ha i giocatori giusti per questo tipo di modulo e di gioco. Se la Roma dovesse battere il Napoli, penserei proprio che avrebbe tutte le carte in regola per restare in testa fino alla fine”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Il maggior pregio di questa squadra e di questa gestione è che non ci sono zone d’ombra. Non ci sono musi lunghi, vedo una squadra che quando va a festeggiare sotto la curva va tutta insieme, anche i panchinari. Garcia non ha sbagliato nessuna dichiarazione, forse la prima, che però è stata subito strumentalizzata…Arriva Roma – Napoli ma  non c’è esaltazione, che è sempre sbagliata. Arrivare al massimo quando non si è è fatto ancora nulla poteva essere pericoloso.”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Io quello che sognavo era una squadra compatta, dove i giocatori si aiutano l’un l’altro, ed è quello che vedo. Questa è la cosa che mi fa più piacere, anche più del fatto di essere primi. Destro finalmente vede uno spiraglio di luce, io spero venga ripagato di tutto quello che ha sofferto. E’ stato il re del mercato l’anno scorso: non se lo meritava, né lui né la Roma.”

Ubaldo Righetti (Tele Radio Stereo): “So che Garcia non ha perso peso da quando è a Roma, e questo è un segnale importante…”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Una bella mazzata i biglietti di Roma – Napoli…Ma non è che la Roma fa una rapina, è un po’ come negli alberghi, dove c’è l’alta stagione e la bassa stagione. Destro me lo immagino assatanato, e con la voglia di dimostrare quanto vale. Lui vive il calcio in maniera esagerata come passione. I tempi di recupero? C’è una sosta a novembre, magari subito dopo. Io sarei contento di vederlo giocare una partita entro il 2013. Se sai di poter contare su Destro per il prossimo anno, è come se a gennaio avessi fatto un acquisto importante in attacco. Anche se c’è gente davanti a lui che fino ad oggi ha tirato la carretta, e lui sarebbe il sesto attaccante. Non è che ritorna e fa subito il titolare.”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “La Roma mancava all’appello da troppo tempo da questi match-scudetto. Roma e Napoli sono due squadre che hanno venduto i propri big, eppure stanno ottenendo ottimi risultati, specialmente la Roma che ha chiuso il mercato con un più trenta, eppure guida la classifica a punteggio pieno. E’ un risultato incredibile”.

Roberto Renga (Radio Radio): “Ogni volta ci chiediamo chi può mettere in difficoltà la Roma, doveva essere l’Inter e invece non lo è stato assolutamente. Ci potrà risucire il Napoli? Io penso di no…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il Napoli viaggia su ritmi altissimi così come la Roma. Stanno facendo un grande campionato sia Roma che i partenopei. Sarà un match ad altissima quota. La Roma sta andando tanto bene e non è un fatto di calendario. E’ il momento di criticità che ci dirà se la Roma può davvero considerarsi una squadra che può competere per lo scudetto. La Roma contro il Napoli avrà assenti i due terzini, io non penso che rischieranno Maicon. Vedremo senza due titolari importanti come reagirà la squadra, è già un primo test importante. E’ una partita aperta a qualsisasi risultato”

Franco Melli (Radio Radio): “Sono estasiato dalla Roma, non dormo la notte, non so cos’è successo…ma cosa mangiano? Sembrano angeli.. La Roma ha un ottimo calendario dopo il Napoli, possono fare filotto. Insomma, quando cominceranno i Pirenei per la Roma? Io sto veramente pensando che la Roma possa vincere anche con il Napoli. Voi sapete quanto voglio bene ai fratelli napoletani, ma c’è differenza fra il Napoli al San Paolo e quello fuori casa. La Roma fino ad oggi ha preso un solo gol. E poi dal punto di vista degli episodi, non gli va niente contro..”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma le ha battute tutte. Se batte anche il Napoli, gli resta solo la Juve. Io penso che possa vincere d’autorità, e a quel punto sarebbe la grande favorita alla vittoria del campionato. Bisogna a questo punto rivalutare la figura degli americani: gliene abbiamo dette di cotte e di crude, e pensate se vincono lo scudetto al terzo anno…qualcuno dovrà andarsi a nascondere”

Articolo precedenteGiovinco: “La Roma mi ha impressionato più del Napoli”
Articolo successivo“Rudi di Roma”. Domani l’Equipe celebra Garcia con otto pagine

1 commento

  1. Tanto per rispondere a focolari che stimo nonostante il colore pallido celestino della pelle: stiamo sempre a parlare degli esami che deve sostenere la Roma, ma ne ha giá sostenuti almeno 3 molto duri, Lazio, Inter e Verona e ha preso 9 punti. Ricordo che il Napoli fino ad ora ha giocato se non ricordo male solo con il Milan squadra di blasone ma di bassa classifica. La Juve ha giocato solo con l’Inter e la Lazio in più ha rubacchiato 2 partite con errori evidentissimi, direi clamorosi, a suo vantaggio. Insomma è certamente presto per cantare vittoria, ma per favore se ogni partita della Roma deve essere un esame allora caro Focolari, per la Lazio deve essere sempre l’ultima spiaggia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome