ON AIR – ZAZZARONI: ”Non sono servo di nessuno”, PRUZZO: ”Destro ha sbagliato e basta”, FOCOLARI: ”Tanto clamore solo perchè è della Roma”, CORSI: ”Baldissoni lancia coriandoli alla Federazione”, LEGGERI: ”Via Tosel”, TONETTO: ”La squadra non si lascia scalfire dal caos”

3
82

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Alessandro Paglia (Tele Radio Stereo): “Ieri si è capito una cosa: chi fa il nostro lavoro può decidere o meno sulle squalifiche dei giocatori. In radio e tv si è parlato solo della manata di Destro, e il giudice sportivo Tosel apre un fascicolo solo per questo. Se invece sull’episodio non ci si fosse soffermati così a lungo, non sarebbe successo nulla. Questa è una cosa fuori dal mondo”.

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “La squadra ha sempre reagito sul campo, facendo capire che non si lascia scalfire da quello che gli succede intorno. Questa è una forza ulteriore che la Roma ha dimostrato di avere. Merito dell’allenatore che riesce sempre a isolare i propri ragazzi dalle voci esterne”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Destro viene condannato perchè Sky comincia ad additarlo come violento. Ieri pietoso Caressa, da sentirsi male di stomaco. Sky è stata l’artefice delle quattro giornate a Destro. Ma anche le altre televisioni, come Zazzaroni per la Rai, che era avvelenato con la Roma e i romani. A Caressa gli è preso un colpo perchè i tifosi della Roma in massa hanno minacciato di disdire Sky. La Roma? Ha tirato un coriandolo alla Federazione. Baldissoni invece di dire che non vuole andare dietro alla lavagna avrebbe dovuto spiegare che non si può accettare una prova televisiva da Sky, che è una tv partecipata dalla Juventus. Ci voleva tanto?” 

Ivan Zazzaroni (Radio Radio): “Durante la Domenica Sportiva non ho mai richiesto la prova tv, ma ho detto che l’episodio Destro è stato decisivo nella partita e che Massa non l’aveva visto. Quella partita per me è stata fortemente condizionata da quell’episodio, punto. La Rai che sino a ieri era romanista per tutto il mondo, ora per i romanista è diventata juventina. Gli stessi romanisti per un episodio del genere, se l’avesse fatto Chiellini, avrebbero preteso la prova televisiva. Io quando certe cose le fa Chiellini l’ho sempre sottolineato. Io non sono servo di nessuno, e prima di accusarmi ci si vada ad in formare. Poi a me del futuro di Destro non me ne frega nulla. Per me la questione è chiusa”.

Roberto Renga (Radio Radio): “Non sono d’accordo con Baldissoni, questa non è moviola, è prova televisiva. La prova televisiva ci vuole, ed è grazie alla tv che ci rendiamo conto di simulazioni o di falli, ma ogni tv può far vedere quello che vuole, e questo non è giusto.”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Se non partiamo dal presupposto che Destro ha sbagliato, ma cosa parliamo a fare? Ti puoi attaccare agli specchi che vuoi, ma non puoi pensare che qualcuno ce l’ha con una squadra e non ce l’ha con unìaltra.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Nessun giornale si schiera a favore di Destro. Ci si schiera a favore di una certa situazione. Destro ha sbagliato, e su questo che bisogna partire. Qui c’è stata gente che ha detto che Destro non ha fatto niente! Non si può valutare il fatto come ci pare. Evitiamo la stupida teoria dell’invasione delle tv, e invece sono d’accordo che deve essere uguale per tutti. Ma la tv non deve far finta di non vedere, perchè saremmo degli scemi. Perchè stiamo facendo tutto questo per Destro, e non lo abbiamo fatto per gli altri? Perchè stiamo facendo questo casino per Destro? Perchè? Ve lo dico io perchè: perchè è un giocatore della Roma!”

Franco Melli (Radio Radio): “La prova tv per Destro? Credo che sia stato giusto. Ci sono due episodi distinti: uno che sfugge all’arbitro, e l’alto che viene sanzionato. Poi bisogna chiedersi: ci si comporta sempre così’ con tutti? Secondo me no.”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “E’ una vergogna quello che è successo ieri. Queste situazioni nascono dalla connivenza tra chi mette in dubbio la buona fede degli arbitri, e hanno protetto e nascosto certe cose, che ci hanno raccontato che poi alla fine si compensa tutto. Buffon vuole fare il signore dicendo che gli dispiace per Destro, ma è un falso, falso come una moneta da tre euro. E’ facile dirlo adesso che avete vinto. Ma come avete vinto?”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “La Roma certi sodalizi non li ha di certo rotti aprendo i cancelli di Trigoria alla Juventus. Quello è stato un errore clamoroso”.

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport): “Io penso sia necessario sollevare il giudice Tosel dal proprio incarico; visto che tra l’altro abbiamo scoperto essere un grande tifoso della Juventus.  Per quanto riguarda l’intervento di Caressa; pensate che non sia stato spinto a dire quelle cose dal polverone sollevato dalle varie radio romane? E’ palese che è stato informato di tutto quello che stava succedendo.”

(CONTINUA…)

3 Commenti

  1. Oh ma Pruzzo, Focolari e Melli so tre scemi veri….. pensano che il problema sia o non sia giusta l’espulsione di Destro!!!! Non che hanno palesemente infranto il regolamento per la prova TV post partita per le azioni NON VISTE dall’arbitro…..Voi tre vi meritate che vi chiudano la Radio e non possiate più parlare ne scrivere mai più….SIETE DEGLI INETTI

  2. “Claudio” quando dai la parola a gente che ha la testa per spartire le orecchie ecco che dalle loro bocche escono solo str***ate

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome