Roma-Pallotta: il lungo addio. E per la prima volta il club rinuncia alla cena di Natale

16
2297

ULTIME AS ROMA – In attesa di notizie riguardanti la trattativa Friedkin-Roma, il club ha deciso per la prima volta di rinunciare alla tradizionale cena di Natale riservata a sponsor, vip e amici degli amici.

L’anno scorso era stata organizzata a un locale di Via della Conciliazione per finanziare la fondazione Roma Cares, quest’anno invece, scrive il Corriere dello Sport oggi in edicola, è previsto solo un brindisi in clima intimo con i dipendenti, inclusi i calciatori.

Assente ovviamente il presidente James Pallotta che invierà solo un saluto.

Fonte: Corriere dello Sport

16 Commenti

  1. Niente cena?
    Vabbè, ma una letterina di Natale di commiato ai suoi battaglieri fans? Manco quella?

    • Il Pio Pallotta quest’anno non sentirà il natale.

      Ma quando di un uomo si ricordano più le smentite che le affermazioni…che uomo può essere?

      Ricordo con piacere una lettera ai tifosi della Roma, in cui prometteva che sarebbe stato più presente. Eccolo.

      Un “uomo” che ha sempre mentito ai tifosi. Dall’inizio alla fine.

      Si dovrebbe vergognare. Lui, e tutti i pallotta boys, ovvero gli accondiscendenti yesman appecoronati per principio.

  2. A me interessa che abbia provato a fare il bene della Roma. Ha combattuto con le unghie e con i denti per fare lo stadio e non si è arreso al ciarpame in cui annega questa città. La comunicazione è stata il suo tallone d’Achille avrebbe dovuto tacere quando ha parlato e parlare quando è rimasto in silenzio. Ma ha preso una società ormai a terra, piena di debiti e ne ha aumentato notevolmente il valore. Voi volevate il nababbo e i trofei? pure io e penso pure lui. Ma ho l’onestà intellettuale di dare a Cesare quello che è di Cesare mentre voi siete solo un disco rotto e pensate solo a sfondare la Roma. Eh sì la Roma perché se si colpisce il presidente della Roma si colpisce la Roma e voi questo fate finta di non vederlo

    • Paola, hai detto troppe verità tutte insieme.
      Li hai colpiti ma non affondati, perché continueranno.
      Ma sapere che ci sono tifosi come te, mi rende molto felice.

    • Paola forse non hai capito a questi del nababbo non gli frega niente, perché poi con il nababbo sempre fuori trigoria starebbero, loro vogliono Totti, Rossella Sensi magari insieme con il viperetta, allora si che sarebbe una pacchia per loro, I veri nababbi poi sarebbero loro, questo gli interessa mica altro

    • Ciao Paola, parlo per me, come sempre.
      Il tuo ragionamento sarebbe condivisibile se non si basasse su un postulato: pallotta=Roma. Per cui chi contesta pallotta infanga la Roma. Falso. La Roma, per fortuna, non è pallotta; anzi, di tutte le componenti della ASRoma (presidenza, soci, dirigenti, squadra, dipendenti, tifosi, ecc.) proprio pallotta è apparso a molti come l’elemento più avulso e distante dai nostri valori ideali che racchiudo, sinteticamente, in una parola: Romanismo. La contestazione è rivolta alla persona, non al ruolo che questa copre. Se si continua a parlare di nababbi e trofei, di prosciutti e marionette, si banalizza solo il problema e, se mi permetti, “si fa finta di non vederlo”.
      Quanto alla escalation dei toni tra chi la pensa diversamente, parlo di quella interna al forum, ritengo che sia stata innescata dalla particolare aggressività di taluni, prova ne sia la trivialità di uno dei post che trovi in calce al tuo.
      Ti saluto con stima.

    • Che abbia pensato di fare solo il bene della Roma si potrebbe dire di tutti i presidenti della Roma, ciarrapico compreso, che poi non ci sia riuscito, in termini di Finanza e risultati è un dato di fatto. Tra l altro tu dici che ha sbagliato e quindi confermi le colpe. Ha preso una società piena di debiti è una tua considerazione che non trova conferma nei fatti, che ne abbia aumentato notevolmente il valore è un altra tua convinzione non supportata da fatti . Lo sliding doors sappiamo che non si può fare e quindi … io ho sempre fatto distinzione fra la Roma e il presidente della Roma , così tutti gli anti Pallottiani ( battezzati così) in questo forum. Sinceramente non ne sentirò la mancanza.

  3. Pallotta o meglio gli americani subentrano prendendo il 69% della societá e pagano alla banca e non a Rosella sensi perché avendo la Roma contratto debiti con Unicredit che ne garantiva la continuità aziendale e a questi che il compratore ha versato la somma di acquisto. Non sono mie opinioni. La Roma è una società quotata in borsa si tratta di cose pubblicate note e stra note e ora basta andare su un trader market qualsiasi per vedere se la Roma vale più o meno di 10anni fa. In ogni caso volevo dire una cosa a kawa62, che dal Nick è un tifoso di lungo corso( se ti riferisci a rocca ovviamente). Chi colpisce il presidente della Roma colpisce la Roma esattamente come lo fa chi colpisce i tifosi, i giocatori o l’ allenatore. Un forza Roma ora ci sta tutto.

    • Sì, Paola, il nickname l’ho scelto in onore del nostro mitico Kawasaki.
      Non la vediamo nello stesso modo, ma sul Forza ROMA mi ci trovi sempre e comunque. Daje

  4. Kawa, nn te ne fregherà niente, forse, nn sono d’accordo con te ma ti rispetto tantissimo e veramente speriamo che sto cambio ricompatti la tifoseria. Vi voglio bene a tutti fratelli e sorelle romanisti. Forza Roma 🧡❤️

Rispondi a Amedeo Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome