Pallotta: “Francesco è il leader, su di lui solo delle battute”

0
401

totti-pallotta

AS ROMA NOTIZIE (GASPORT, A. PUGLIESE) – «Siamo onorati che Francesco resti qui con noi, ma su di questo non abbiamo mai avuto nessun dubbio». James Pallotta abbraccia così il rinnovo di Totti, dopo averlo festeggiato pubblicamente tra brindisi a favore di telecamera e baci che sanciscono una definitiva alleanza. «Aiutami a fare quello che spero di poter fare», è quasi sembrato voler dire il presidente giallorosso a Totti, al momento della firma. Le parole, invece, sono state diverse, con il tycoon americano che ha anche ammesso: «È vero, a volte abbiamo fatto anche qualche battuta (e non solo, ndr) sul fatto che Francesco potesse restare con noi, ma il fatto che ci fosse l’ipotesi che non potesse restare era assolutamente fuori discussione, dal primo giorno che ci siamo affacciati qui a Roma ci siamo resi conto che lui era il leader di questa squadra. I tempi lunghi del rinnovo? Dipendono dal fatto che in questi mesi ci siamo occupati di tante altre cose, come la campagna acquisti e l’arrivo di un allenatore nuovo».

Promesse James Pallotta resterà nella capitale fino a lunedì, sperando di andar via felice dopo il derby di domani pomeriggio. Ieri sera il presidente giallorosso è andato a cena con un po’ tutta la dirigenza della Roma (a proposito, Balzaretti è oramai recuperato e Ljajic ieri non si è allenato per un affaticamento, ma dovrebbe esserci) ed è probabile che oggi possa incontrare Luca Parnasi, l’uomo incaricato della costruzione del nuovo stadio di Tor di Valle. Molta della competitività futura della Roma gira proprio lì. «Non ho mai detto che in 5 anni il club sarebbe arriva tra le grandi, ma che sarebbe diventato competitivo —ripete Pallotta—Negli ultimi mesi ho visto numerosi cambiamenti positivi, a partire da Rudi Garcia. E poi in questa stagione ci sono già stati due momenti significativi: il gol di De Rossi a Livorno, dove tutti hanno esultato come se avessero vinto la Champions, e la reazione sul rigore di Strootman a Parma ».Poi Pallotta chiude sulla Serie A, sugli investimenti e su Thohir: «Siamo nel bel mezzo del processo, ma stiamo procedendo spediti. Anche in Italia come in Premier o in Francia stanno arrivando investitori stranieri e questo è un fatto positivo, la tendenza del futuro». Per ora, il suo di futuro si chiama Lazio. Dopo la macchia del 26 maggio, dalla sfida di domani dipende molta della sua credibilità davanti alla gente giallorossa.

Articolo precedenteRoma, arriva Alfonso De Nicola, il medico del Napoli
Articolo successivoLjajic-stop, ma con la Lazio ci sarà. Recupera anche Balzaretti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome