QUI NAPOLI – Higuain e Albiol, si decide giovedì. Zuniga a rischio

0
428

CALCIO: MERCATO SENZA BOTTI FINALI, MA LA SERIE A E' GIRO DA 820 MLN

NOTIZIE AS ROMA – Ancora perplessità su Zuniga. Forti. Il colombiano ieri ha svolto lavoro differenziato. Problemini a un ginocchio,a una caviglia, un leggero affaticamento muscolare: acciacchi di varia natura. Roma- Napoli è sempre più vicina, solo due allenamenti fino alla sfida dell’Olimpico. Di tempo non ce ne è molto, si proverà fino all’ultimo a recuperare Zuniga ma al momento sono forti le perplessità su un suo impiego. Il colombiano potrebbe quindi saltare la sfida scudetto contro la Roma e sarebbe una di quelle assenze pesanti. Stanno meglio Higuain e Albiol, che oggi verrà sottoposto a una nuova ecografia di controllo. L’argentino e lo spagnolo hanno svolto quasi l’intero lavoro con il gruppo. Segnali positivi per tutti e due: il Pipita è quasi pronto, il difensore ex Real Madrid ha fatto registrare sensibili passi avanti. Tutti e due possono farcela, più chance di Higuain rispetto ad Albiol. Ma per tutti e due l’ultima parola si potrà dare solo al termine della rifinitura, cioè giovedì, giorno della vigilia del match dell’Olimpico. La situazione dei tre infortunati verrà monitorata momento per momento.

Se i due non dovessero farcela, spazio in attacco per Goran Pandev, in ottima forma, e a uno tra Fernandez e Cannavaro per la fascia. Torna in condizione invece Maggio, che sarà pronto per la sfida all’Olimpico contro la Roma. E avrà un ruolo fondamentale sulla fascia destra perchè i giallorossi sono molto pericolosi nella spinta sugli esterni.

Ultimi due giorni di verifiche per la formazione da mandare in campo, Benitez lavorerà su tutti i reparti e sceglierà la formazione anti-Roma.Formazione che sarà strettamente legata alle condizioni dei tre infortunati: Zuniga, Albiol e Higuain. Il tecnico spagnolo conta di avere tutti e tre a disposizione per il match scudetto. Il miglior Napoli per poter affrontare nel migliore dei modi la Roma.

(Fonte: IL MATTINO, R. VENTRE) 

Articolo precedenteFalcao-Maradona ieri, oggi il Napoli ha paura di Totti
Articolo successivoTorosidis – Dodò: un posto per due

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome