Petrachi sarà il prossimo ds della Roma nonostante le smentite di Cairo

16
166

ULTIME AS ROMA – E’ tutto fatto: Gianluca Petrachi sarà il prossimo direttore sportivo della Roma e a questo punto si attende solo l’annuncio ufficiale. A poco sono valsi gli abbracci di ieri sera tra il ds del Torino e il presidente Urbano Cairo: il destino del dirigente è segnato, c’è Trigoria nel suo futuro.

Lo afferma con sicurezza il giornalista de “Il Messaggero” Ugo Trani questa mattina a Rete Sport. Le dichiarazioni di Cairo di ieri sera sembravano gettare qualche dubbio sul trasferimento di Petrachi in giallorosso, e invece il suo approdo alla Roma non pare essere in discussione.

Petrachi, che potrebbe aver avuto qualche contatto con Conte, spera di portare l’allenatore salentino con sé nella sua nuova avventura nella Capitale. Al momento però non c’è nessuna certezza sulla decisione finale dell’allenatore ex Chelsea: nessuno sa quali sono le intenzioni di Antonio Conte, nemmeno le persone più vicine al tecnico pugliese. Ci sono altri club in pressing su di lui e, conclude Ugo Trani all’emittente radiofonica, la trattativa con la Roma resta complicata.

Fonte: Rete Sport

16 Commenti

  1. Petrachi verrà definito “laziale” “Plusvalenzaro” “Perdente” o “incompetente” entro 3,2,1…..

    • …e invece, secondo me, manco pe niente. Na scelta “normale” dopo anni de “fenomenate” e assurdità.

    • Petrachi non ha la presunzione di chi pensa di avere inventato il calcio, come il mago di Siviglia che nessuno se lo piglia, quindi nessuna attesa smodata e conseguente fallimento epocale. Alla Roma serve normalità, altro che proclami e baggianate che piacciono tanto agli esegeti pallottiani.

    • Anche Leccese, tifoso del Lecce de Roma Lecce 2-3. Me lo ricordo, era venuto in trasferta…. io piagnevo e lui rideva, col padre cantante…

  2. Ora ci vuole un allenatore che detta chi gli serve e non un ds che porta giocatori ad kazzoom secondo il database.

  3. paola, un dubbio: ma conte viene anche se il progetto rimane quello di prima cioè comprare e valorizzare i giovani e rivenderne qualcuno alle big?

    Perchè se è così per me qualcosa non torna. Petrachi farà quello che hanno fatto monchi e Sabatini ( e a mio parere ne deve mangiare di pagnotte per essere all’altezza di Sabatini !) E allora perchè prendi un top allenatore se la politica della società non cambierà di una virgola, non penso che Petrachi possa trattare neymar( ho usato un iperbole). Se il suo lavoro è quello di guardare al mercato italiano e dei giovani si tenessero Massara e risparmiano sul DS. Se invece useranno il consulente del Lione allora doppiamente illogico l’arrivo di Petrachi, può essere sostituito tranquillamente da Massara che sta qui da più tempo e conosce l’ambiente. Vabbè la cosa più importante è la prossima partita.daje Roma!!

    • Massara non ha avuto la fiducia di Pallotta in quanto ha insistito nel portare Pastore
      ( scoperto da Sabatini e mentore di Massara) rotto e tutta la stagione fuori.
      Per fortuna si sta riprendendo il giocatore e magari segnasse 10 gol da qui a fine stagione, sarei ultrafelice.
      Ma una cosa voglio dirla, Petrachi è un signor ds, conoscitore della Serie A, la vive, la gioca, la studia, al contrario di Ramon che veniva a fare i suoi porci comodi da una realtà ben diversa dal Campionato Italiano.
      Ma continuo ancora a ripetere, per me PER ME chi fa la differenza è l allenatore, è lui che sceglie lo scacchiere e non il ds, il ds ha il compito di accontentare le richieste dell allenatore secondo le potenzialità economiche e non viceversa, Vedasi Branca ( un asino) con Mourinho all Inter…

    • La gente su questo forum fa il tifo a prescindere, prende petrachi , petrachi è un fenomeno, Pastore gioca mezza partita decente in casa con una squadra che lotta per non retrocedere ed è il nuovo Messi e poi Zaniolo e poi tutto il resto. L incongruenza è propria quella che hai individuato e cioè petrachi non è un Ds in grado di trattare grandi giocatori e quindi di costruire Grandi squadre, stesso limite di Sabatini e Monchi. Monchi poi negli unici due affari importanti in termini di impegno economico, fuori italian( Shick fu un pacco concordato) ha preso sempre il 2 di picche, portato in giro con mahrez e poi Malcom. Quindi Conte con Petrachi saranno amici ( che vuol dire boh) ma non sono compatibili. Conte vuole campioni non prospetti e quelli costano. Gli asini non vincono a capannelle

    • Nome

      hai perfettamente ragione, se questo articolo fosse uscito venerdì invece di oggi erano tutti commenti negativi al 100% , dopo mezza partita , obiettivamente ben giocata, è RIDIVENTATO un fenomeno.
      Purtroppo i romanisti sono così nel bene e nel male te li “conquisti” con poco; se fa un’altra partita dello stesso livello una delle prossime, ci campa di rendita per tutto il prossimo campionato.

  4. su questo discorso dei campioni bisogna intendersi però, il discorso di Ancelotti in un’intervista di pochi giorni fa credo prima di Frosinone, è abbastanza illuminante su ciò che può essere e deve essere un percorso “virtuoso” di acquisti, giocatori di fascia media e azzeccati e qualcuno molto buono. Gli ingaggi da 10 mln non ci saranno al Napoli dice lui, Io immagino alla Roma pure. Se Conte si muove solo con una rosa da vagonate di soldi fra acquisti e ingaggi allora in Italia già sappiamo dove va e non è la Roma. Prima cosa smetterla di buttare i soldi al cesso e prendere dei profili adeguati, nè troppo nè troppo poco. e cmq Conte co sta rosa e una preparazione adeguata si giocava il secondo posto secondo me

    • Qualsiasi allenatore che sia tale, con una preparazione adeguata il secondo posto lo prendeva pipa in bocca, nonostante gli errori estivi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome