Roma, mercato bloccato: le cessioni frenano le richieste di Mou

33
1584

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dieci giorni di mercato già trascorsi dall’inizio di gennaio, ma per ora non si muove una foglia. Al momento infatti la Roma ha operato solo una cessione, quella del giovane Satriano all’Heracles, in Olanda.

Tiago Pinto è impegnato a trovare una sistemazione a Karsdorp, ma per ora senza successo: le offerte arrivate dall’estero non hanno soddisfatto il gm, che chiede un trasferimento a titolo definitivo. Ma a queste condizioni pare difficile che l’olandese possa muoversi.

Stesso discorso per Vina e Shomurodov, gli altri due giocatori che potrebbero lasciare Trigoria nel corso di questo mercato. Sul primo c’è il pressing del Betis, che però preferirebbe acquistarlo in prestito. Sul secondo insiste il Torino, con la Cremonese sullo sfondo: i granata però nicchiano, non convinti dall’obbligo di riscatto.

Anche il trasferimento di Kluivert al Valencia vive un momento di stallo: non c’è infatti accordo tra il giocatore e il club spagnolo sul contratto che dovrebbe percepire il calciatore dal momento in cui diventerà a tutti gli effetti un giocatore del Valencia. La Roma attende.

Mercato in uscita bloccato, e di conseguenza anche quello in entrata. Pinto infatti non può muoversi fino a quando non sarà stato fatto posto in rosa dalle cessioni di almeno due di questi giocatori. Mourinho attende: lo Special One vorrebbe avere un difensore di piede mancino e un centrocampista centrale in attesa di capire come sta Wijnaldum. Per ora però le sue richieste sono destinate a restare senza risposta.

Fonti: Corriere dello Sport / Gazzetta dello Sport / Leggo / Il Messaggero

Articolo precedenteNuovo stadio a Pietralata più vicino: in arrivo il “sì” del Comune alla Roma
Articolo successivoMessaggi cifrati e prestanome: quel patto di sangue in Europa per dare la caccia ai romanisti

33 Commenti

    • Infatti e mi chiedo se gli acquisti passati abbiano o no avuto l’avallo di Mourinho. Perchè se lo hanno avuto allora non è colpa di Pinto, se invece ha fatto da tutto da solo allora è anche peggio perchè tradirebbe una disorganizzazione molto pericolosa.

    • Quello che spero è che quell ultimi 10 minuti di San Siro abbia illuminato Mourinho, quindi visto che si è svuotata l’infermeria più che mercato auguriamoci che l’infermeria resta tale fino fine stagione

    • Le strisciate ce stanno davanti… Siamo noi che dobbiamo recuperare la distanza, visto che a parere del tecnico allena gente che non vale un Juan Jesus… Se gli altri non comprano è meglio, ma noi regista e centrale mancino non li abbiamo dati a Mou nonostante li chieda da due anni

    • “Le strisciate ce stanno davanti…”
      Inter 3 punti, gobbi e bilan sei! Con 21 partite (63 punti) da disputare, non mi pare un divario incolmabile. E se la Roma vincesse lo scudetto? NON SUCCEDE… ma se succede…?

    • 6 punti sono decisamente tanti da colmare in un campionato molto equilibrato come questo.
      Difficile la Roma possa fare meglio di quanto fatto in queste prime due partite. Dovrebbe vincere gli scontri diretti ma come abbiamo visto domenica sera è molto difficile farlo contro chi ci sta davanti.
      E’ giusta quindi la considerazione che, se si vuole colmare il distacco, bisogna comprare. Però bisogna comprare quello che dice Mourinho altrimenti è inutile.
      Ecco ad esempio, personalmente, non credo che Solbakken sia stato chiesto da Mourinho. Poi magari entra nelle prossime settimane e ci risolve il problema dei gol. Che poi è un non problema perché cmq i gol necessari a fare risultato in un modo o nell’altro li realizziamo.

  1. Il difensore di piede mancino lo avevamo fino allo scorso anno, andato via a fine contratto, schifato da tutti e oggi gioca titolare nella squadra prima in classifica!

    • Aggiungici pure Veretout al Marsiglia, titolare in campionato (terzo in classifica) ed anche in Champions, ma da noi schifato anche lui. E poi giochiamo con Tahirovic!

    • Eddai, però… JJ era in panca fisso e non utilizzato da anni. Non è che la scelta l’ha fatta solo Mou. Per quanto riguarda Veretout, ha scelto lui di smettere di giocare perché non si trovava bene e voleva cambiare aria. Mi pare anche che tutti gli altri epurati non è che stiano facendo sfracelli

    • Maremma e perchè se ne sono andati anche Dzeko e Mkhitaryan? Forse i due giocatori di maggior classe che avevamo?

    • JJ è stato sempre sottovalutato dal mio punto di vista, Veretout è andato via perché con Mou non giocava praticamente più.
      Il mister deve capire che non si trova in una squadra di proprietà di qualche sceicco, e soprattutto che ci sono i paletti del FPF, se vuole i giocatori dobbiamo prima vendere e diventa molto difficile se ormai da mesi sta svalutando la rosa, facendo giocare sempre gli stessi e quindi lasciando in panchina molti giocatori (vedi Shomurodov tra gli altri), oppure facendo esternazioni che fanno crollare le quotazioni e le richieste per i giocatori (vedi Karsdorp).
      Spero solo che dopo questa opera di distruzione della rosa non se ne vada lasciandoci come si suol dire “con una mano avanti e una dietro”

    • Stefano, credo “la seconda che hai detto” calcolando le recenti esperienze di Mourinho in altre squadre.

    • Io vedo che il Napoli che ha vinto a Genova e comanda la classifica gioca spesso con Rrahmani e JJ. Non so cosa ne penserebbe il nostro tecnico di tali profili e quanto sarebbe felice di averli a disposizione.
      Così come sento gente riempirsi la bocca coi nomi dei Lobotka o Elmas, giocatori che adesso godono di considerazione solo perché un allenatore ci ha lavorato sopra e li ha messi nelle migliori condizioni di esprimersi. Ma che un anno fa non erano nessuno, e nessuno di noi avrebbe voluto alla Roma.
      Kvaratskhelia, dopo il grande inizio, sta adesso avendo una fisiologica pausa, eppure il rendimento del Napoli, come collettivo, non sembra risentirne più di tanto.
      Noi ci aggrappiamo invece ogni settimana alla luna di Dybala, per capire se sarà favorevole.
      Altrimenti ci restano i calci piazzati e poco altro, se non nulla.
      Da una parte il collettivo eleva le prestazioni dei singoli, dall’altra contano solo i secondi.
      Penso non si possa offendere nessuno se si indica questa semplice e cruda realtà.

    • Franco65, JESUS ha giocato per l’infortunio di Rahmani e prima per l’assenza di Koulybaly, o ci metteva… chi? Talmente apprezzato che l’anno scorso ha fatto goal nella sua porta, perso 1 a 0 dallo Spezia, deviando un angolo (UNICO “tiro in porta ” vs 25 del Napoli spezzino).
      Veretout in Francia è stato talmente attaccato da giornali e tifosi convinti di aver preso un pacco dalla Roma che Tudor ha dovuto fare una conferenza per difenderlo e dirsi convinto farà meglio…
      Dimenticando pure, suo diritto ma mio diritto mandarlo affangala, che Jesus ha preferito stare pancia al sole da noi piuttosto che accettare offerte di lavoro altrove per un paio di anni… prima di scriver inesattezze andate a guardare i fatti, stanno ovunque.

  2. come detto ieri, una delle cose che mi auguro di più dal ritorno in panca di Mou, e quindi alle interviste, è che non alimenti certa stampa, lamentandosi della rosa. che come abbiamo visto, ha per effetto solo la svalutazione dei nostri giocatori, e enormi difficoltà per Pinto ad ottenere soldi dalle loro cessioni. o meglio, difficoltà proprio a cederli a più di zero.
    quindi le legittime ambizioni dell’allenatore (che sono anche le mie, poi) sulla rosa, vanno riposte a livello mediatico. il bene è la Roma, e noi dobbiamo poter vendere i giocatori come tutti, senza boicottaggi dall’interno .
    che fra l’altro poi sappiamo come sanno ricamarci sopra, e Tahirovic che parte titolare diventa subito “messaggio alla dirigenza”…

  3. È evidente che questa società non ha le capacità manageriali per emergere (che non dipendono dai paletti Uefa o da limiti finanziari posto che le risorse I Friedkin le hanno messe).
    Investiamo male, vendiamo peggio e manca un uomo forte in società che si faccia rispettare da dirigenti e giocatori che strappano condizioni fuori mercato per una società indebitata come la nostra.
    Se vediamo l’esperienza di Atalanta o Napoli vediamo società con bravi allenatori (ma che hanno vinto meno di Mou), in grado di valorizzare il materiale a disposizione, ma dietro vi è una struttura societaria di gente capace (pur non avendo sciecchi come proprietari)
    Se la Roma vuole emergere invece di spendere milioni per un nuovo allenatore o attaccante li spenda per prendere il migliore DS e DG sul mercato (anche pagandolo il doppio del suo stipendio).
    Risparmieremo milioni su tanti affari ad minchiam.

    • io da semplice tifoso non avrei mai pensato alla possibilità di avere in rosa gente del calibro di Matic, Wijnaldum, Dybala allenati da uno come Mourinho. Tutti noi vogliamo vincere e magari facendo anche un bel gioco. Però dobbiamo anche renderci conto da dove veniamo, e che le cose non si costruiscono in pochi mesi. Forza Roma

    • dopo i mercati scellerati del suonatore andaluso di nacchere ancora ti chiedi perché “vendiamo peggio”?…ah no aspè,dimenticavo i zerbini vedovelle bostoniane

  4. Bruno Conti secondo me è che devi prendere le persone GIUSTE ,non quelle che costano di più. Il discorso vale anche per i calciatori. Un giocatore pagato 5 può essere più utile di uno pagato 40. Ma devi essere bravo (e anche un pò fortunato) a scovarlo. Ma è una mia opinione

  5. Ho sempre sostenuto che Mourinho sta facendo un mezzo miracolo tenendo la Roma in linea di galleggiamento in tutte le competizioni stagionali, nonostante in alcuni ruoli la carenza di giocatori sia cronica Addirittura se ci fosse stato un pizzico di buona sorte nell’ultima settimana prima del mondiale, in cui per motivi impoderabili sono svaniti 5 punti in classifica, adesso staremmo tutti a parlare di lotta scudetto e non solo per la Champions.
    Che arrivi in questa sessione di mercato qualche giocatore inutile come è successo l’anno scorso, a me personalmente non interessa. L’importante è che si facciano passi avanti e sostanziali per il rinnovo del contratto di Mourinho.

    • Si Zenone ma vogliamo capirlo che il futuro della Roma non può ruotare sul rinnovo di Mourinho e che c’è qualcosa di profondamente sbagliato nella società se il suo futuro dipende da un allenatore.
      Ma il Milan ruota su Pioli ?? l’Inter dipende da Inzaghi? la Juve dipende da Allegri?
      Queste sono società che, a prescindere dagli allenatori, hanno una loro strategia.
      Noi se va via Mourinho parte Dybala, Zaniolo, Smalling, Ibanez, ecc..
      Ma ti pare normale?

    • I punti svaniti sono “imponderabili”, mentre quello arrivato col Milan è “ponderabilissimo”, anzi matematico…

    • Asterix, ma sta cosa che se parte Mou vanno via tutti, sta scritta su qualche Vangelo apocrifo?
      Perché io ricordo Dzeko arrivare con Garcia, e Miky e Smalling con Fonseca.
      Ah, e il primo se n’è andato malgrado Mourinho sia ancora qui…o forse proprio per questo, chissà.

    • @Dove sta Jose’
      premesso che Dybala, secondo me, partirà comunque alla fine di quest’anno, se vuoi scommettiamo. Noi abbiamo il migliore trequartista da anni dopo Totti ed il problema è trovare un posto a Pellegrini.. appena arriva l’offerta se ne va.
      Sugli altri, se va via Mourinho vuole dire che la società non ha offerto a lui delle prospettive positive di crescita (perché altrimenti non rinuncerebbe allo stipendio che gli diamo). Quindi i giocatori che hanno ancora mercato (che sono solo quelli che ti ho citato) faranno le loro valutazioni.
      Dzeko se ne è andato perché voleva vincere qualcosa a fine carriera e non si è fidato dei progetti societari (Mourinho invece ha accettato il progetto futuro).
      Mourinho lo voleva con lui tanto che quando è andato (ed aveva Shomu come sostituto) ha chiesto subito a Pinto un alternativa.
      Se lo avesse voluto fare fuori per Shomu non avrebbe chiesto Tammy (ricordo che tutti ripetete come un mantra che Shomu lo ha voluto Mou, si, ma per la panchina).

  6. Il mercato resterà bloccato fino giugno. Senza champions e cessioni niente mercato. Questo è tragico. Se poi vai in champions e vendi che so Pellegrini e zaniolo, e che so, tanto per fare un esempio (anche dal passato perchè è soprattutto dal passato che viene il dedito attuale) spendi 20 eldor, 15 vinha, 26,5 Kumbulla, 22 Karsdorp, 26,5 Pastore, 30 lopez, 12 olsen, 30 nonzi, e 25 mancini…………meglio che mi fermo se non superiamo i 300mln di pippe. Allora è follia incompetente, abbiamo buttato soldi in pippe. Siamo in queste condizioni perchè i mercati sono stati sbagliati, quasi nella loro totalità. Eppure, circo massimo con fonseca, triplete con Mou, ecc ecc ecc…………………

  7. Confermare Mourinho potrebbe significare che la linea di galleggiamento somparirebbe….Anche se,secondo me,non è facile far combaciare le scelte di mercato con il FPF (o come se scrive).
    Ma Pinto ci dovrà riuscire, altrimenti i dubbi di Zenone avranno ragione di esistere. Ripeto il concetto fatto in altro Forum….Bisogna prendere i giocatori GIUSTI, (e utili ) non necessariamente quelli più costosi ( che magari fanno flop). Ecco quindi che riallaccio il discorso a Pinto ,e Mourinho che ne dovà avallare l’acquisto.

    • Infatti serve prendere i calciatori più funzionali e per questo in alcuni posts precedenti sottolineavo o affari low cost (Fischer, Breithaupt, Hoogma) o operare degli scambi utilizzando Karsdorp, Vina, Shomu come pedine di scambio per prendere poi chi ci serve (Boey, Stiller, Akouokou). Alcuni hanno anche potenzialità se sviluppate nel modo giusto da Top players, e sono molto più funzionali per l’attuale rosa inserendo soprattutto più fisicità, velocità, movimento senza possesso palla ed intelligenza sul campo da gioco. Non serve svenarsi affatto e ci possono essere centinaia e centinaia di altri profili validi. Basta solo lavorare con un vero scouting e non andare a prendere solo dai soliti agenti ed intermediari che se non hanno in procura o rappresentanza i giocatori adatti, prenderai sempre dei calciatori adattati e mai con le caratteristiche giuste.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome