Ranucci: “A Report la verità sul sistema Juve. Marotta? Addio strano”

54
1090

AS ROMA NEWS –  L’inchiesta Alto Piemonte, il mistero del suicidio di Raffaello Bucci, gli affari fatti con i biglietti dello Stadium, i rapporti tra tifoseria bianconera e ‘ndrangheta, i legami tra dirigenza juventina e soggetti legati alla criminalità calabrese. Saranno i temi che verranno trattati nella prossima puntata di Report, il 22 ottobre, alle 21,15 su Rai Tre. Il desiderio di saperne di più, in anticipo, ci ha convinto ad intervistare il conduttore del programma, Sigfrido Ranucci. «Partiamo da una premessa – ha esordito – Non ci sono dirigenti della Juventus indagati ma quello che emerge dall’inchiesta è un contatto diretto tra i manager bianconeri e i Dominello, famiglia accusata di avere dei legami con la ‘ndrangheta. La questione del bagarinaggio e degli affari con i biglietti dello stadio presenta un connubio chiaro tra certi personaggi, tra persone indagate, dirigenti e anche calciatori della Juve».

Da dove parte l’inchiesta?
«Secondo la Procura la data fondamentale è il 21 aprile 2013: quel giorno si gioca Juventus-Milan. Nella curva juventina spunta uno striscione: “I gobbi”. Dietro ci sono Saverio e Rocco Dominello, padre e figlio, è il giorno in cui la ‘ndrangheta entra nella curva bianconera».

Il 7 luglio del 2016 arriva il suicidio di Raffaello Bucci, collaboratore dello Slo della Juve.
«Poco prima di mezzogiorno, a Fossano: arriva in prossimità di un cavalcavia con un suv bianco, poi si lancia nel vuoto. C’è un’anomalia: l’auto era della Juve. Bucci non figurava come un dipendente del club perché era assunto da un’altra società ma godeva di alcuni benefit, come appunto il suv. Bucci era l’anello di congiunzione tra club, forze dell’ordine e tifosi. La Juve però aveva il suo Slo ufficiale».

Ce ne sono altre di anomalie?
«Non si spiega perché ad un certo punto uno dei legali dello studio Chiusano, che rappresenta la Juve, va in ospedale, a poche ore dalla morte di Bucci, chiedendo di entrare in possesso del suo telefono e di altri effetti personali. È un particolare non trascurabile. Dal telefonino di Bucci sono emerse cose molto interessanti: sms e foto che riguardano il club e la curva. C’è anche una chat con un’utenza intestata alla presidenza del Consiglio e riferita ad un agente dei servizi di sicurezza. Bucci era un informatore dei servizi. “Sono nella merda” e poi “la mia posizione è bruciata”, sono alcuni dei messaggi dove manifestava la preoccupazione di andare a testimoniare in Procura dopo la convocazione. Aveva avvisato anche la Juventus».

Il giorno dopo aver parlato in Procura, Bucci si suicida.
«A Report mostreremo alcune foto tali da creare dubbi sulla vicenda. Bucci è morto per la caduta, ma in base a foto e a perizie sorge il sospetto che prima di lanciarsi nel vuoto sia stato vittima di un pestaggio. Abbiamo ricostruito la vicenda con testimonianze, intercettazioni e documenti inediti. Ma non fatemi anticipare troppe cose».

Sono terminate le anomalie in questa vicenda?
«Veramente ce n’è un’altra. Bucci era intercettato ma il server in uso alla Procura tre ore prima del suicidio ha avuto un blackout. Secondo gli atti quello sarebbe stato il momento in cui comunica con l’agente dei servizi segreti, e chissà con chi altro. Non si sa cosa sia avvenuto in quelle ore precedenti alla morte».

Bucci aveva un conto corrente importante.
«Trecentomila euro che non voleva si scoprissero. Aveva inviato l’ex compagna in Puglia per avvisare i fratelli su un’operazione della Guardia di Finanza. “Devono trovare il barattolo ma non la marmellata”, chiaro il riferimento a qualcosa che non dovevano trovare e aveva bisogno di essere messa al riparo».

E la Juve come c’entra in tutta la vicenda?
«Vi posso assicurare che da questa storia emerge un quadro impressionante di rapporti della dirigenza con i tifosi, un connubio spaventoso tra la società e una parte di supporters bianconeri. La vittima di questa storia è il calcio. Sono vittime anche i tifosi per bene. Non si tratta di un’inchiesta contro il calcio ma di un atto d’amore per questo fantastico sport e per i tifosi per bene. Quello che emergerà è un problema etico della gestione del calcio al di là dell’aspetto giudiziario. Fa impressione il quadro complessivo che riguarda una società come la Juventus. Quanto andrà in onda il 22 ottobre potrebbe interessare la giustizia sportiva».

Lei parla di dirigenti, di società. Di chi si tratta?
«Consentitemi di non fare nomi. Emerge soprattutto l’ipocrisia di un sistema».

Con questo sistema quanto c’entrano le recenti dimissioni di Marotta?
«Non sono in grado di dire se siano legate alla vicenda. L’anomalia è il modo in cui sono arrivate queste dimissioni. Non è nello stile Juventus chiudere con un dirigente così importante che ha contribuito a tanti successi. Nessuna conferenza e, a parte il diretto interessato, nessuno ha detto nulla in merito alla separazione dopo tante stagioni di vittorie. È strano come Marotta è andato via. Non è nello stile della Juve».

Quanto lavoro c’è dietro alla puntata di Report?
«Ci sono voluti tanti mesi, si tratta di un lavoro di paziente ricerca di personaggi, situazioni, testimonianze. Sono stato accusato di averlo fatto perché si tratta della Juventus poiché io sono romanista. Non ho mai nascosto la mia fede giallorossa. Ma chi ha realizzato l’inchiesta è Federico Ruffo, e lui è juventino».

Da romanista al Romanista, ci fa un’anticipazione?
«Ve ne ho già fatte molte. Vi ho detto davvero parecchio. Ora guardatevi Report il 22 ottobre. Poi ne riparleremo».

(Il Romanista, S. Pettoni)

Articolo precedenteZeman: “La Roma non è il club adatto a Schick, Di Francesco non sa cosa fare con lui”
Articolo successivo“ON AIR” – AUSTINI: “Il Napoli non è più forte della Roma, la differenza è che ci crede”, TRANI: “Prenderei subito Rabiot”, GALOPEIRA: “Pellegrini? Famiglia felice anche prima del derby”, FERRAZZA: “Non viene riconosciuta a Di Francesco la dimensione internazionale che sta dando alla Roma”

54 Commenti

  1. Non vorrei mai essere nella sciarpa di uno juventino neanche per un secondo della mia vita. Voglio e rivendico con orgoglio giallorosso tutte le (poche) vittorie e le (tante) beffe (perchè la nostra non è una storia di sconfitte, ma di “beffe”). Essere della Juve è avvilente, perchè tutto il mondo Juve è avvolto dalla menzogna e – come scriveva Conrad – la menzogna è un cadavere putrefatto e come tale puzza.

    • @Amedeo: Perfettamente concorde!
      Basti pensare al periodo Moggi, Bettega, Giraudo…
      Plusvalense, Doping amministrativo, Abuso di Farmaci, Calciopoli, Diritti Tv
      Minacce di Morte inflitte a Designatori Arbitrali e Testimoni Corruzzione su larga scala
      Avevano le mani in pasta ovunque.
      Eppure nonostante alcune condanne Esemplari, hanno continuato (e continuano)
      come se nulla fosse… Per questo dicevo: Per me Il Marciume rimane marciume
      Quello che mi stupisce è che vi siano Romani che continuano a tifare questa squadra e che
      dopo tutto ciò, che c’è chi vorrebbe Conte sulla Panca della Roma.
      Mai e poi mai. Sarebbe un boccone troppo duro ed indigesto dà digerire.
      Se ciò dovesse accadere, per me significherebbe toccare il fondo!
      Forza Roma!

    • Wow, citazione di un fantastico passaggio di un bellissimo libro. Il colonnello Kurtz, ne sono certo, la penserà come me ? …

    • Ciao Enrico, grazie. Se ti dicessi che, a dispetto della fama, “Cuore di tenebra” in realtà non mi è piaciuto granché – ci credi? Quella frase, assai potente, è l’unica cosa che mi è rimasta, il resto una delusione.
      Per quanto riguarda la descrizione della vita nell’Africa nera, dove, a dispetto della mitologia comune fatta di avventure senza fine, non succede quasi mai niente, preferisco di gran lunga le cento pagine del “Viaggio al termine della notte”, in cui Louis Celine illustra le sue giornate trascorse nella giungla dove l’aria cotta, l’umidità e il marcio si fondono con la noia, l’insonnia, la dissenteria, le zanzare e la dissolutezza mista a pusillanimità di certi capi tribù africani.
      Un saluto.

    • Ci credo eccome… Conrad fa lo stesso effetto anche a me. Poi passa il tempo e mi accorgo che quelle avventure rarefatte e le parole che le accompagnano hanno impressionato la mia memoria più di quanto abbiano impressionato me a prima vista…

      Céline non l’ho letto ma ti ricordo che, come hai detto tu, questo è un sito di tifosi e non di cucina Togolese ?… ciao!

  2. Articolo a parte, non è una novità!
    La Rubens: Ricordo come se fosse adesso tutto quello che accadde in passato
    Dà Agnelli a Moggi. I Periodi della Triade.
    Le condanne inflitte al Ds. Le minacce a Baldini. Le diffamazioni contro Facchetti.
    Anni ed anni di Furti, Inganni e Quant’altro.
    Trofei letteralmente Rubati e mai Restituiti.
    Rimango convinto che talune cose in taluni ambienti non cambieranno mai
    Del resto basti vedere cosa hanno combinato con l’acquisto di Ronaldo.
    Con tutto che era accusato di Evasione Fiscale hanno proceduto come se nulla fosse
    Giusto ieri leggevo delle accuse di Stupro mosse contro Cr7.
    Voi credete che accadrà qualcosa? Io dico di nò Metteranno tutto a tacere
    Ricordiamoci di una cosa: Chi aggira il sistema una volta lo farà sempre
    Opinione…

  3. Neee antisocietari le leggete ste NOTIZIE? E comm vuoi vincere? Mr. Li ( ora latitante) falso riccone prestanome cinese, SUNING false plusvalenze BABA’CON I RAGAZZINI, CHIEVO GRAZIATO. .la JUVE ..embè leggete sopra..

    • per lui c’entrano sempre, anche lo tsunami del 2004 è colpa nostra, che non lo sai?
      è talmente ossessionato dal libero pensiero che non può accettare chi lo pratica, secondo lui siamo tutti juventini, laziali, interisti, napoletani e quant’altro…
      lo stesso Ranucci se un domani dovesse fare o dire qualcosa contro lo speculatore di Boston diventerebbe immediatamente inaffidabile, al servizio dei poteri occulti con cui si complotta ai danni della società americana, insomma un infimo lecchino della stampa contraria alla grandezza del calcio e popcorn a lui tanto caro..

      e menomale che sta a Sarno, pensa se stava qua come ce le sfracellava!!!

      FORZA ROMA SEMPRE!!!!

    • Ve la ricordate la musica della pubblicità della Pasta Barilla …..dove c’è Barilla c’e” casa…..
      Immaginate ora con lo stesso sottofondo musicale
      lo spot dove c’è Juve c’è mafia!
      Bellissimo pura verità purtroppo!
      Sparisce l’ intercettazione delle 3 ore
      Prima della morte di Bucci….. Azzz

    • Non sono mai stato entusiasta dell’attuale gestione giallorossa (sono convinto che la forma migliore sia l’autogestione sotto forma di azionariato popolare), tuttavia non capisco come si possa giudicarla negativamente dal punto di vista dei risultati sportivi dopo anni in cui si arriva sempre secondi o terzi in campionati in cui il primo posto è deciso a tavolino sempre a favore della stessa società di malfattori.
      Certo che si può criticare, ma perdere di vista il contesto e la dinamica degli eventi solo per partito preso di certo non aiuta a migliorare la nostra situazione.

  4. Quanto marciume si nasconde sotto la superficie? La Juventus è sempre immischiata in queste situazioni.
    Orgoglioso di essere romanista.
    Questa volta sono d’accordo con Amedeo.
    Forza Roma!

  5. avete notato fino ad ora il silenzio che intorno alla vicenda e si parla di qualche anno fa’ i titoli meglio pochi ma veri ,belli e boni , per questo sempre FORZA ROMA , aROMA quando vinciamo il titolo o coppa noi festeggiamo è talmente grande la gioia che neanche i 32 scudetti della riubbe ce l’offuscano (32 quanti puliti veramente , alla luce dei fatti che li coinvolgono ? )

  6. Niente di nuovo sotto al cielo, semplicemente il modo di fare e di essere quelli là riflette il gotha italico (scritto volutamente in minuscolo).
    Diventare (tanti tanti anni fà) Romanista, essere Romanista, vuol dire stare dalla parte dei giusti, se non ci fosse la Roma sarei un pò più infelice.
    FORZA ROMA SEMPRE!!!

  7. Ogni anno passa sempre più la voglia di vedere questo schifo.ma da sportivo la cosa che mi fa piu specie è capire come fa gran parte degli italiani a tifare per questa squadra? Popolo di frustrati che piuttosto che cambiare preferiscono gli illeciti e le strade facili anche nello sport.FORZA GRANDE ROMA.

    • Bella domanda, caro Jeremy. Una mia cugina ha sposato uno juventino (capita anche nelle migliori famiglie). A Pasquetta scorsa ci siamo ritrovati tutti insieme e, inevitabilmente, il discorso è scivolato sull’argomento calcio (sebbene fossi stato diffidato dalla mia consorte). A domanda espressa “ma come c***o si fa a tifare una squadra così di m***a?” mi è stato risposto “Perché vincere mi rende contento e non triste come voi”. La giornata si è conclusa senza vittime (abbacchio a parte).
      Ho voluto raccontare questo aneddoto anche per chi, in questo forum, equivoca continuamente sull’uso dei termini “perdente” e “vincente”. Letteralmente, “vincente” è colui che vince; ergo, noi Romanisti dovremmo appartenere di diritto all’altra categoria.
      Ma “Chi tifa Roma, non perde…

    • Ahahahahaha….

      … beh, la domanda era stata posta con una scelta di termini talmente neutrale che la faceva assomigliare più a un’indagine scientifica che a una conversazione a ruota libera…

  8. Quando si parla dei bianconeri salta sempre fuori il fantomatico stile juve, come se avessero un’aura di bontà intrinseca e impareggiabile.
    Però osservando un po’ meglio – neanche troppo a dire il vero – tale stile si rivela essere un coacervo di violenta arroganza, antisportività (la pretesa di vittoria anche utilizzando mezzi scorretti), irrispettosità e impunità (garantita da soldi e minacce).
    Io non scambierei una singola vittoria romanista per il loro trentello farlocco, e mi rattrista un pochino il pensare che tra di noi c’è persino chi li ammira e li prende come esempio positivo.

  9. Strane le dimissioni di Marotta? Che,poi,più che altro l’hanno dimissionato! Hanno trovato il capro espiatorio,vedrete,tutto a posto!

  10. Poi vi meravigliate perché vincono sempre loro solo in Italia pero, io sono sempre più orgoglioso di essere Romanista quando escono certe cose ma con tutto quello che hanno fatto in questi anni perché non li fanno sparire cosa altro devono fare per sparire. Forza Roma

  11. Sono anni che aprono e chiudono inchieste sulla Rubentus, società che ha gestito il mondo del calcio in lungo e in largo.
    Mai gli è stata data una giusta penalità, l’associazione arbitrale li assencindano sempre, (vedi ultimi risultati falsati) quindi per noi semplici tifosi di altre squadre questa giustizia sportiva non interviene MAI.
    Preferisco essere della Roma, squadra che non ha mani in pasta e non lo
    Farà mai, che essere tifosi di questa merda di squadra.

    Forza RIMA SEMPRE.

  12. Nelle dimissioni di Marotta non c’è niente di strano e di segreto. Lui era contrario all’operazione Cristiano Ronaldo e l’ha detto in faccia al suo datore id lavoro.
    Come conseguenza,l’hanno dimissionato.Perchè là vale una regola sola,che è quella di chi comanda. Qui a Roma vorrebbe comandare chi non conta niente.

  13. Sarà quello che sarà ma questo è il classico fijo de [email protected]@ che ognuno vorrebbe avere in società, non il classico signorino chino che acconsente a tutto…
    Comunque Juve perda sempre 🙂

  14. vedi Lupetto gli antisocietari centrano sempre. Perché quando vogliono loro la juve e i suoi pezzenti ( inteso come persone e non sul lato economico) vengono presi ad esempio. Quando vogliono loro…ehhh a juve vince ehhh pero’poi ste notizie non le commentano mai. Come a quando esaltavano i cinesi fasulli rossoneri e la loro miserabile campagna acquisti fatta di prestiti e buffi. SIAMO PIÙ FORTI DELL’ANNO SCORSO.
    SALAH IERI SERA HA FATTO PENA
    VIVA LE PLUSVALENZE. Viva la piccola OLANDESINA

    • ahi ahi caro for de porta, io laziojuventino come sono, (a detta tua…), a fine post lascio un bel FORZA ROMA SEMPRE, te invece da vero Romanista lecchinoscendiletto spari a caratteri cubitali un SIAMO PIU’ FORTI DELL’ANNO SCORSO SALAH IERI HA FATTO PENA VIVA LE PLUSVALENZE, ( peccato però che in semifinale di champions ci ha fatto i bozzi, QUESTO NUN TE LO RICORDI EHHHH…)

      epperò sei più Romanista te con i popcorn e la cocacola… daje Amerregà, facce Tarzan!!!!

    • L’anno scorso la Roma è stata estromessa dalla Champions non da Salah o il Liverpool,ma dai 2 arbitri delle partite…a Bambolo,sveglia!

    • bla bla bla… il Sempliciotto sentenzia!!!

      eccerto anche la UEFA è al soldo dei poteri occulti italiani, che temono la Roma degli amerrecani pronta a spiccare il volo sulle più alte vette del calcio mondiale, e allora ci manda gli arbitri killer, anfatti i 2 gol di Salah erano del tutto fasulli e solo per quello che ci hanno sbattuto fuori, due reti irregolari che sullo 0 a 0 ci hanno tagliato le gambe…

      io me devo sveja, ma te è meglio se te ne vai in letargo criogenico, fai Avatar cos’ tra un par de secoli quando te risveji la Roma è la regina intergalattica come annunciato dal vostro vate, er fruttarolo de Boston…

    • All’UEFA son molto felici che vincano le squadre con maggior bacino d’utenza, perché portano tanti quattrini in più.
      Non arrivo a dire che questo falsifichi invariabilmente i risultati… Ma ho il sospetto che se una squadra “normale” subisce un torto arbitrale, nella ridente Svizzera non si stracciano le vesti.

    • Ciao olandese, scusami ma ricordi gli arbitraggi andati in scena nell’altra semifinale? E quello della finale?
      A me sembra che i risultati saltino fuori più da un’analisi di merchandising (liverpool e real madrid sono 2 dei club con più “followers” al mondo), che da ciò che le squadre hanno espresso in campo: fammi giocare gli ultimi 30′ sul 3 a 2 col liverpool in 10…

    • Anacronistico, olandesevolante non ricorda gli arbitraggi da te citati, non ha visto quelle partite. Sicuramente ricorda bene il salisburgo e le 4 palle di Mozart ingoiate.

    • Olandese, il primo gol di Salah era chiaramente IRREGOLARE, per un evidente fallo su Strootman che ha perso inopinatamente la palla facendo ripartire il contropiede dei Reds. Nel secondo tempo ne hanno fatto un altro in chiara posizione di fuorigioco.
      Del ritorno, meglio non parlare. A Anfield Road gli errori arbitrali sono pesati quanto quelli della Roma facendo la differenza. Al ritorno invece la differenza l’hanno fatta solo le sviste di quell’incompetente di sloveno.

  15. Questi hanno sempre avuto “le chiappe chiacchierate” , sono fatti , agli archivi delle cronache dei tempi.

    Però se imputiamo la nostra mancanza di vittorie solo a queste vicissitudini saremmo miopi e ricorderebbe la storiella della volpe e dell’uva.A Roma purtroppo non si è mai fatta imprenditoria ad alto livello e Roma e anche la Lazio ne hanno subito le conseguenze.

  16. Qua parlano di giustizia sportiva ma perché l’argomento delicato è “la mafia è lo stato”. Giustizia sociale, popolare giudiziaria: di questo si deve parlare!!!! Se fino a oggi siamo ancora cosi è per le istituzioni difettate e colluse. Un tema grave. Auguro a tutte queste organizzazioni da quelle sportive a quelle di altra natura colluse, LA galera A VITA. Io mi aspettavo che qiesta cosa uscisse prima quest’anno invece hanno comprato Ronaldo!abbiamo un problema ed è ISTITUZIONALE.

  17. Si Simona stima,son almeno più di sette anni che nel corso del campionato italiano accadono cose strane in alcune fasi del campionato,giornali e TV fanno finta di niente non ne parlano ,tutto è messo a tacere, nonostante i grandi acquisti in Champions fino ad oggi ha cileccato ,

  18. Mi ricordo del dirigente che ha tentato di uccidersi, suicidio? Qualche anno dopo suicidio?,di un noto capo ultras pochi giorni fa’ un dirigente messo alla porta perché ?in7 anni ha fatto vincere scudetto e coppa Italia ,allontanato per l’arrivo di CR7 non ci credo , c’è dell’altro che è sommerdo

  19. Chi si aspetta che paghino per qualcosa è un illuso.
    Per i “soli” fatti di calciopoli sarebbero stati radiati da tutti i campionati nazionali in qualsiasi Paese presumibilmente civile.
    E se stavolta si parla pure di mafia tanto peggio, ci sarà la corsa a riverire e compiacere una volta di più questa gente perchè siamo in italia.
    Tutti sudditi e lecchini del potente di turno.

  20. ciao Anacronistico, a proposito complimenti per il nick me gusta mucho… io capisco cosa vuoi dire, ma la mia se tu leggi tutti i post era una risposta per il simpaticone da Sarno che va blaterando ai quattro venti che Salah è una pippa, solo per giustificare la cessione del giocatore da parte della società…quindi quello che dici al riguardo del peso specifico delle varie società e che forse con arbitraggi più equilibrati ce la saremmo potuto giocare meglio mi trova d’accordo, al contempo però non posso accettare che passi la minchiata che Salah è una pippa, perchè lo abbiamo provato sulla nostra pelle che non c’è nulla di più falso…

    FORZA ROMA SEMPRE!!!

  21. Una vicenda veramente inquietante con tanto di morto presumibilmente ammazzato . Il quadro che se ne ricava e’ decisamente a tinte fosche. Qui non si parla semplicemente di doping o di Calciopoli ma di vicende di una gravita’ ancor piu’ sconvolgente e che sconfinano nella cronaca criminale. Non so adesso cosa accadra’ e se quella Magistratura inquirente che spesso fa finta di non vedere adesso si possa attivare o meno e se ci saranno strascichi sportivi. Quel che e’ certo è che si tratta ancora una volta di personaggi gravitanti nell’orbita della societa’ bianconera se non di veri e propri tesserati . Che sia un caso a questo punto non lo possiamo piu’ credere …

  22. Quando si parla di vergogna rubentina non posso che straconcordare con Amedeo, Colonnello Kurtz,Enrico, El Flaco e chiunque ha vergogna che in un paese come il nostro ancora si permette a questi di gestire (da sempre) a piacimento e convenienza l’intero sistema/industria calcio. Tra precedenti e pendenze penali, che praticamente spaziano per tutto lo scibile penale, ci si potrebbe realizzare un’enciclopedia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome