Roma – Pjanic, pronto il rinnovo

0
440

esultanza

AS ROMA NEWS (Leggo – F.Balzani) – Dopo Totti, arriva Pjanic. A Trigoria è tempo di rinnovi e nella lista d’attesa della Roma oltre (ovviamente) al nome del capitano che ha il contratto in scadenza a giugno è stato segnato e sottolineato anche quello del bosniaco, che Garcia ritiene pedina fondamentale per il presente e il futuro della squadra. A dire il vero Pjanic in estate è stato più volte accostato ai maggiori top club europei e verso fine agosto sembrava lui più di Lamela destinato a essere la vittima sacrificale sull’altare del bilancio.

A quel punto però si è fatto sentire Garcia: il tecnico ha posto il veto assoluto alla cessione e ora la Roma intende rinnovare il contratto in scadenza nel giugno 2015 a Pjanic. Non che Miralem guadagni una miseria, anzi (circa 2 milioni netti a stagione) ma le avance di Barcellona e Tottenham potrebbero farsi più forti in futuro, soprattutto se il giocatore dovesse continuare a segnare gol come quello al Verona. Per questo il ds Sabatini e il dg Baldissoni, una volta formalizzato il rinnovo di Totti, incontreranno Gerbino, procuratore di Pjanic (impegnato stasera contro la Slovacchia), e proporranno un rinnovo fino al 2018 con relativo adeguamento di circa un milione a stagione. L’annuncio dovrebbe arrivare dopo la sosta natalizia.

Il bosniaco che ha ritrovato il feeling coi tifosi (perso dopo i complimenti fatti a Lulic per il gol nel derby) è diventato uno dei cardini dello spogliatoio e insieme a Totti, De Rossi e Maicon fa parte del Consiglio dei Saggi di Garcia. Il tecnico gli ha trovato una giusta collocazione in campo dopo i tanti dilemmi tattici delle ultime due stagioni e lo considera un leader naturale fuori e dentro il campo. Ad aiutarlo la cultura che – come scriveva Aristotele – «è ornamento nella buona sorte». Pjanic, infatti, parla 6 lingue e a Riscone ha fatto da interprete all’interno dello spogliatoio sia allo staff tecnico sia ai nuovi arrivati. Per un leader che rinnova, c’è ne è uno pronto a partire. Burdisso – in lite coi dirigenti – a gennaio rinuncerà agli ultimi 6 mesi di stipendio e tornerà al Boca Juniors.

Articolo precedenteMERCATO ROMA, se parte Borriello il sogno resta Benzema
Articolo successivoDA TRIGORIA: out Gervinho, c’è Benatia. La probabile formazione anti-Parma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome