ON AIR – TRANI: “Castan? Non si sputa nel piatto dove si mangia”, VALDISERRI: “Garcia farà turn-over in attacco”, DI GIOVAMBATTISTA: “De Rossi non ha i piedi da regista”, RENGA: “De Sanctis? Lingua lunga”

0
37

onair

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

David Rossi (Tele Radio Stereo): “L’annuncio del nuovo contratto di Totti è imminente, ma non si tratta di oggi o domani. I tre migliori che potrebbero giocare nell’attacco della Roma? Secondo me sono Totti, Destro e Ljajic. Anche se Florenzi può dare più equilibrio. Io attendo con molta ansia il rientro di Destro: credo che sia il centravanti ideale per il gioco di mister Garcia”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Le parole di Castan? Io non l’ho capito. A quale allenatore si riferiva innanzitutto? A Zeman? Ad Andreazzoli? La verità è che Sabatini ha provato a vendere Castan. A me il fatto di sputare sempre nel piatto dove si è mangiato mi dà fastidio. La Roma ha cercato di predere Astori e Chiriches da affiancare a Benatia, ma non c’è riuscita. Jedvaj titolare? Finora non ha giocato nemmeno una gara in serie A, come possiamo sapere se è pronto.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Credo che Garcia terrà questa ossatura di base, soprattutto dal centrocampo in giù, mentre ci sarà più turn-over in attacco. Magari farà giocare per un’ora a mille i tre titolari per poi cambiarli in corso d’opera. Sempre aspettando il rientro di Destro, anche se non si sa se e quando tornerà a giocare”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “De Rossi sta vivendo una sorta di seconda giovinezza con Rudi Garcia, ma per me continua a non essere un regista. Ragazzi, lui non può fare il regista, non ha i piedi per farlo. Gli ho visto sbagliare certi passaggi semplici…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “De Sanctis è un uomo spogliatoio. Maicon è un incognita. Benatia? Costoso. Strootman grande acquisto. Gervinho look da rivedere, fuori e dentro il campo. Ljajic geniale, lui e chi l’ha preso. Garcia ottimo acquisto”

Roberto Renga (Radio Radio): “De Sanctis? Lingua lunga. Maicon è fede, Benatia d’oro. Strootman diamante, costoso ma duro. Gervinho cantante velocissimo. Ljajic è classe al veleno. Garcia è saggia e intelligente avarizia”

Franco Melli (Radio Radio): “De Sanctis è il fratello saggio. Maicon è una freccia, non so se acuminata o spuntata, Benatia saltimbanco, Strootman è fosforo, Gervinho è il Ghiggia del terzo millennio. Ljajic genio matto da slegare.”

Furio Focolari (Radio Radio): “De Sanctis è rivedibile. Maicon è quello che mi aspettavo: lui con un braccio e una gamba legata è più forte di Piris. Benatia concreto, Strootman gioiellino, Gervinho non è da Roma, Ljajic sopravvalutato, buon giocatore che quanto non è in forma è ininfluente: non farà grandi cose quanto pensate voi.”

(CONTINUA…)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome