PUNTI DI VISTA – Pallotta, l’attacco alla stampa e certe dichiarazioni “lampo” da evitare

76
1619

L’OPINIONEDue frasette buttate lì prima di scappare in macchina, pronunciate in slang americano, sono state strumentalizzate e rigirate a proprio piacimento per creare scompiglio nell’ambiente romano. E sai che novità, direte voi. Ci sarebbe da scherzarci se non fosse una cosa poco divertente. E se non vi fidate, basta ascoltare i tanti video del presidente Pallotta che al termine di Roma-Atletico Madrid esprime frettolosamente e a tratti in maniera poco comprensibile il suo pensiero sul risultato della gara.

Quelle frasette un po’ criptiche e giornalisticamente poco interessanti sono state trasformate in un attacco a Di Francesco e alla prova della squadra. Ora, per carità, il presidente Pallotta ha tutto il diritto di fare quello che meglio crede, ma visto che ha imparato a conoscere la stampa romana, non sarebbe meglio la prossima volta non rilasciare alcuna dichiarazione? O per lo meno, evitasse di farlo in quel modo. Si fermasse con un traduttore accanto ed esprimesse con chiarezza il suo pensiero. Anche perchè tanti dei nostri giornalisti o apprendisti tali non conoscono a perfezione l’inglese (!) e spesso finiscono per tradurre in modo approssimativo un pensiero espresso in modo altrettanto approssimativo. E allo stesso tempo tanti altri giornalisti, sogghignando, sono pronti a ricamarci sopra.

La presa di posizione di oggi è benvenuta, seppure con toni rivedibili (la sbruffonata dei 50mila euro poteva risparmiarsela). Fa bene Pallotta invece a dire che interverrà quotidianamente per smentire eventuali ricostruzioni fantasiose da parte della stampa. Ottimo. E’ proprio quello che manca: un presidente che faccia sentire la sua voce e che sia più presente nelle vicende della Roma. Che poi James Pallotta piaccia o meno, conta poco. L’importante è che ci sia e che difenda la sua squadra dai soliti attacchi dei media.

Giallorossi.net – G. Pinoli

Articolo precedenteGli Irriducibili e il dress code: ecco come devi vestirti se vuoi entrare in Curva Nord (FOTO)
Articolo successivoEcco Gonalons, il leader-faticatore pronto a prendersi la Roma

76 Commenti

  1. Era ora che parlasse, e lo ha fatto! e questa volta non a sproposito come quando attaccò il Milan. QUesta volta bisogna fare fuoco su questa stampa da pescivendoli e non solo a Roma ma su tutto il territorio Nazionale, che in questi giorni stanno screditando il bel risultato ottenuto con l Atl de Madrid, robba che se lo facevano le squadre cinomilanare erano lì a osannarle. Basta gettare ciarpame su un gruppo che lavora! Notate Spalletti ora ch è all’Inter lo trattano come un allnatore da TOP BIG di livello Europeo, quando era da noi si parlava solo e semplicemente delle magagne tra lui e Totti e su polemiche mai esistite post partita di ogni genere. Mediaset Premium la prima domanda ad Eusebio:” Mister cosa ne dice dei fischi?” e ad Allegri:” Siete stati sfortunati nel secondo…

    • Franco Amodei Editore del corriere dello sport e socio al 5% di Tuttosport. Gazzetta dello sport RCS Consorzio d’imprenditori tra cui Berlusconi (Milan), Pininfarina (Inter), Cairo (Torino), Dellavalle (Fiorentina), Agnelli ( Juventus), Elkan (Juventus), Debenedetti.
      Radio Romane (Vari palazzinari in affari loschi con la mafia e gli ultras violenti).
      7 gold Giorgio Galante socio all’0,5% del Milan.
      Sportitalia 24 canale Tarak Ben Ammar Noto amico di Berlusconi.
      No è Pallotta che è pazzo e il complotto mediatico contro Roma e Napoli non esiste.
      La verità e che certi giornalisti hanno la faccia come il culo.

  2. Pallotta ha ragione basta con tutti questi avvoltoi intorno alla Roma tanto anche non dice nulla si inventano che se ne va arrabbiato…tutta la razza dei giornalari deve sparire, non fate più articoli seri ma solo gossip e opinioni personali (inventate molto spesso), siete realmente sconcertanti, peggio di voi solo chi vi segue..
    FORZA ROMA SEMPRE

  3. Signor Pinoli che articolo è questo?
    Pallotta HA diritto a difendere gli interessi della sua azienda che concordo è soggetta a un attacco mediatico costante.

    Mi aspetto che un giornalista conosca e capisca la lingua inglese. Un requisito basico nel giornalismo sicuramente più facile del cinese e arabo.

    Non ho capito il punto di questo articolo. Che cosa dovrebbe fare il presidente secondo lei?

    • Ciao “Semoromani”, guarda che io sono d’accordo con te (mi permetto di darti del tu). Infatti il presidente Pallotta fa benissimo a difendere i suoi interessi, io ho scritto che dovrebbe farlo più spesso. Deve essere più presente e la sua presa di posizione è benvenuta, magari evitando certe dichiarazioni come quella dell’altra sera che possono essere facilmente strumentalizzate. Un caro saluto!

    • Io dissento!
      un presidente fa quello che vuole.. di certo non deve sentirsi obbligato a difendere la as Roma da menzogne e da un progetto di destabilizzazione dell’ambiente.
      E’ il giornalismo pessimo, scorretto e (a quanto pare) ignorante che non dovrebbe esistere!
      La prossima volta spero partano denunce pesanti.

  4. Concordo con il senso dell’articolo e mi soprende che molti di voi non abbiano inteso il messaggio… Il signor Pinoli applaude la scelta di Pallotta di difendere la Roma! Ma deve stare più attento a fare certe dichiarazioni che poi diventano frutto di manipolazione da parte di giornalisti incompetenti (che nemmeno conoscono l’inglese, e qui c’era la perculata che forse non tutti avete notato…). Giusto, bravo Pinoli!

    • Ciao AlessiaASR, mi fa piacere di averti trasmesso perfettamente il senso del pezzo. Un saluto e grazie dei complimenti.

    • Io invece capisco il pezzo ma non concordo. Se chi strumentalizza ogni volta le interviste dei nostri tesserati, chi inventa notizie false di mercato, chi è contrario a oltranza contro lo stadio per ideologia – e magari sono pure pagati
      da palazzinari – in un modo così spudorato non dovrebbe essere qualificato come un giornalista, come uno che diffonde in maniera neutrale i fatti di cronaca. Questa idea deve passare e i tifosi dovrebbero andare in ogni modo contro questi soggetti. Quando uno è in guerra spara a zero contro il nemico squalificandolo in ogni occasione per ledere la sua persona e per renderlo indegno agli occhi di tutti, così come già succede contro l’as roma. Se noi non siamo una società degna, come vanno raccontando, perché loro dovrebbero essere giornalisti degni?

    • non mi sembra siano dichiarazioni, così come quelle di Dzeko, che siano fraintendibili.

      è che chi le riporta, ha tutto l’interesse di fraintenderle per mandare il messaggio che vuole, al 99% contro la roma e a vantaggio delle strisciate.

      quindi la soluzione per evitare manipolazioni sarebbe solo quella di attuare un silenzio stampa a tempo indeterminato.

      però i giornalai si accanirebbero ancora di più sapendo di non essere smentiti dato il silenzio stampa.

      l’unica è attaccarli sul loro stesso piano, se necessario anche su quello giuridico, non si può infamare a mezzo stampa nascondendosi dietro il diritto di cronaca.
      prendi il microfono e dici che il giornalista tale ha detto questo o quello, ed è falso.

      poi sta al giornalista fornire le prove di ciò che afferma.

  5. Io mi auguro che il signor G. Pinoli stia scherzando.

    Andare in giro con un traduttore?
    Addirittura evitare di rilasciare dichiarazioni?
    E perche tutto ciò perché ci sono giornalisti incompetenti o in malafede?

    Ma qui invece di giustificare questi comportamenti non sarebbe il caso di fare una richiesta esplicicita per radiare questi individui dall albo?

    Fuori dal mondo. Invece di andare avanti si va sempre più indietro. Ora una persona non è nemmeno più padrona di dire due parole volanti che vengono strumentalizzate totalmente.

    Imparate a condannare questi vostri colleghi incompetenti invece di giustificarli.

    • Ha ragione Pinoli,

      la comunicazione è importante e va fatta ad arte, per essere inattaccabili e per avere stile.
      E questo soprattutto in un ambiente così avido di pettegolezzi e pieno di pseudogiornalisti
      che cercano di sbarcare il lunario accaparrandosi clic.
      Ci si dovrebbe ispirare al nostro buon vecchio Nils Liedholm. Lui era un maestro!!!

      Molti di voi forse non possono ricordarlo, ma era una camomilla per la stampa.

    • Caro Compagno di merenda, non sto scherzando, ma credo che tu non abbia compreso il senso del mio pezzo. Colpa mia di sicuro. Il fatto che tanti giornalisti non conoscano l’inglese non voleva essere una giustificazione, anzi. Hai ragione quando dici che un presidente dovrebbe essere libero di dire qualche battuta al termine di una partita, ma se intorno avesse un ambiente sano. Io consiglio al presidente di essere più chiaro possibile proprio per evitare di permettere a certa stampa di ricamare sopra una frasetta poco comprensibile. Un caro saluto e grazie dell’attenzione.

    • È proprio questo il punto.

      Se l’ambiente non è sano andrebbe fatta pulizia, perché dire che non vanno fatte affermazioni in libertà perché L’ambiente non è sano è un altra giustificazione per personaggi incompetenti e in malafede.

      O qui si riesce a capire che allontanando personaggi come lengua (in grande) o pupazzetto noir (in piccolo) si riesce a risanare un ambiente ormai saturo.

      Oppure non si fa niente, si giustificano le persone in malafede e si accetta un clima sempre più saturo di sporcizia.

  6. Il problema è anche nostro che stiamo a sentire e commentare
    le minxiata di gente come Dotto e Lengua.
    Meriterebbero solo d essere ignorati. Così magari dovrebbero cercarsi un lavoro,
    visto che con il giornalismo c’entrano poco.

  7. Caro pinoli..una volta si era giornalisti con 110 e lode..Non si può fare giornalismo senza sapere l inglese siamo rimasti gli ultimi..È normale a quel punto fraintendere ma non è professionale,dovrebbe portare con sé un traduttore per ignoranza altrui?è nemmeno si può rispondere ad ogni caxxata..dovrebbe parlare ogni minuto..siamo seri distinti saluti.

    • Ciao rollo, dici bene, una volta. Adesso quelli che vedi lì a strappare una dichiarazione al presidente sono per lo più ragazzi che lavorano per due lire o addirittura a caccia del tesserino da pubblicista. Ti assicuro che non è un lavoro facile, ma bisogna farlo con estrema attenzione e soprattutto grande professionalità. E non tutti lo fanno. Hai ragione, rispondere ogni due minuti a ogni castroneria sarebbe impossibile, ma questa presa di posizione di Pallotta era necessaria vista l’aria che comincia a tirare intorno alla Roma, e soprattutto al suo allenatore. Un saluto.

    • Pinoli
      Pallotta viene giornalmente sbeffeggiato insultato e deriso da gentaglia Professionista che lo descrive come l’ultimo degli accattoni.
      La spacconata dei 50.000€ e’NULLA rispetto a come avrei reagito io col caratterino che mi ritrovo.

      Pallotta ed I suoi uomini sono sin troppo educati e Signori
      Ma in questa Citta’dimenticata dal Signore,questo profilo non paga.

      Ciao Pinoli,vi voglio bene.

    • Caro Step by Step, io la sbruffonata dei 50mila l’avrei evitata, l’ho trovata un po’ cafona. Ma sono sottigliezze, il succo è ben altro. Il bene è reciproco, un saluto.

    • Sig. Pinoli, in realtà la sbuffonata a me è piaciuta tantissimo.
      Più che altro per “rispondere” a chi gli dice (continuamente) che è uno straccione.
      Anche perché, ed è un mio personalissimo pensiero, prima di dirla l’ha pensata.
      Ricordiamoci che è un imprenditore e deve stare attento a ciò che dice.
      Per me, oggi, Pallotta ha capito come loro sono avanti e la stampa italiana è rimasta indietro anni luce.
      Il fatto stesso che nn capiscano cosa dice e farci degli articoli sopra, fa capire la pochezza dei giornalai italGliani.

      Scriva più spesso, La leggo con piacere.

  8. Pinoli ha ragione… parlotta questa volta su questo argomento ha parlato bene… per il resto del discorso farebbe bene a non esprimersi più … la Roma ha corso la metà dell’atletico nonostante avesse riposato… siamo stati in balia dell’avversario sempre e solo lui e gli scendiletto vedono ogni anno una Roma sempre più forte… tutte caxxate che alla fine pagherà San Francesco

    • Si parla d’altro , ma tu e altri cambiate sempre discorso pur di attaccare il Presidente e portare avanti l’ATTACCO denunciato da James. Ciao

  9. Carissimo Pinoli, quanto deve durare questa provocazione nei confronti dell’amico Blouson da parte del nick Semplice?? Non sarebbe opportuno mettere fine a questi commenti che sono solo dispregiativi?? La ringraziamo anticipatamente e ci congratuliamo per il suo articolo. GLI AMICI DI BLOUSON.

    • Cari Amici di Blouson, non faccio parte dei moderatori per cui non saprei rispondervi. Girerò la vostra rimostranza, e ricordatevi tutti di essere un po’ più bravi. Grazie per i complimenti, un saluto.

    • Ahahahahahahaha
      Mi hai fatto ridere!

      Lascialo stare si diverte con poco.

      Piuttosto mi concentrerei sul contenuto dell’articolo del signor Pinoli.

    • Hai notato blouson… Appena è finita la “stagione” con il ritorno di carattere fumantino da tastiera più comunemente conosciuto come pidocchio,i nick si sono molteplicati.
      L’apice dell’imbecillitâ pensa che x insultarlo abbia bisogno di assumere le sembianze di nome… Vabbè che non è una cima ma è chiaro che il Vixliacco tra me e lui di certo non sono io.
      Visto che l’ho scartato da tempo non perde l’occasione di parlare di me, é ossessionato, mi stalkera, mi vede ovunque. Mi sa che le Milfone immaginarie non gli sono bastate… Come dici tu “ma chi lo copre”.
      Con la sua di.. rea verbale sgradevole al massimo può dare fastidio al coniglio nano che si è comprato come compagnia.
      Pensasse ciò che vuole… Tanto non conta e non me ne frega un caxxo.

    • Caro Ninja, sinceramente non me ne frega nulla, mi sono anche stancato di stare appresso a tutta sta gente, qua sopra le parole volano, non ho tempo e voglia di “battibeccare” virtualmente.

      Le azioni rimangono nel cuore di chi le ha compiute, oltre 25 di romanismo attivo non saranno mai cancellate da un Pallotta o un “nome” qualsiasi.
      Un saluto.

  10. Se tutti fossero come lei:seri preparati,professionali e tanto equilibrati da metterci la faccia..faccia un briefing ai suoi colleghi..avremmo un altro ambiente.sinceri complimenti non è da tutti

    • Ciao Querquetal, come va?
      Sei sparito dal 20 agosto, forse perche’per un mese avevi preconizzato una sconfitta a Bergamo e ti aspettavamo per sfotticchiarti un po’.
      Pensa che “la Piattola” multinick che accusa gli altri di multinickite,come sei apparso,ha pensato che fossi io. Che pollo.

      Ciao Querquetal

  11. Articolo pienamente condivisibile e pienamente esplicativo… Un bravo a G. Pinoli.
    Vogliamo un presidente più presente che aiuti la Roma e non uno sparone che 2 volte l’anno singhiozza.

  12. Mm… capisco il punto di vista (molto umano) ma non lo condivido. Rabbrividisco di fronte alla descrizione della nuvola giornalistica di dilettanti allo sbaraglio che si danno da fare intorno al Calcio Romano nella speranza un giorno di poter prendere il posto di colleghi arrivati, i quali, forti di una specie di rendita di posizione, possono starsene seduti sogghignando e dar fiato alle trombe pur sapendo che la notizia potrebbe essere fuffa. Ok, l’ambiente è così, va bene. Ma è Pallotta che deve cambiare? Sul serio? Perchè a dire la verità, i comportamenti qui descritti non ispirano simpatia.

    • PS: da maleducato quale sono mi sono scordato di ringraziare per l’ospitalità, una volta che ne avevo l’occasione… chiedo scusa. Questo inizio di stagione mi sta distruggendo ? …

  13. Buonasera a tutti. Condivido l’articolo del sig. Pinoli e apprezzo e sostengo chi rispettando, chiede rispetto per la Roma e i suoi tesserati. Ma mi chiedo io: per quale strano arcano qualcuno ci rema contro e vorrebbe destabilizzare l’ambiente? Perché tutto questo odio? Siamo scomodi, perché? Credo che non abbiamo mai intralciato il lavoro di nessuno ne dato segno di arroganza o tracotanza nei confronti di alcuno. Perché ci vogliono così male?

    • Ciao Ma che stamo a fà, grazie per l’apprezzamento. Rispondendo alla sua domanda, non bisogna mai dimenticare che dietro alla Roma in tutti i suoi aspetti c’è un giro di interessi enorme. Un saluto.

  14. Non è che ci vogliono male perché siamo brutti e cattivi. Semplicemente perché da 4 anni ci prendiamo i soldi della Champions e se facciamo lo stadio con i maggiori ricavi è possibile se non probabile che continueremo a prenderli anche per i prossimi 10 -15.

  15. Complimemti a Pinoli per l’articolo dal quale si capisce perfettamente che tiene alla nostra Roma e grazie sempre a giallorossi.net che è ormai l’unica fonte che leggo per le notizie sulla Roma..il resto della stampa è spazzatura

  16. complimenti al sig. Pinoli per l’interessante confronto e dibattito che ci ha proposto oggi pomeriggio…
    articolo apprezzabile e condivisibile che spero possa riunire (momentaneamente) una parte della tifoseria romanista sul forum…
    saluti e Sempre Forza Roma!!!

    • Caro GS2012, grazie a te per aver partecipato e per i complimenti. Riunire la tifoseria è un compito particolarmente arduo, forse impossibile, ma chissà che un pizzico di buonsenso possa riaprire quantomeno un dialogo sano. Un saluto e sempre, sempre forza Roma.

  17. Bentornata/o alla Maga/o di Praga/o, Zecchinetta, Prohaska, Pestrin sotto altro nick, ovviamente.

    Per il resto, Pallotta – per i miei gusti – ha perso anche troppo tempo e denaro qui a Roma (opinione personale). I suoi investitori, credo, stiano cominciando a rendergli conto, anche se gli americani sono soliti vedere le cose a lungo termine. Vista la stagnazione del progetto Stadio, un po’ di nervosismo è normale.

    • A proposito:
      “La Piattola” e’convinto che io sia un multinick.
      Mi sa che non ha capito che lo abbiamo tanato da tempo
      il “Nome” che insulta sempre te, me e Adelmo e’lui,con la sua semantica da 13enne e le sue faccette da imbecille.

      in ogni caso puo’pensare pure che sono il Mostro di Firenze, non me ne frega un [email protected]

  18. Premessa: penso che nella gestione della squadra la società abbia fatto molto errori, anche gravi. A partire dalla mancata costruzione di una intelaiatura forte sia come allenatori (7 diversi in 6 anni) e giocatori (con una difesa che ha perso pezzi ogni anno), fino ad arrivare a una gestione marketing quanto meno curiosa (nessun main sponsor in 6 anni).
    Scettico e perplesso lo sono anche per la stagione in corso.
    Detto questo mi sembra DA MATTI gettare la croce addosso a Di Francesco dopo TRE (diconsi tre) partite. L’anno scorso dopo il 3-1 a Torino ci hanno messo sulla graticola, poi abbiamo fatto 87 punti. Magari non sarà così, però è ASSURDO contestare dopo tre partite.
    Piccola nota: nella prima giornata di CL siamo stati l’unica italiana a fare punti.

  19. Onore a Giancarlo Pinoli.

    Articolo indiscutibile, di rara ed esemplare chiarezza.

    Pallotta è un “sovrano assoluto” che può fare qualunque cosa..

    La “sbruffonata dei 50mila Euro” mi è parsa battuta spiritosissima.

    Un caro saluto alla redazione

  20. Egregio Dott. Pinoli il suo articolo non mi convince per niente . Il tentativo di dare un colpo al cerchio e uno alla botte non mi sembra molto riuscito cosi’ come il tentativo di girare intorno alla questione di fondo che solleva James Pallotta. Non si capisce se lei stia parlando da tifoso a difesa di as roma o intimamente sia portato come in un attrazione fatale a difendere la sua categoria mele marce comprese. Molte volte sono stato d’accordo con lei ma questa volta avrei preferito una presa di posizione piu’ chiara e netta da vero tifoso giallorosso quale certamente lei e’ . Per il bene della ns. Societa’ che va tutelata e protetta come bene primario dal punto di vista sportivo ed etico..

    • Carissimo Robbo 1, a me sembra di aver preso una posizione molto netta contro la stampa, romana in particolare. Mi dispiaccio se non sono riuscito a non averti tramesso chiaramente la mia idea. Ti auguro una buona serata, grazie di aver dato il tuo contributo.

  21. Ti rispondo io perché al solo pensiero che la roma vince si sentono male. Malooxx malooooxxxx buscopan riopan amato digestivo Giuliani a iosa a fiumi a catinelle

  22. Dici bene caro pinoli quando ammetti che dietro la Roma c’è un giro enorme … ma come mai ti nascondi dicendo che ci sono tuoi ” colleghi” che non capiscono l’inglese è se veramente non lo capiscono come mai subito vi viene in mente di scrivere fandonie! La frase dei 50 mola euro prendila anche come dici tu ma sappi che li dietro c’è tutta la buona fede di una persona che certe cose non le aveva nemmeno pensate! Invece “voi” li a puntare il dito…. una volta tanto e magari sarebbe la prima volta che succede … xche non prendere le distanze da certi pseudo giornalisti?

    • Caro Valens, scusa ma non sono riuscito a capire precisamente cosa intendi. Non condividi il mio pensiero sul fatto di evitare quella uscita sui 50 mila euro? Io personalmente l’ho trovata un po’ di cattivo gusto, ma parliamo di piccolezze. E’ tutto il resto che conta davvero. Un saluto e buona serata!

  23. E magari anche voi ” forse” potreste evitare certi articoli se prima non avete la certezza di quello che una persona dice! Saresti apprezzato molto di più credimi se quelle volte che scrivi sarebbero realtà vissute all’interno di trigoria e non certamente apprezzato se fai parte anche tu di certi ” professionisti” che fanno a gara a chi la deve sparare più grossa. Saluti e buona serata

  24. Signor pinoli..ma vogliamo parlare del vergognoso articolo e attacco che ha fatto il signor giancarlo dotto contro di francesco dopo appena 3 partite? Altro che opinione di un giornalista ..quella e’ pura malafede e voglia di protagonismo..ma d’altronde un simile professionista giusto su un sito spazzattura come dagospia puo scrivere..x non parlare di quell’illustre dinosauro della prima repubblica che risponde al nome di d’alema…attendo una sua replica

    • Caro gian, concordo con lei. Ho trovato quell’articolo molto sgradevole e infarcito di sciocchezze volte solo a creare scalpore. Non ho mai apprezzato Giancarlo Dotto come giornalista, ma questa è solo una mia modesta opinione. Probabilmente nemmeno lui apprezzerà il sottoscritto, ammesso che mi abbia mai letto. Per quanto riguarda D’Alema, non condivido praticamente nulla del suo pensiero (di D’Alema), ma almeno lo ha espresso in forma “privata” (seppur poi captato da un fuori onda) e non lo ha scritto su un giornale. Buona serata e forza Roma.

  25. Se mi è concesso risponderei all’amico gian. Dotto ha un vitale bisogno dell’utenza giallorossa. Periodicamente scrive articoli al fulmicotone circa il mondo As Roma, come quelli su Totti, che gli servono più che altro per attirar l’attenzione, dal momento che, quando tratta altri argomenti, nessuno sembra filarseli. Noi tifosi della Roma costituiamo una risorsa per tanta, troppa gente. Sarebbe ora che comprendessimo tale realtà prendendone atto. Il personaggio, poi, è furbo e punta tutto sullo stile, certamente ricercato ma sostanzialmente vuoto. Nella forma è un grande. Nella sostanza meno. E poi è un falso tifoso.

  26. Fatemi capire. Quindi ci odiano perché da diversi anni siamo ai vertici del calcio italiano e siamo scomodi alle squadre milanesi che invece annaspano? Quindi questa campagna denigratoria dovrebbe riguardare anche il Napoli e soprattutto la Juventus…o loro sono immuni? Se parliamo di interessi enormi attorno alla società Roma staremmo a fare un ragionamento generico. Attorno a molte squadre, anche quelle non quotate in borsa, girano forti interessi. È solo questo o il problema è un altro?

  27. Caro signor Pinoli,

    questi ottusangoli non sono neanche in grado di capire che lei ha preso a pizze la stampa romana, invece guardano il dito (un rimbrottino a San James da Boston) anziché la luna (la stampa composta da personaggi alquanto discutibili).

    Peraltro, leggo solo ora il signor Compagno di Merende che vorrebbe farmi sparire.

    Al suddetto comunico che da mo’ che sono sparito, infatti non mi abbono da tre anni, è dallo stesso tempo che manco dallo sradio Olimpico, e ormai le puntate su questo sito sono molto rare.
    Infine, se con il suo frasario volgare e pretende pure di orientare il mio pensiero, beh che dire… rispondo solo con un Roma-Atletico, 1a di Champions League… 36 mila paganti… mancano all’appello 2 milioni di CESARONI

    • Caro Blouson (abbrevio il suo nome sinceramente troppo lungo), sono lieto che abbia capito l’obiettivo del mio articolo. Mi rammarica invece leggere i soliti battibecchi con gli altri lettori del sito. Faccia come me, cerchi di spiegare il suo punto di vista con pazienza e senza usare termini denigratori. Le assicuro che non serve a nulla. Se la gente non capisce il nostro punto di vista, probabilmente è anche un po’ colpa nostra. Un saluto e buona serata.

  28. Oltre che dagli attacchi della stampa Pallotta dovrebbe farsi sentire,anche quando subiamo i soliti e continui torti arbitrali,con la var o senza~è sempre la stessa solita musica per noi.
    Ha fatto bene con l’Inter a fare le sue rimostranze,ma lo dovrebbe fare sempre.

    • tutto è possibile, basta pagare. c’hai na piotta? tutto ha un prezzo. tira fuori i soldi e comprati la asroma, ben felice di tifare x te. non hai i soldi x comprarla? di che parli? del nulla. vuoi du cinesi? pensa pjano i soldi a strozzo da un amico di pallotta.ma quando l’ha detto lo hanno assalito. 3 giorni dopo lo hanno ammesso. e sono a 4 mesi dal fallimento. spero sia più presente, ma dopo aver visto giocare bacci andrade da silva benitez chinellato curcio penzo larosa mijesan vigano ferrari del sol etc etc oggi ringrazio dio. a sto mondo sbaglia chi fa. chi non fa niente non sbaglia mai

  29. Due cose da fare, non ascoltare radio ne comprare giornali dove si attacca continuamente la Roma e questa dobbiamo farla noi e poi citare per danni sia sportivi, sia morali, sia economici come società quotata questi pseudo-giornalisti e con i loro soldi ricavati andarci a pagare lo stipendio di De Rossi. A marione potrebbe venire un coccolone sapendo che paga lo stipendio al calciatore che lo ha definito un pappone, questo secondo punto dovrebbe farlo la società.

  30. Caro Pinoli il tentativo di riunire la tifoseria con un tendere la mano da parte di una categoria che ci ha fatto sempre del “male” la trovo tardiva. Oramai si è creato un solco insanabile tra la stampa e i tifosi della Roma. Apprezzo molto il suo modo di porsi e confrontarsi con i frequentatori del sito intavolando una discussione civile, ma lei purtroppo resterà una voce fuori dal coro. Leggo invece una grande verità che sottolinea, ossia che il più delle volte queste dichiarazioni o notizie a volte inventate, sono il frutto del lavoro di un ragazzetto che vuole emergere e ottenere il tesserino da pubblicista o professionista…..questo lo trovo davvero un modo arrogante e inopportuno che non giova alla Roma e a tutto l’ambiente. Le porgo i miei saluti, incazzato con la Roma nel…

  31. Per me si dovrebbero boicottare tutti gli sponsor delle trasmissioni radiofoniche e dovremmo smettere di comprare la carta straccia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome