Roma, comincia lo spettacolo

56
1

AS ROMA NEWS – Veloce, efficace, prepotente e dominante. La Roma entra finalmente in scena e sistema la sua classifica, piazzandosi in scia delle big. Fonseca, con il primo successo ufficiale nel nuovo club, irrompe nel nostro campionato: 4 gol in poco più di mezz’ora, contro il Sassuolo di De Zerbi, suo rivale in primavera per la panchina giallorossa.

La vittoria (4-2) è alla fine meno larga di quanto racconta il film del match all’Olimpico. Alle reti di Cristante, Dzeko, Mkhitarian e Kluivert nel primo tempo, vanno aggiunti i legni colpiti da Pellegrini, Dzeko e Mancini nella ripresa. Il punteggio insomma sminuisce l’esibizione, anche perché poi la doppietta di Berardi, a risultato ormai in freezer, riapre il dibattito sulla fragilità della linea difensiva.

DOLCE STIL NOVO – L’impronta di Fonseca è, comunque, evidente. A prescindere dai debuttanti Veretout e Mkhitaryan, schierati in ruoli fondamentali per il sistema di gioco del portoghese: è scontato che abbiano integrato lo spartito giallorosso. Lo perfezionano e non solo nella costruzione. Il mediano è dinamico accanto a Cristante, fisicamente potente e presente. Anche lui con il piede educato. La coppia va. L’acquisto last minute, invece, unisce alla classe pure l’umiltà. Va in pressing con Dzeko, Pellegrini e Kluivert e rientra a far reparto con i centrocampisti. In fase difensiva la Roma lascia il 4-2-3-1 per il 4-4-2. O per il 4-1-4-1 se arretra Cristante, con Pellegrini più basso e vicino a Veretout.

Ecco l’equilibrio mancato nelle prime 2 partite. Più che i nuovi, sono le posizioni. A destra si sacrifica Kluivert, confermato per la terza gara di fila. Escluso Zaniolo che poi entra e bene. Scelta tecnica e soprattutto mossa indovinata. Il rombo offensivo timbra il successo. Perché, in coincidenza con il vantaggio di Cristante, sale in cattedra Pellegrini e fanno centro Dzeko, Mkhitaryan e proprio Kluivert che, sullo 0-0, si vede anche assegnare e subito dopo togliere un rigore che in effetti non c’è perché Peluso prende il pallone. L’arbitro Chiffi dice sì, il Var Giacomelli no.

TRACCIA D’AUTORE – E’ Fonseca che fa la differenza. Più dei nuovi. Lunedì scorso Petrachi, in un colloquio a Trigoria, diede forza al suo 4-2-3-1. Che, confermato contro il 4-3-3 del Sassuolo, comincia a dare un senso al lavoro fatto durante l’estate. La Roma spopola proprio in attacco, dove il portoghese la vuole coraggiosa. Pellegrini, avanzato da trequartista sotto gli occhi del ct Mancini, è la soluzione. Suo il corner per il gol di Cristante (1-0), sua l’imbucata per la rete di Mkhitaryan (3-0) e sua la verticalizzazione per lo scatto vincente di Kluivert (4-0). E il palo ad inizio ripresa. La sua qualità ha premiato l’allenatore che ha insistito con il suo stile di gioco.

SPINA STACCATA – La Roma esagera fino all’intervallo: è dal 27 aprile 2008 che non chiude il primo tempo avanti di 4 gol (4-1 al Torino). Al Sassuolo, vulnerabile al centro della difesa con Chiriches e Ferrari, lascia il possesso palla e il palo dell’ex Defrel, tiro sporcato da Mancini. La palla rimbalza sulla schiena di Pau Lopez: Berardi segna, ma in fuorigioco. Rete annullata. Il pubblico dell’Olimpico si diverte anche all’inizio della ripresa. Dopo il palo di Pellegrini, anche la traversa di Dzeko, incornando di testa su cross di Florenzi.

Berardi segna su punizione: Pau Lopez in ritardo. Prende il palo anche Mancini, sempre con un colpo di testa. I giallorossi sono sazi. Anche stanchi e sanno gestire come chiede Fonseca. Zaniolo, in campo per Kluivert, prova a svegliare i compagni. Florenzi e Fazio sbandano. Doppietta di Berardi. Debutta pure Spinazzola, fuori Florenzi. Nel finale l’Olimpico regala la standing ovation a Pellegrini e fischia Pastore che lo sostituisce. E che si pappa il gol più facile: a porta vuota, sfiora di testa su pennellata di Zaniolo, protagonista come nel derby.

(Il Messaggero, U. Trani)

56 Commenti

  1. …gran bella Roma, i nuovi si fanno sentire a cominciare dal tecnico che mi ispira fiducia…molta. Peccato per i soliti pseudo-tifosi da strapazzo, i beoti attacca stracci in giro per Roma sobillati da altrettanto pseudo giornalari zerbini asserviti… chi fischia un giocatore della Roma al suo ingresso non merita di essere chiamato Romanista…sempre forza Roma

      • …domanda da fare al tecnico: e lui che lo manda in campo e mi sembra un mister che conosce i suoi giocatori e che ci azzecca. Personalmente ritengo Pastore un calciatore tecnicamente molto valido ma debole fisicamente. Penso anche che non solo Gonde è capace di rivalutare calciatori, magari Fonseca lo “risveglia”….rimane il fatto che NON si fischia un giocatore della Roma quando entra in campo…

    • Vado un poco controcorrente. Sarebbe auspicabile che non si fischiasse mai un giocatore che entra. Il pubblico pagante è però sovrano qualora il dissenso sia espresso in termini leciti. Ricordavamo con Kawa qualche giorno fa che qui gente come Tommasi e Delvecchio è stata subissata di fischi: a questo reagirono da uomini e riuscirono a trasformarli in consensi ed applausi. Pastore cerchi di fare buon viso a cattivo gioco e provi ad emularli. Fonseca sta tentando di ritagliargli l’unico ruolo possibile per lui, quello del jolly da ultimi 20 min. Sta a lui dimostrare qualcosa adesso. Sarebbe sempre poco per un giocatore che percepisce quello stipendio, ma già comunque qualcosa…

  2. Sto articolo andava quasi bene fino a “Pau Lopez in ritardo”.

    Ieri ho sentito qualche pivello dire che non sa mettere la barriera. Ebbene, fosse stata messa male l’avrebbe passata di lato, mentre invece l’ha passata sopra nonostante i giocatori saltassero. Perché era una parabola perfetta, bisogna dargli onore.

    La nostra disgrazia è quella di avere avuto un fuoriclasse tra i pali, che come tutti i fuoriclasse qui non ci resta, perché vuole andare in un top club a vincere CL e guadagnare il doppio se non il triplo. Continueranno ad essere iperseveri con i suoi successori.

    • Adelmo sono sempre d’accordo con te, ma stavolta devo leggermente dissentire. Proprio Alisson prese un gol identico contro lo Shaktar di Fonseca. Il secondo nel 2-1 all’andata.
      La punizione era ancora più decentrata a destra, ma più vicina, però lo stesso tirata col mancino sotto al sette protetto dalla barriera.

      Erano entrambe punizioni imparabili, per un piazzamento normale che è circa un metro dal centro, a coprire il proprio lato destro, quello del tiro a giro a rientrare, che gira attorno alla barriera.

      Quando chi calcia riesce a superare la barriera, a tenere bassa la palla e andare vicino al sette, è bravo lui, e non scarso il portiere.

      Che sia Alisson o che sia Pau Lopez.

      • Quel tiro doveva essere PARATO.

        La palla non era angolatissima, Berardi ha tirato da Ostia, ed era pure lenta.

        La roma ha giocato contro Genoa, Lazio e Sassuolo ed ha subito ben 6 goal. Negare che non ci sia un problema in porta, non risolve il problema: mi sà che tocca rispolverare Mirante.

        Anche lo scorso anno dopo le prime due partite vi parlai di Olsen, e ci siete arrivati a 3/4 di campionato.

        E’ un portiere normalissimo, con facilità vi posso citare 7/8 portieri più forti di lui in Serie A.

        Johnny B, non fare accostamenti blasfemi: la differenza tra pau lopez ed alisson è che il brasiliano qualche altra parata importante, in quella partita, l’ha fatta. Pau Lopez no.

        Dal precampionato ad oggi, siamo stati bersagliati di tiri: sapete dirmi una parata miracolosa di…

      • Caro Johnny, in realtà non c’è dissenso, io nel nominare Alisson mi riferivo solo all’eccesso di severità con cui viene giudicato pau, per via dell’ombra che il brasiliano ancora ha nell’immaginario del tifoso.

        Il goal era imparabile per tutti, da neuer ad Alisson in giù, con l’eccezione di tifoso giallorosso che ste cose sulla ps4 le para in continuazione ?

        Purtroppo chi non mastica calcio non sa che la porta è alta 2.44 m ed essendo la palla molto arcata dall’alto verso il basso sarà arrivata alla parallela delle mani di pau ad oltre 2.70m.

        Purtroopo abbiamo a che fare con marmocchi che io calcio lo conoscono solo attraverso il joypad. Meglio riderci sopra, perché se questo è il futuro del tifo, c’è solo da piagne.

  3. Gioco fluido con pochi personalismi,ma le solite amnesie difensive.Rispetto all’anno scorso abbiamo un grande gioco d’attacco,se continuiamo a fare un goal in piu’ degli avversari va tutto bene,aspettiamo Smalling e vediamo se riesce a spostare gli equikibri in difesa,speriamo.
    Forza roma(quella di tutti).

    • Ciao Fabiano. La difesa è da registrare, ma mancano ancora Smalling e Zappacosta, comunque sul 4 a 0, dopo gli impegni con le nazionali, un calo di concentrazione ci poteva anche stare. Il sassuolo ha fatto 3-4 azioni in tutto, di cui quella del secondo gol molto bella, ma per il resto è stato annichilito. Il dato che mi ha fatto piacere è stato vedere la percentuale di tiri dentro lo specchio rispetto ai tentativi, che, pali a parte, descrive una maggior cattiveria e più precisione, spesso in passato mancanti. Veretout da un altro equilibrio e Pellegrini davanti è un altro giocatore. Ci sono insomma segnali incoraggianti e per una volta possiamo dire di essercela goduta senza stare con le chiappe strette gli ultimi 5 minuti 😉

      • Ciao criptico,hai perfettamente ragione,veretout mi è piaciuto molto.Pellegrini è stato fantastico,ieri sera a caldo ho scritto che si sbrighino a rinnovargli il contratto perche’ non vorrei facesse la fine del Faraone,se continua cosi’ tra un po’ ci sara’ la fila dei maggiori club d’Europa.Comunque era da tempo che non mi divertivo come ieri sera.
        Un caro saluto e forza Roma(quella di tutti)

  4. A differenza di Di Francesco il gioco di Fons crea e concretizza molte occasioni da rete. Ieri la Roma poteva essere, a ripresa iniziata, sul 6-0. Poi il Sassuolo ha un attacco di tutto rispetto. Il campionato è iniziato ieri e questa squadra, che deve ancora inserire Smalling e Zappacosta, può giocare per il terzo-quarto posto. Forza Roma!

  5. Per quello che riguarda i gol presi,il primo e’ sicuramente una prodezza di Berardi(che a dispetto di tanti commenti caustici del sito di qualche tempo fa ,non mi sembra esattamente una s*ga)sul secondo e’senza colpe o quasi.Piuttosto Pau Lopez,dovrebbe stare attento ai giochetti con la palla al piede,anche quando non richiesti. Io credo che questa partita sia fondamentale per rompere il ghiaccio,ma allo stesso tempo non bisogna cullarsi sugli allori,perche’ come detto il Sassuolo e’ una squadra che lascia giocare e quindi la facilita con cui ha preso gol potrebbe essere derivata da spazi allettanti,dove persino Kluivert si e’ meritato la palma di uno dei migliori,grazie alle praterie di cui ha goduto in avanti.Con una squadra chiusa 4 gol in 35 minuti non sono facili da fare,quindi…

    • …può darsi….ma il sassuolo è una buonissima squadra e darà fastidio a molti.Il fatto di averla annichilta per un’ora abbondante è un bel segnale…sempre forza Roma

  6. Perché fischiare pastore? Un vero tifoso sostiene chi é in difficoltà, che colpa ha pastore? Non ha reso? Mica lo da apposta, si é sempre comportato in modo rispettoso e gli infortuni non sono certo colpa sua, che tifo, com’è cambiato in peggio il tifoso medio della roma

    • Difficilmente i tifosi della Roma fischiano un calciatore che esce dal campo con la maglia sudata, i fischi a Pastore sono dovuti al fatto che quando entra in campo sembra uno che va a farsi la passeggiata a villa Pamphili la domenica.. tutto qua.
      Lo scorso anno anche Dzeko si è preso i fischi perchè nel finale di stagione giocava svogliato, adesso si impegna e corre e prende gli applausi.
      Se Pastore vuole gli applausi quando entra in campo deve lottare e impegnarsi al 101% e soprattutto non rilasciare interviste nelle quali dice il mio stile di gioco o lo ami o lo odi.. perchè il suo dovere è fare quello che dice il mister, il suo stile di gioco non esiste, deve esistere lo stile di gioco della Roma.
      Forza Roma

  7. Bravo Stefano,analisi lucida ed obiettiva,sono d’accordo con te,Pau Lopez è stato preso perche’ bravo con i piedi,ma mi sembra che i piu’ grossi guai li crei proprio con i piedi.

  8. Scusasse l’OT:
    Ammetto che dopo questa vittoria son leggermente curioso di vedere i vari commenti della Rubrica On – Air ?
    Trani – se sarà attaccato alla solita fiaschetta Melli – starà letteralmente sbollendo la Rabbia Renga… Le mie condoglianze ?(si scherza nè) ?
    Chi è trà i vari pennivendoli che sosteneva che la Scazie era piu’ forte della Roma??
    Tanti saluti dalla Spal Ridimensionato prima de subito…??
    ??Forza Roma??
    Ps Piccolo suggerimento
    Consiglio d’informarsi su quanto stà accadendo a Torino A causa della denuncia della Rubens stanno eseguendo una miriade di arresti Sopratutto trà i Capi Ultras
    “Estorsione, autoriciclaggio, violenza privata, vendita illegale di biglietti. Una vera e propria associazione a delinquere…”
    Alla Faccia…. ??

    • Ieri tra il primo e il secondo tempo (4 a 0 per noi) Trani è riuscito a dire “..eh, però Defrel ha preso il palo…”. Ancora rido.
      Piuttosto, nessuno che commenti il clamoroso rigore negato al Verona all’ultimo minuto? Il Bilan ha chiuso in perdita il 2017/2018 di 120 milioni e il 2018/2019 in perdita di 102 milioni. Se non vanno in Champions nel 2019/2020 stavolta sono loro che chiudono proprio. Ieri per ammonire un giocatore del Sassuolo c’è voluta la sollevazione dello stadio.
      Tenuto conto delle partite che verranno acchittate pro Bilan, se vogliamo arrivare almeno quarti, dovremo ammazzarci oltre il possibile.

  9. Vittoria importante e significativa sotto svariati aspetti.
    Aldilà dei 4 gol che potevano essere anche 6, il Sasuolo non mi è sembrato malaccio, hanno un ottimo centrocampo che palleggia bene e in velocità (se non sbaglio possesso palla 56% loro) e un trio d’attacco di livello.
    In difesa sono imbarazzanti e Chiriches, uno che cinque anni fa spacciavano per il nuovo Chivu, si è dimostrato uno scarpone da serie b.
    Berardi invece resta un giocatore molto sottovalutato e penalizzato dal giocare sempre in una squadra di basso livello. Defrel pure, dopo aver fatto un campionato da denuncia con noi, ora si è tutto ringalluzzito. Misteri del calcio.
    Bene Miki e Veretout due nuovi, considerando che devono ancora trovare la piena intesa coi compagni, non possono che migliorare ulteriormente.

  10. ora tutto bello, fonseca il nuovo guardiola immagino. Mica troviamo sempre de zerbi ( altro fenomeno del nulla) intanto altri 2 gol sul groppone e siamo a 6 in 3 partite. Tanto tutta la stagione bisognerà sentire come un mantra ehhhh ma manca il difensore…ehhh ma va registrata la difesa…mi porto avanti con alcuni…6 laziale!! sentiti marione!!! oppure porti sfiga stai casa mi raccomando!!! A me questo tipo di gioco non piace si può dire? abbiamo già sbattuto la testa con lui enrique zeman e di francesco pero leggo dai commenti che non vi basta.,,

    • …che a te non piaccia il gioco attuale della Roma,penso che a Fonseca e a qualche altro,non freghi un’emerita ceppa….rassegnati a vedere molti gol fatti da Dzeko e compagnia…

    • Se a te non piace fare 4 gol prendere 3 pali e creare altre 6/7 occasioni limpide, segui un altro sport, un gol lo ha preso su punizione, sull’altro é vero che si poteva fare di più, ma per carità vogliamo essere così perfettini dopo aver rivisto dopo 2 anni la Roma dare spettacolo?

    • Non è un problema che uno dica che ciò che pensa, ma se un tifoso non riesce ad essere contento neanche dopo la partita di ieri, mi chiedo cosa si intende oggi per “tifoso”. Non vinceremo lo scudetto, stai tranquillo, faticheremo probabilmente per avere un posto in CL, perchè sappiamo che la squadra ha delle cose da migliorare, però quando c’è da festeggiare, fosse anche solo per una bella vittoria contro una squadra da media classifica, forse sarebbe più utile alla causa trasmettere positività, che fare per forza le cassandre per poter dire a maggio “eh, ma io lo avevo detto…”. Noi tifiamo Roma, non le nostre preoccupazioni o i nostri tristi presagi. E comunque i 3 punti te li danno lo stesso, anche se prendi gol 😉

    • Lo stile, gli argomenti e il nick sono gli stessi, quindi presumo che tu sia lo stesso Luca che ammorbava il forum romanews sempre con le stesse lamentele e lo stesso tedioso pessimismo.
      Almeno quando vinci, goditela.
      Per me sei libero di pensare quello che ti pare, anche che Fonseca sia peggio di DiFra e che i giocatori siano tutte seghe. Però, dopo, se ti accusano di lazialità non ti lamentare.

  11. Grande partita, è vero che prendiamo troppi gol ma è anche vero che possiamo solo migliorare, i nuovi devono ancora ambientarsi, penso che ci leveremo parecchie soddisfazioni.
    Bravi tutti

  12. Appena Manolas si è accomodato in panchina ,il napoli non ha preso gol e Koulibaly è tornato ai suoi livelli..chi pensa che sia stata una perdita per la Roma,si sbaglia di grosso.
    Ieri la difesa è apparsa già migliore che nelle prime 2 partite,di fronte a un sassuolo che è molto più forte della lazzio…

  13. No Luca, non ci basta perché è il gioco moderno che è così. Se vuoi un gioco più da gestione palla devi avere i soldi come la Juve, se ne vuoi uno basato sulla difesa aspetta che il Chievo torni in A. Poi vieni a parlare di Luis Enrique che ha tipo vinto tutto con il Barca, Di Francesco che ha fatto bene con il Sassuolo, Zeman che è un maestro su altri aspetti.

  14. La partita di ieri ha detto che la Roma ha molte soluzioni davanti, Pellegrini è un trequartista, Veretout ha colmato il vuoto lasciato da De Rossi e che Berardi, quasi 70 gol in serie A a 25 anni, tutti col Sassuolo e non da prima punta, più numerosi assist, è un gran bel giocatore. Ad averlo preso all’epoca. Ogni volta che se ne parlava sembrava fosse il Diavolo. Sta finalmente maturando e questo è il suo ultimo anno in provincia.
    Ad averlo preso all’epoca…

    • Ciao Amedeo, di gol ne ha fatti 60 in serie A, ma dicevano ieri su Sky che è tra i 4 giocatori del ’94 ad aver superato i 50 gol in campionato insieme a Sterling, Mbappe e Werner, e considerando che gioca nel Sassuolo la cosa vale ancora di più. Il problema è che ti hanno sempre chiesto almeno 40 milioni e se nessuna “big” li ha voluti spendere forse qualche perplessità sul ragazzo è rimasta, non so se a livello fisico o caratteriale. Di certo non tutti i ragazzi promettenti poi rendono quando fanno il grande passo. Sensi ad esempio mi sta stupendo parecchio, ma tanti altri hanno fallito e, visto che di sòla da 40 milioni abbiamo già preso Schick (per il carattere, chè secondo me i numeri li ha), mi tengo Under e Kluivert lasciando ad altri la possibilità di vincere la scommessa 😉

      • Ciao criPtico (curioso il nick), credo Berardi paghi certi atteggiamenti del passato non in linea con lo “stile Juve” (il che è un merito). Non gode di buona fama proprio per questo. In definitiva, non è tipo facilmente irreggimentabile, e ciò l’ha pagato. In campo è cattivo, tira punizioni e angoli, segna e fa segnare. Non so se vale 40 o 30 o 2 milioni, non sono un esperto di calciomercato, ma il giocatore c’è tutto per età e gavetta fatta è pronto per il salto definitivo.

        • il nick è nato per gioco, visto che mi confrontavo spesso su altri siti con persone critiche su tutto e tutti. Volevo quindi essere un “critico” un po’ diverso 😉
          concordo con JulianB sul fatto che certi giocatori in provincia possano trovare la loro giusta dimensione. Sarebbe un peccato vederlo marcire in panchina in una grande e fare poi dei passi indietro in carriera (tipo Bertolacci per dirne uno), anche se il suo livello è sicuramente alto. Certi presidenti purtroppo tarpano un po’ le ali ad alcuni ragazzi con quotazioni assurde, e Squinzi non avendo bisogno di soldi è uno di quelli. Speriamo di non veder bruciare un talento per colpa di certi giochetti

    • C’è da dire anche che quando lo voleva DiFra alla Roma, il Sassuolo ha sempre sparato cifre intorno ai 40 milioni e la stragrande maggioranza di noi tifosi lo disprezzava alla stregua di uno Zampagna qualsiasi. Già scottati dai 40 M di Schick, figurati cosa sarebbe successo se avessimo preso Berardi a quella cifra.
      A me è sempre piaciuto, ma resta da vedere quanto possa rendere in una squadra di vertice.
      All’ottavo campionato col Sassuolo non ha mai alzato la voce per essere ceduto e ormai mi sembra uno a cui piaccia giocare tranquillo in provincia senza troppe pressioni.
      Tipo DiNatale che ha fatto la muffa a Udine.

      • Concordo un pò con tutti i commenti Anche a me non sarebbe dispiaciuto vederlo vestire la nostra maglia Per me caratterialmente ha una marcia in piu’ rispetto ad altri
        Rimango perplesso solo su di una cosa Se pur l’avrei visto bene con il gioco proposto da Fonseca, non penso che con Di Frà avrebbe sfondato Non tanto per le sue qualità tecniche, quanto per l’aria che si respirava nello spogliatoio Specialmente durante l’ultimo periodo…
        Ovviamente è solo un Opinione personale 🙂

    • Vediamo. I mezzi non si discutono, ma troppo spesso è partito in tromba e poi si è perso per strada, tra infortuni, qualche squalifica di troppo e altro.

  15. Vero amedeo ,berardi per il momento sta mostrando il suo valore,tra l’altro ci segna quasi sempre e ieri non è casuale quasi ottimo come giocatore una punizione a barriera schierata gol imparabile secondo gol con difesa deconcentrata chi lo doveva mzrcare altro gol imparabile

  16. Io lo spettacolo l’ho visto solo nel primo tempo, ho visto piuttosto la classica squadra zemaniana che pur vincendo per 4-0 ha messo a dura prove le coronarie fino al 90, e questo non è normale, una sqaudra con più cattiveria del Sassuolo poteva tranquillamente riagganciare il pareggio e questa cosa non mi fa ben sperare per il futuro

  17. Ma non sarà un pò presto festeggiare per aver vinto con due gol di scarto con il Real Sassuolo ?
    Non impariamo mai….. eppure la storia giallorossa è costellata di queste cose.
    Fra l’altro questo trionfalismo fa male alla squadra perché questi si sbracano e alla prossima partita ci ritroviamo alle solite.
    Perché è così difficile da capire ?
    Chi getta acqua sul fuoco però è accusato di essere laziale e ascoltare Marione.
    Qui sento gente che si esalta come se avessimo battuto chissà quale squadrone.
    Essere contenti è giusto, esaltarsi no.

  18. Nel Calcio puoi prendere quanti goals vuoi, l’importante è farne uno più degli altri.

    Un meraviglioso sparigliare i tifosi accorgendoti che quelli Finti si soffermeranno, latrando ostinati, su quelli subìti mentre i Veri apprezzeranno il quadro del risultato nella sua completezza, ovvero la Vittoria.

    Anche perchè, nel vincerle tutte 1-0 i Lamentazionisti del minimo vantaggio saranno sempre gli stessi.

    • Il calcio di Zeman a me è sempre piaciuto tanto. Vedere la squadra divertirsi e divertire è molto bello. Il problema però è che non le vinci tutte. Se la difesa non è curata bene quando incontri le squadre più attrezzate perdi.
      E’ stato sempre così. A meno che non hai giocatori stellari. E non è il caso della Roma almeno allo stato attuale. Poi ovviamente se vinciamo tutte le partite così io sono il primo ad essere contento perché si vince il famoso trofeo.
      Perché non dimentichiamoci che per rivedere Circo Massimo giallorosso serve quello. Non basta una bella partita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome