Roma-Qatar, arrivano altre conferme da una fonte dell’emirato: “Ci sono state delle trattative, ma con un ente privato”

19
123

ULTIME AS ROMA – “Ci sono state delle trattative, non attraverso canali ufficiali, ma privati. A che punto siano, non si sa“. Così una fonte qualificata dell’emirato riassume all’Adnkronos settimane, se non mesi ormai, di indiscrezioni e smentite, riguardo ad un interesse in Qatar per l’As Roma.

I contatti, spiega la fonte, non sarebbero avvenuti con il Qatar Sports Investment, il fondo dell’emirato per gli investimenti sportivi, ma con un “ente privato”. E qui, riferisce la fonte, sarebbero sorti dei contrasti tra “autorità ufficiali” e “privati”. Non è chiara in questo scenario la posizione del presidente del Qatar Sports Investment, Nasser Al-Khelaifi, che è anche presidente del Paris Saint-Germain. “Lui vuole avere l’ultima parola, tentenna”, riferisce la fonte, che ribadisce: “Trattative ci sono state, ma non si sa dove siano arrivate”.

Ne al momento è possibile sapere se le sorti in campionato della squadra di James Pallotta possano aver influenzato la trattativa. La Roma, da par suo, continua a smentire ogni interessamento. La vicenda del possibile connubio tra Qatar e AS Roma è stata anche scherzosamente oggetto dell’incontro dello scorso 3 aprile tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani, in occasione della visita del premier a Doha. “Ho sentito che state per comprare la Roma“, avrebbe chiesto Conte all’emiro, secondo quanto riferito da un’altra fonte qatariota presente all’incontro. Al Thani, forse sorpreso, se la sarebbe cavata con un sorriso.

(Adnkronos)

19 Commenti

  1. Domenica c’era un gruppo in Curva Nord, una trentina di persone presso la vetrata che divide il settore ospiti, che a un certo punto ha in modo velleitario cercato di coinvolgere tutti gli altri con un coretto anti Pallotta (si sentiva anche dalla Monte Mario). La cosa non ha avuto seguito, non tanto perché il resto della curva non fosse motivato – come detto in questo forum (sic), il novanta per cento dei romanisti vorrebbe Pallotta smembrato da quattro cavalli da tiro – , quanto perché la Nord era gremita di tifosi sudamericani, europei, asiatici e australiani, i quali ovviamente non hanno capito nulla. Il coretto così è stato mestamente accantonato e subito sostituito da uno sgolato ma molto più pertinente
    “Juve vaffa”, che ha sortito miglior effetto.

    • Ciò a dire che ormai allo Stadio si respira un’aria internazionale mica da ridere: in Tevere c’erano striscioni dei Roma Club di mezzo mondo (Sao Paulo, Gerusalemme, Bangkok, Vetralla…). Il fatto che il marchio Roma sia ben inserito nel processo di globalizzazione in atto non può che esser una cosa più che positiva. Lo stesso interesse del fondo qatariano, sul quale si fondano le speranze di una futura grandezza, ne è la conferma più lampante. Chi sottovaluta il fenomeno non solo non è al passo coi tempi ma non ha ancora capito che direzione stia prendendo il calcio mondiale. Provate a traslare il discorso sulla Lazio impegnata a vincere una coppetta ormai arrivata alle ultime edizioni e che presto verra soppressa dai nuovi format internazionali.

    • Che bello! i trionfi di questa società sono i 2,5 mln di followers su instagram (portati da Totti, che ne ha molti di più), gli striscioni internazionali e far parte del gruppo dei fondatori della riforma della champions league! Non sto più nella pelle: andiamo a fare i caroselli al circo massimo. richiamiamo la Ferilli! Stappiamo le bottiglie di champagne!

      Ricordiamo i tonfi: 26.5; Roma – B.Monaco 1 a 7; Barcellona Roma 6 a 1; Fiorentina Roma 7 a 1.

      Ah, caro Amedeo…io ricordo l’addio a Totti, James Joseph Pallotta fu fischiato da tutto il pubblico…magari tornasse a Roma…vediamo come verrebbe accolto.

      Roma costellata di striscioni anti pallotta, e mille cori e contestazioni…e lui dice che è amato. Roba da 1984 di Orwell.

    • Magari il Grande Fratello di Orwell!
      Ci metterei la firma pur di liberarmi di James Pallotta… il nostro Grande Fardello.

    • Non ne sarei certo.
      Ho il presentimento che la Raggi e Conte (quest’ultimo romanista, tra l’altro) dopo essere stati in Qatar, avrebbero preso in considerazione un piano “B” con i qatarioti nel caso in cui Pallotta decida di vendere la società perché stufo dei continui ritardi e vicende sullo stadio di Tor di Valle.
      Qualcosa mi dice che in tal caso si agevolarebbe l’ingresso dei qatarioti in cambio della concessione di uno stadio da costruirsi subito a Fiumicino, la cui realizzazione è sempre stata la proposta avanzata dagli oppositori dello stadio a Tor di Valle.
      Così, o con la prima ma difficile opzione dello stadio di Pallotta a Tor di Valle o con quella molto meno tortuosa dello stadio dei qatarioti a Fiumicino, il M5S (sotto elezioni) ne uscirebbe sempre bene.

    • E no, se lo fanno a Fiumicino, devono parlare con il sindaco di Fiumicino, che non è la Raggi e non è 5 stelle

  2. La Adnkronos è un’agenzia di stampa multicanale di informazione e comunicazione italiana con sede nel Palazzo dell’Informazione a Roma. È parte del gruppo editoriale «Giuseppe Marra Communications». Wikipedia
    Sede principale: Roma
    Fondazione: 1963, Roma
    Gruppo: GMC s.a.p.a. di Giuseppe Marra
    Fondata da: Fusione di Kronos e Agenzia Di Notizie (ADN)

  3. Domenica in Tribuna Tevere c’erano i miei nipoti, 11 e 12 anni, fomentatissimi, che non vedono l’ora di mettere piede in Curva Sud. Gli ho consigliato di imparare in fretta il cinese, lo zwahili e l’arabo… non mi hanno risposto, ma credo abbiano pensato “A Zi’, ma che cazzo stai a di’?”.

  4. Amedeo, sappiate che nella fede romanista come nella vita in genere alcune minoranze continueranno a vivere nella Tradizione senza piegarsi ad un progresso che invero è meramente decadenza: non si tratta di ignorare la direzione o di perdere il passo, bensì di resistete in piedi tra le rovine mentre tutto decade.
    Aprite gli occhi, Amedeo, meditate e studiate che siffatte aristocrazie e perfino i grandi solitari non muoiono, così come le radici profonde non gelano.
    Saluti romani

  5. Che Dio voglia che sia vero! Ci si libererebbe di Pallotta e finalmente ci sarebbero veri investimenti per costituire una squadra vincente e non i continui smembramenti e menzogne ridicole di questi anni di presidenza di un falso americano!

  6. Se la trattativa c’è stata ed è saltata sappiamo di chi è colpa, inizio ad odiare il progetto stadio. Pallotta vattene!

  7. Ragazzi, leggete bene l’articolo, non c’è scritto niente di niente solo fuffa il premier Conte dice “Ho sentito che state per comprare la Roma“ Al Thani, forse sorpreso, se la sarebbe cavata con un sorriso. Quindi cosa sta a significare?

  8. La speranza è l’ultima a morire.
    Salvateci da ballotta, gasperino e la mediocrità di metà classifica cui siamo destinati per i prossimi X anni di ballotta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome