Per il Ninja non c’è posto: difficile l’ipotesi Roma

22
25

AS ROMA NEWS – Dopo appena una stagione con la maglia nerazzurra l’avventura di Radja Nainggolan all’Inter sembra essere al capolinea.

Una decisione presa di comune accordo dal tecnico Conte e dalla società ancora una volta per ragioni extra calcistiche, perché né l’allenatore leccese né il club mettono in discussione le sue qualità tecniche.

Il Ninja tornerebbe volentieri a giocare nella Roma, nella squadra dal quale se n’è andato solo perché Monchi lo ha messo alla porta. Ipotizzare un suo ritorno in giallorosso, però, al momento pare assai complicato. Forse addirittura un esercizio di fantasia. Più facile sembra la pista estera con la possibilità di uno scambio di prestiti con Vidal del Barcellona.

(Corriere dello Sport)

22 Commenti

  1. Abbiamo troppi campioni: N’zonzi, pastore , coric… Cristante che ha una cazzimma da paura.. Per Radja mica c’e’ posto!!! Poi e’ cattivo fuma addirittura le sigarette senza filtro!!!

    • In Cina in effetti preferiscono Pastore e Nzombi, per il festival della carne di cane di Julin…

  2. “Ipotizzare un suo ritorno in giallorosso, però, al momento pare assai complicato. Forse addirittura un esercizio di fantasia.”

    A quanto pare, chi ha scritto l’articolo, di fantasia ne ha da vendere.
    E si continua con le solite minestre.

  3. Sarebbe carino sentire una parola di autocritica di tutti quelli che avevano sentenziato che stavano dando via uno dei centrocampisti più forti del mondo.
    Vivendo a Milano circondato da Interisti posso assicurare che ne parlano come noi di Nzonzi, uguale uguale.
    Il Ninja per noti motivi è arrivato, è logorato, può imbroccare la partita giusta, ma non regge
    più una stagione di livello purtroppo.
    E a Roma magari non sono circolate, ma qui le foto della festa dopo il torneo di calcetto all stars di inizio mese in cui brindava alla grande tutta la notte con ex-calciatori hanno aggiunto altra legna al fuoco.

  4. Questa e’ tutta la forza del ninja che dopo appena una stagione e con un allenatore diverso da chi la voluto lo vuole cedere subito bene voglio proprio vedere chi se lo accolla con quell ingaggio e con i suoi vizi e dopo la grande stagione appena fatta. Forza Roma

  5. Ma si dai, annulliamo pure l’unico vero capolavoro di monchi e riprendiamoci il ninja, con la sua statura morale e i suoi comportamenti da atleta sicurmente giocherà altri 5 anni ad alti livelli

  6. Ci manca lui per distruggere ancor di più lo spogliatoio, magari insieme a Zaniolo.
    Se il vostro amato Conte non lo vuole, ci sarà un motivo?

  7. Nainggolan è un bravo ragazzo e una persona vera… abbastanza rara nel mondo del calcio, che è finto all’inverosimile.
    Però si sta veramente buttando via.
    Doveva capirlo già lo scorso anno, quando si è bruciato i mondiali, che non poteva continuare così.

    Sta sbagliando per due motivi:
    – in un mondo ipocrita come quello del calcio, la pecora nera è ammessa fino a che le prestazioni sono indiscutibili, dopo ti distruggono;
    – in ogni caso, un fisico anche geneticamente dotato, ha una vita atletica diminuita dai veleni di alcol e fumo.

    Poteva avere altri 3-4 anni a alto livello, e invece è già sul viale del tramonto.
    E questo vuol dire tanti soldi in meno.

  8. I giornalisti hanno messo sotto la lente di ingrandimento, quasi tutte le parti dell’intervista di addio di Totti alla Roma, ma nessuno si è concentrato su questa:

    Nainggolan hai provato a tenerlo?
    Ho preso posizioni forti, molti non volevano così. Nelle altre società non succedono queste cose. Quando uno sbaglia, deve pagare, perchè gli altri poi si accodano. Chi sbaglia paga, può essere anche Messi o Ronaldo. Nello spogliatoio deve esserci rispetto reciproco, se hai sbagliato è giusto che paghi.

    Ancora una volta è stato confermato che l’allontanamento del Ninja è stato fatto più per questioni caratteriali che per motivi tecnici, quindi mettetevi l’anima in pace, ma a mio avviso, è impossibile un suo ritorno.

    • Totti viene sempre letto (male) dove fa comodo.
      Il suo libro ad esempio, mi piacerebbe sapere quanti lo hanno letto…

    • Ciao Johnny B, perdonami non ho capito il tuo commento in relazione al mio… il senso del mio discorso, al di la delle parole di Totti, è sostanzialmente uno: l’allontanamento del ninja è stata una questione caratteriale e non so se la Roma ritenesse o meno Nainngollan finito anche tecnicamente. Io personalmente non ho letto il libro di Totti e non è una mia massima aspirazione farla, (preferisco altre letture un pò più di sostanza), sono grato a Totti per quello che ha fatto per la Roma, lo considero uno dei migliori calciatori italiani degli ultimi 30 anni (gli anni che io ho vissuto della Roma), ma non sono tottiano e non sono pallottiano, ma mi faccio una mia opinione (giusta o sbagliata che sia) in base a quello che ritengo giusto col mio cervello.

  9. Questi articoli sono fatti ad arte per far discutere, pura speculazione sui sentimenti che nutriamo per il Ninja. Solo che un conto sono le chiacchiere di noi tifosi, un conto è un pezzo giornalistico senza alcun tipo di fondamento, per sua stessa ammissione poi! Benzina sul fuoco.

  10. Intendevo semplicemente che i “tottiani” largamente sovrapponibili agli antipallottiani, in questa fase, i quali non perdonano alla società, fra le altre cose, la cessione di nainggolan, per non trovarsi in contraddizione, eludono allegramente il fatto che totti si sua r assunto la responsabilità (come posizione perlomeno) della cessione del ninja.

    Così come per molte cose che totti racconta nel libro, che metterebbero in luce diversamente, relazioni e situazioni, allenatori e dirigenti, e ovviamente calciatori, con ampia redistribuzione di certe colpe.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome