Roma, non siamo angeli

0
474

maicon

AS ROMA NEWS (CORSPORT) – In passato lo stesso Walter Sabatini aveva dovuto ammettere che la Roma “peccava di personalità” ed in questa stagione si è visto come la società sia intervenuta in modo massiccio per ovviare a questa mancanza fondamentale: come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il bel campionato della Roma passa anche per l’animo ed il carattere di alcuni interpreti chiave.

Totti, ovviamente, è simbolo e questo basta e avanza, così come per Daniele De Rossi, uno che di grinta in campo ne ha da vendere: alle due colonne storiche dello spogliatoio romanista si sono aggiunti calciatori del calibro di Maicon (“è diverso essere rimproverato da lui o da Piris” l’ammissione estiva del Ds) e di Morgan De Sanctis, portiere che urlerebbe anche nelle partite tra amici. Con Strootman e Ljajic, la Roma ha anche un lato giovane che trasuda personalità, una componente importantissima se si vuole costruire una squadra vincente.

Articolo precedenteCoppa Italia, la Roma contro la Sampdoria agli ottavi
Articolo successivoPallotta, un weekend di fuoco

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome