ON AIR – VALDISERRI: ”Garcia fa bene a mandare quei messaggi”, CORSI: ”Ora vuole vincere”, MELLI: ”Il suo è un aut-aut”, RENGA: ”Ha capito che la Serie A non è l’Europa”, PAGLIA: ”Si, ma ha rotto un po’ le scatole”, TRANI: ”Perchè la società dovrebbe arrabbiarsi?”

0
84

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Nel momento in cui la società dà il permesso a Garcia di fare interviste, vuol dire che non è preoccupato da quello che dice. Secondo me l’unica cosa che può mettere a tacere ogni voce, è il suo rinnovo di contratto. A me la cosa che interessa di più, è che lui continua a ripetere che lui rimane alla Roma. Lui non dice che resta se gli fanno una grande squadra. Lui non sta dettando le condizioni, lui dice di voler restare con una grande squadra in grado di competere. Da Fiorentina – Roma a oggi però si sta parlando solo delle dichiarazioni di Baldissoni, che per me sono state incaute, e di quelle di Rudi Garcia. Ma guardate che la società ieri ha chiamato tutti per ribadire che loro sono in linea con il pensiero dell’allenatore: e allora di che stiamo ancora a parlà?”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Garcia non ha mai parlato di rinnovo, mai. Perchè per lui viene all’ultimo momento. Lui ci dice che vuole vincere e fare una grande Champions, e perchè la società dovrebbe essere arrabbiata? L’anno prossimo se la squadra non migliora, lui torna ad essere quello del Lille. “

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Questa è una Roma molto manageriale, molto forte, ma anche molto fredda. Non c’è più un Franco Sensi che si coccola l’allenatore. Ora è un’azienda molto più razionale. Garcia ha capito di avere grandissime potenzialità, e adesso vuole esplodere, vuole vincere. Lui ha capito che c’è una differenza abissale tra l’Italia e l’Europa, soprattutto ora che il campionato italiano è diventato ridicolo. Visto che il salto è enorme, lui non vuole fare la fine che ha fatto al Lille. Questo è quello che ci vuole per interloquire con la proprietà americana.”

David Rossi (Tele Radio Stereo): ”Se Garcia vuole dettare una condizione, allora cosa può voler dire? La prima ipotesi è che ci sia una o più squadre dietro di lui. E quindi sta fa il para*ulo per arrivare allo scontro con la società, che a quel punto sarebbe costretta a dire ‘grazie, se te ne vuoi andare te ne puoi pure andare’. Oppure si sente forte di questa situazione di appeal sul mercato e vuole costringere la società a fare pesanti investimenti sul mercato.  Lui però non si rende conto delle implicazioni, perchè così mette una pecca sulla società, perchè fai pensare che non si vogliano fare grossi investimenti. Quindi o si para il cu*o, perchè se non verranno fatti investimenti non sarà colpa sua, o si prende i meriti, perchè se si faranno la gente dirà ‘Grazie Garcia’. Se fosse così, non sarebbe una cosa elegantissima…”

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “A Garcia queste cose gliele ho già sentite dire tre o quattro volte, e un paio di volte senza che gli sia stato richiesto. Per cui penso che ci sia uno scambio di messaggi con la proprietà. E poi bisogna capire cosa intende lui con squadra competitiva: deve seguire la linea intrapresa l’anno scorso o vuole il giocatore da 40-50 milioni?”

Alessandro Paglia (Tele Radio Stereo): “Secondo me la Roma senza Garcia quest’anno stava al livello della Fiorentina. La Roma con Pioli arrivava sesta. Lui con questa squadra ha battuto ogni record, e lui oggi si sente di dire prendimi questo giocatore invece di quello. Lui è anche forte di un altro fatto: che il miglior affare in rapporto qualità-prezzo è Gervinho, giocatore pagato 6-7 milioni e che è stato decisivo. Perciò se lui ti chiede Kalou, tu glielo devi prendere. Ma io da tifoso mi sono rotto un po’ le scatole che l’allenatore della mia squadra dica una cosa del genere a ogni piè sospinto. Perchè mi fa pensare che possa succedere qualcosa, tipo quello che è accaduto al Lille.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Garcia mica è stupido. Si è accorto che in Serie i risultato sono molti diversi che in Europa . Fa il gioco suo, è normale. Sa che per ottenre i risultati, occorrono i giocatori. Se io fossi il presidente, a sentire certe dichiarazioni ci resterei un po’ male. Questa settimana ci sono state parole di troppo, da entrambe le parti”

Furio Focolari (Radio Radio): “Qualche sondaggio con altri club li ha avuti, e di questo si fa forte. In Europa sa benissimo che la Roma non è una squadra da ambizioni nel campionato europeo, e quindi chiede giocatori. Facendo la Champions e non avendo rinforzi, rischi di sbragare. Ed è quello che Garcia teme”.

Franco Melli (Radio Radio): “Con tutto il bene che vuole alla Roma, Garcia pensa alla carriera. Non puoi pensare di trattenerlo solo per le fettuccine, i carciofi alla giudia, per il cuore della città. Quello di Garcia sembra un aut-aut: o mi comprate i giocatori…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Perchè me le devi dire pubblicamente ste cose? Viste dalla parte della società, non faranno molto piacere. Queste sono cose da azienda, non da allenatore. Alla Roma di Pallotta fa comodo crescere ancora di più, ma non so quanto le fanno bene queste dichiarazioni”.

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Garcia fa bene a mandare qualche messaggio. Lui vuole far capire che sono tutti molto ambiziosi, e ora serve una grande campagna acquisti per essere protagonisti anche in Champions. Garcia sa benissimo che è quella la vetrina più importante. Una cessione importante anche con il secondo posto? Per me non c’è nessun motivo per cui debba vendere un suo pezzo pregiato. Nessuno. Arriveranno molti soldi dalla Champions, dalla Nike e dallo sponsor della maglia. E’ tutto un indotto che aumenterà. Io sinceramente non riesco a trovare un motivo per vendere un big, se non per riempire carta stampata e trasmissioni televisive.”

(CONTINUA…)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome