ON AIR – ROSSI: ”Dal prossimo anno 50 milioni in più in cassa”, TRANI: ”Suarez è imprendibile”, PRUZZO: ”Servono giocatori più forti di Gervinho e Destro”, VALDISERRI: ”Ljajic scontento? Io avrei fatto di peggio”, BERSANI: ”Fuori Nainggolan contro il Cagliari”

0
57

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Jacopo Savelli (Rete Sport): “La Roma andrà rinforzata con giocatori pronti subito e di grande personalità. Servono altri Nainggolan, per intenderci.”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Al momento dell’ingresso in campo di Ljajic, mi aspettavo qualche mugugno dei tifosi sugli spalti, e invece gli sono stati vicino. Sono convinto che non sta scontando nulla da parte dei tifosi. Garcia è libero di non farlo giocare, ma a me il fatto di farlo entrare quei quattro minuti finali non m’è piaciuto. Mi sa di contentino. Così come non m’è piaciuto il fatto che Ljajic non sia andato alla cena con i compagni, anche se capisco che sia un po’ incavolato. Il grande giocatore però davanti a questa situazione dovrebbe reagire, mettendo da parte l’inca**atura. Dovendo fare la somma, la responsabilità maggiore di questa situazione ce l’ha il giocatore”

Piero Torri (Tele Radio Stereo): “Non credo che la Roma sia stanca, non ne vedo il perchè dato che non ha giocato le coppe. Sono convinto che a Cagliari vedremo una buona Roma, poi non so se basterà a battere i sardi, che sono una nostra bestia nera. La Roma per fare mercato non avrà a disposizione risorse straordinarie, e un po’ di mercato lo dovrà fare per forza. E ha tre o quattro giocatori che gli potrebbero consentire di fare mercato in entrata: uno è Pjanic, e l’altro è Benatia. E gli altri, a cifre diverse, sono Destro, Florenzi e Ljajic. Io ho paura del fatto che la Roma, come l’anno scorso, abbia bisogno di vendere almeno uno di questi per fare mercato”.

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Pjanic? Ora vi dico quello che so. Io so che Pjanic alla Roma si trova bene. So tra l’altro che ha una vera e propria adorazione nei confronti di Francesco Totti. Ed è vero che Totti gli dice in continuazione, “Ma quando firmi?”. Pjanic è molto motivato a restare. La Roma è partita da 2,8, lui chiede 4 milioni. Cessioni per fare mercato? Quest’anno è diverso, perchè c’è da considerare l’ingresso in Champions e gli sponsor che ci saranno sulla maglia . Parliamo di una 50 di milioni di incassi in più dal prossimo anno, che non mi sembra proprio poco.” 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Osvaldo ieri sera ha attaccato i tifosi della Roma su Twitter: questo è uno scemo, purtroppo per lui è evidente. Osvaldo era un buon giocatore, ma nessuno lo ha mai odiato quando è andato via dalla Roma. Che gli hanno fatto? Ma sto cretino che vuole?”

Alessandro Doria (Centro Suono Sport): “La campagna acquisiti va fatta, ma secondo me la priorità è trattenere i giocatori. Bisognerà rivedere certi contratti: perchè Benatia ad esempio prende 1,3 milioni mentre Ljajic guadagna 1,9? Anche se lui è in scadenza tra tre anni, vorrà comunque parlarne con la società”

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “Clausola sul contratto di Gervinho? Secondo me è impossibile. La Roma ha pagato il giocatore 8 milioni di euro, come potrebbe accettare che Gervinho possa liberarsi a 5 milioni facendo una minus-valenza di 3 milioni? Mi sembra veramente una follia, non posso credere che Sabatini possa aver mai accettato una cosa del genere”

Ugo Trani (Rete Sport): “Suarez andava preso l’anno scorso, quest’anno è imprendibile. Non tanto per lo stipendio, ma il cartellino è fuori portata. Perchè ne ho parlato? Perchè sarebbe il giocatore ideale per la Roma, e perchè ne ha parlato anche Garcia”.

Roberto Renga (Radio Radio): “Prandelli a Totti non l’ho mai preso in considerazione per i Mondiali: ricordiamoci di come lui si è lasciato con la nazionale e di cosa fu scritto da molti giornalisti negli anni in cui lui era la colonna portante.Campagna acquisti della Roma per la Champions? Lukaku andrebbe bene, ma non credo che il Chelsea se ne priverà visto che ha attaccanti in là con l’età.”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Non me ne vogliano i suoi estimatori, ma se vuoi fare il salto di qualità devi trovare qualcuno più forte di Gervinho. E anche qualcuno più forte di Destro. Non ci sono altre soluzioni, altrimenti ti vai a incartare con improbabili situazioni. Quale attaccante prenderei tra Jackson Martinez e Mandzukic? Io punterei sul primo, che è più mobile, più duttile. L’attaccante del Bayern mi sembra uno di quelli che si pianta lì davanti. “

Furio Focolari (Radio Radio): “Totti e la nazionale? Mi stupisce che il calciatore della Roma debba ancora dimostrare qualcosa. Lui potrebbe cambiare il volto della nazionale e non si capisce in che modo si prenda in considerazione Cassano e non Totti. Santon per la Roma? A me non sembra che abbia fatto grandi cose al Newcastle, non ho letto nulla su di lui. Iturbe? E’ giovane, ha cominciato bene ma poi si è perso come tutto il Verona. Può essere buono, ma a livello di Champions è sempre il giocatore da ‘vorrei ma non posso’. Per l’attaccante meglio Jackson Martinez, sarebbe un grande acquisto, ma costa tantissimo.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “La stagione di Dodò può anche essere vista come positiva, visto che è tornato a giocare. Per Ljajic invece non è assolutamente una stagione positiva, a Firenze l’hanno scorso ha fatto una seconda parte della stagione pazzesca, mentre qui ha fatto poco. Ma io non capisco questo accanimento nei suoi confronti. Contro il Parma è entrato a 5 minuti dalla fine e solo perchè la Roma segna il quarto gol, altrimenti entrava Romagnoli. Secondo me ha già fatto uno sforzo a entrare. Cerchiamo di essere onesti nella valutazione di come si comporta un giocatore. Sono essere umani. Non avrà partecipato alla cena allo stadio, ma io avrei fatto anche peggio. Se si comportasse male o si allenasse male sarebbe molto grave, ma a me questo non risulta”.  

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Mi fa ridere Reina che dice che non mollano il secondo posto: non è una questione di non mollare, è che il secondo posto ormai lo vedono col binocolo. La trasferta di Cagliari? Coefficiente di difficoltà enorme, lì di solito ci aspettano col coltello tra i denti. La Roma però ha un cifra tecnica talmente superiore da poter mettere in grossa difficoltà i sardi”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “Nainggolan io contro il Cagliari domenica non lo farei giocare. Non mi sembra abbia superato quella fase… sta cosa che gioca con i parastinchi del Cagliari…non lo so, io non lo farei giocare. Metterei De Rossi, Pjanic e Taddei”.

 (CONTINUA…)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome