Roma, rivoluzione in difesa: via Jesus e Fazio, in arrivo tre rinforzi

48
6790

AS ROMA NEWS – La rivoluzione giallorossa parte dalla difesa. Fonseca ha deciso, scrive la Gazzetta dello Sport (C. Zucchelli): si andrà avanti con la difesa a tre anche per il prossimo anno. E con Cetin ceduto al Verona, Juan Jesus vicinissimo al Genoa, e Fazio corteggiato da diverse squadre (Villarreal, Fiorentina e Cagliari in corsa per l’argentino), la Roma dovrà fare un vero e proprio restylng lì dietro.

La batteria dei centrali dovrà essere formata da cinque elementi, e considerate le cessioni degli esuberi, al momento Fonseca avrebbe a disposizione i soli Mancini e Ibanez. Troppo poco. Ecco perché, aggiunge Il Messaggero (S. Carina), il piano di Fienga e De Sanctis prevede l’acquisto di ben tre difensori.

Il primo obiettivo resta Smalling, ma le parti sono ancora distanti: lo United non scende dalla richiesta iniziale di 20 milioni, la Roma non sale dai 14. Fienga, racconta la Gazzetta, proverà fino alla fine a portarlo a casa, in caso contrario si virerà forte su uno dei due profili considerati alternativi: Maksimovic del Napoli e Papastathopoulos dell’Arsenal. Sono entrambi in scadenza di contratto a giugno prossimo, in ambedue i casi si può provare a strappare un buon prezzo.

Gli altri due rinforzi saranno più giovani e di prospettiva: il primo nome su cui la Roma sta lavorando è  l’argentino Patricio Nehuen Perez, classe 2000, di proprietà dell’Atletico Madrid che la scorsa stagione ha giocato con il Famalicao nella Liga portoghese. Perez ha anche una discreta personalità e a Roma potrebbe arrivare con la formula del prestito, con diritto di riscatto a 8-10 milioni di euro. Arriverebbe per allungare il reparto dei centrali, è ovvio, ma sarebbe comunque una scelta considerata di qualità.

L’altro difensore su cui si sta seriamente ragionando, racconta Il Messaggero, è un altro argentino: si tratta di Marcos Senesi, classe 97, ex San Lorenzo e ora al Feyenoord al quale è bastato il primo anno in Olanda (tra l’altro nemmeno concluso per il Covid-19) per essere premiato come miglior difensore dell’Eredivisie. Centrale mancino, abile nel gioco aereo e nell’impostazione, ha concluso la scorsa stagione con 16 presenze e 1 gol. E’ stato proposto sia alla Roma che al Napoli, e a valutazione si aggira sui 15 milioni.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Il Messaggero

48 Commenti

  1. Già da giorni Sky parla di futuro lontano da Roma per Fazio e Jesus e direi bene così, è il momento di ricostruire una difesa che negli ultimi tre anni ha creato più problemi di quelli che doveva risolvere

    • Fonseca è passato a tre secondo me quando si è reso conto che i terzini in rosa erano delle grandi pippe, a difendere sopratutto! Allora li ha messi un pò più lontano dalla porta ed è passato a difendere a 5, i tre centrali più spinazzola e b.peres. Ora si tratterà di capire che esborso sarà in grado di effettuare la ASRoma per 2 terzini, grossi, veloci e bravi a difendere! Questo il vero grosso investimento da fare, oltre il centravanti Altrimenti si riparte con i 3 centrali più i due terzini alti, e servirebbe un altro con giocatore caratteristiche simili a quelle di Veretout per farlo giocare al suo fianco ( uno Strootman prima maniera ) quindi uno tra Pellegrini, Diawara e Cristante deve essere ceduto posto che Zaniolo ha una maglia da titolare ( se sta bene!)

    • Mettice pure che te sei venduto er portiere più forte del mondo e hai messo in porta dei portieri non proprio de prima fascia ( spendendo in pratica quello che hai preso pe Allison).

      I portieri pe la difesa sono ovviamente tanta roba.

    • Massì, dobbiamo liberarci delle scelte scellerate della gestione Pallotta. Dare 3 mln a Fazio è stato un errore madornale. Così come per Perotti, Cristante e compagnia bella.
      E’ giusto allontanare questi calciatori e magari fare spazio, in panchina, a ragazzi che possono valorizzarsi e valorizzare la Roma. Ragazzi di talento.

      Ecco, magari cerchiamo di fare come in passato: ovvero non sbagliare 8 calciatori su 10.

    • Io un tentativo per Papetti del brescia lo farei, sono rimasto positivamente colpito da lui, non dovrebbe costare un’esagerazione, molto giovane e gia qualche partita in serie A, chi lo prende secondo me fa un affare

    • Sì, ma da quello che si legge qui, per Smalling siamo alle solite, quindi se non alziamo l’offerta non lo prendiamo. Si fanno poi i nomi di Maksimovic e Papastathopoulos, e francamente io preferirei di no per entrambi. Se poi Maksimovic continuasse a rientrare nel megascambio per Milik, sarebbe addirittura demenziale, nei termini e alle cifre che si leggono in questi giorni. Gli altri due difensori che leggo qui, infine, per me sono illustri sconosciuti, magari sono forti, ma a occhio e croce sembrano rincalzi, o gente da “sperimentare”, ecc. Insomma, spero che quanto si legge qui (Gazzetta, peraltro) sua fasullo.

    • Magari Milenkovic… Se la Roma vuole una difesa forte (e questo vale anche per gli altri reparti), deve cacciare fuori i soldi! Per Milenkovic ci servono almeno 40 milioni (valutazione Transfermakt 28 mln). Smalling, Maksimovic e Papastathopoulos possono anche rimanere dove sono, a meno che Smalling non viene per un altro anno in prestito o non si paghi più di 8 mln! Maksimovic e Papastathopoulos il prossimo anno sono “free”, quindi non offrirei più di 10 mln per il primo e 4/5 mln per il secondo se proprio dobbiamo prenderli… Invece per Milenkovic i soldi vanno spesi, anche con qualche contropartira per abbassare il prezzo, ad esempio, visto che la Fiorentina è interessata, gli proporrei Florenzi (10mln), Fazio (2mln) e Calafiori per 5 mln con diritto di recompra a 12 mln + 20/22 mln cash… O Under (23 mln) + Florenzi + Fazio + Calafiori, in cambio del cartellino di Milenkovic (Opzione migliore, 15 mln di ingaggio in meno sul bilancio + smaltimento Rosa)…

    • Sarebbe bello…ma a parer mio, se non riescono a venderlo, uno dei centrali di difesa sarà Cristante (magari non titolarissimo, ma nelle rotazioni)

  2. Maksimovic è scarso forte! Secondo me sono soldi buttati. Io continuo a chiedermi senza un direttore sportivo chi valuta se un profilo è adatto o meno? Chi ha la competenza per valutare se un giocatore il meglio lo abbia alle spalle o possa essere ancora utile?

    • Suvvia, Maksimovic non è scarso. Non è quello che i tifosi sperano, ma non è certamente scarso. Ha retto da solo la difesa del Napoli nel periodo in cui Koulibaly sembrava Juan Jesus e Manolas se ne stava bello in panchina. Non un campione, ma un difensore onesto

    • Maksimovic sta bene dove sta. Poi che la Roma non si schiodi da 14 milioni per Smalling sarà l’ennesima barzelletta, se fosse vero non spenderne 14 per Smalling e regalarne di più al Napoli per una pippa, vorrebbe dire che Fienga e De Sanctis sono da interdizione.

    • L’unico che possa dire una parola è De Sanctis,le trattative le fanno i procuratori vicini alla Roma.Non c’è un solo uomo di calcio tra i dirigenti della Roma,assurdo! Un calciomercato complicato in cui un De Sanctis senza esperienza o un Fienga che non ha mai fatto questo lavoro di fronte a squali che lo fanno da anni. I procuratori fanno in primis i propri interessi! Non esistono solo Paratici,Ausilio e Giuntoli,ma bisognerebbe conoscerli e,nella Roma non c’è un dirigente che sappia persino scegliere un DS o un responsabile dello scouting,c’è da ricomporre tutta l’area tecnica e chi lo farà?Fienga?Quello che ha portato Petrachi,pagando con 2 giovani,dandogli lo stipendio più alto di tutti i DS della Serie A,che lo ha lasciato andare in tv a parlare a titolo personale per poi prenderne le distanze?Quello che,a quanto detto da Totti,è stato così ingenuo(e mi dispiace Totti insieme a lui) da pensare che Conte potesse venire alla Roma facendosi prendere per i fondelli e permettendo ,poi,a Conte di sputtanare la Roma sui giornali,quando Conte ha usato la Roma come sponda?Conte aveva un accordo con Marotta da Gennaio,poi,Spalletti raggiunge la qualificazione in Champions e Suning non è così deciso ad esonerarlo per pagare lo stipendio sia di Spalletti che di Conte,le voci sulla Roma,hanno messo pressioni a Zhang!Polli!!!!!!

    • Monika esistono ds che sono a livello internazionale, vedi Mendes che ti fanno la campagna acquisti per corrispondenza. Tra l altro penso che ne stiamo pagando ancora uno o sbaglio? . Lasciamogli tempo per inserirsi e poi vediamo e sopratutto capiremo meglio se si stanno muovendo per iniziare a vincere o a partecipare.

    • Picasso,nessun giudizio,per carità,tutto sospeso,solo un po’ di preoccupazione. Mendes è un procuratore molto potente che,in effetti,fa quasi il DS per alcune squadre,anzi si dice fosse il reale proprietario di non ricordo quale squadra(Valencia?),ma,infatti,mantiene percentuali dei cartellini dei giocatori che da a queste squadre e poi rivende,fa,appunto,i suoi interessi

  3. Era davvero ora! Attendiamo l’ufficialità però!
    Cmq i miei top sono:
    Smalling (fondamentale)
    Milenkovic (costa un botto)
    Qualche dubbio sul greco dell arsenal che ultimamente non stava andando benissimo ma che ha tanta esperienza anche lui.

    • Rega’, Milenkovic ormai è roba da Premier League, e lì finirà. E la Fiorentina vuole tanti soldi (troppi, peraltro, per Milenkovic, che è buono, ma non è affatto Baresi) cash, quindi scordatevelo. E poi se noi non riusciamo a pagare 20 milioni per Smalling, mi dite come arriviamo ai 35-40 per Milenkovic?

  4. Il reparto difensivo va rinforzato sul serio, magari due argentini di quel genere, ma non credo siano facili dà prendere specialmente quello che gioca in Olanda

  5. Seguo tutte le partite del feyenoord (chi non le segue, dopotutto?) e reputo Marcos Senesi un vero campione, e poi lo sanno tutti che il campionato olandese è il miglior campionato d’olanda…

    • 1927, non so, spero tu abbia capito l’ironia.
      I difensori del campionato olandese olandesi mi lasciano sempre alquanto perplesso, ho ancora presente Moreno (‘sto matto s’era presentato senza il pupazzo Rockefeller, bah) pilastro del PSV, capitano del Messico, rivelatosi poi del tutto inadeguato.

  6. Si parla di giocatori in entrata? Se il livello è questo sarà veramente dura. O si investe forte quest’anno, avendo anche un DS che ti possa scovare giocatori giovani pronti ad esplodere, oppure rischiamo il limbo della serie A, non qualificandoci ancora per la Champions, con il conseguente risultato di dover vendere per realizzare plusvalenze che ti sostengano invece dei ricavi delle coppe. E chi potremmo vederci il prossimo anno? Zaniolo sarebbe l’unico che assicurerebbe un rientro economico sufficiente a tirare avanti. Non si può buttare al vento la grande possibilità che abbiamo quest’anno, rispetto agli altri anni, di poter investire con più libertà rispetto ai parametri financial fair play. Non posso credere che non ci abbiano pensato i nuovi proprietari! E allora non mi spiego l’assenza di un DS, posto che la coppia Fienga DeSanctis non siano in grado di sostituire la figura di un DS esperto. Non mi spiego, a fronte di un grande fermento nel mercato in uscita, questa apparente stagnazione di quello in entrata. Eppure, mi ripeto, questo è il momento di investire; con oculatezza, sì; lavorando in modo intelligente, con i giovani, con gli osservatori… Ma bisogna metterci soldi, e parecchi. Stando attenti a non fare come fece il Milan, che poi si è trovato come si è trovato, ma, con grande competenza e equilibrio bisogna stanziare una cifra non coperta dalle cessioni, ma dal proprio capitale. Mi si dirà: facile fare il ricco con i soldi degli altri; ma io sono convinto che questo potrebbe essere un buon affare per Friedkin, altrimenti andrebbe soltanto in perdita.

    • onestamente non capisco tutti questi preconcetti su De Sanctis. E’ un uomo di calcio che ha militato con onore in vari campionati europei ed in nazionale a fianco di numerosi campioni, è dotato di un riconosciuto carisma, garbato nei modi e misurato nelle parole. Ha maturato una discreta esperienza da dirigente al fianco di altri dirigenti, conosce l’ambiente Roma ed i genrale le piazze calde ( Napoli e Galatasaray su tutte). Si è preso la responsabilità di ricoprire una carica delicata con la consapevolezza che non verrà probabilmente riconfermato dall’attuale dirigenza e ad oggi, dove le uniche notizie che leggiamo sono le supposizioni dei giornali si ritrova col gravoso compito di piazzare zavorre non indifferenti. Non credo possiamo già crocifiggerlo, di contro potrebbe rivelarsi migliore di quello che sospettiamo.

    • @1927, ma che scherzi? è uno spione che parla con la polizia e testimonia contro dei bravi ragazzi…lascia perde che qua si parla di calcio, ma uno così la “tifoseria” mica lo vuole…no no…è uno spione…

    • De Sanctis? Se per ricreare na squadra come se deve c’è dobbiamo affidà a lui…annamo bene!

    • Pure De Sanctis partecipa a la discussione sur Forum, cor nikname “1927”…aaa Morgan, invece de perde tempo co lo smartphone qui, và a lavorà che stamo impicciati….

  7. Con il ritorno di Smalling (speriamo!) la difesa a 3 titolare sarà Mancini-Smalling-Ibanez.
    Come alternativa Nehuen Perez dell’Atletico mi sembra una buona opzione. I colchoneros sono già pieni di centrali di livello e l’affare sembra fattibile senza grossi esborsi.
    In Argentina è considerato il futuro della difesa Albiceleste.
    Come quinto centrale di sinistra nella difesa a 3 potrebbe arrivare Kolasinac che sarebbe anche l’alternativa a Spinazzola e Calafiori sulla fascia.
    Il reparto così sarebbe completo, tenuto anche conto che in caso di emergenza può arretrare Cristante.
    Se però non dovesse ritornare Smalling non vedo Maksimovic o Papastathopulos come alternative adeguate.
    Servirà comunque un centrale veloce, dominante nel gioco aereo e di grande leadership.

  8. Ddrmaancheno, concordo tranne che su Mancini. Opinione personale, ma il “bisteccone” è troppo lento e sull’uno contro uno in velocità si fa uccellare come pochi ed a quel punto nessuno riesce poi a chiudere. E si è visto. Meglio in mediana come, credo, che abbia dato il meglio. Ma ripeto, è un opinione personale.

    • Hai in parte ragione, ma credo possa crescere perché spesso sono errori di posizione che può imparare a correggere. Non è un problema di velocità che, per essere un centrale, non gli manca. Comunque come ho scritto il giovane argentino dell’atletico può essere una possibile alternativa sopratutto a lui, come Mancini può essere un’alternativa in mediana.

  9. È ovvio come sia veramente indispensabile una figura di coordinamento dell’area tecnica che riassuma in sé tutto il potere decisionale e di lì a cascata le altre figure minori . Un po’ come accadde per Franco Baldini con la precedente proprietà .Il domino quel punto avrebbe inizio ….

  10. Fosse vero sarebbe una bella notizia, mi sembra un bel mix e anche una buona programmazione per il futuro, con la possibilità in futuro di recuperare anche Cetin. Ma la cosa migliore è che non risolviamo i problemi di esuberi della concorrenza.

  11. Ma Izzo, un bel difensore italiano, tosto, veloce, di tigna da affiancare a Smalling non va meglio di Maksimovic visto che tanto DeLa lo ipervaluta?
    Izzo nell’ultimo anno è incappato nel naufragio generale del Toro, altrimenti è un signor difensore e insidiosissimo sui calci piazzati.
    Con qualche scambio lo prendi (al Toro piaceva Perotti)

  12. Pau Lopez

    Mancini Smalling Umtiti Spinazzola

    Pellegrini Veretout Zaniolo

    Miki

    Dzeko Milik

    Si potrebbe fare un modulo che sia una via di mezzo…tipo difesa a tre e mezzo come quella che adottò Spalletti

  13. Giocatori giovani, di sostanza e di sicura affidabilità, già pronti, il mercato certo, non quello di…. Prendiamo, ci lavoriamo e poi inseriamo (Bianda… Cetin? Che non è neanche male…) così se perde tempo. Presi adesso, fanno la preparazione, lingua, ambientamento ecc… È FONDAMENTALE!

  14. il campionato olandese è il miglior campionato..d’Olanda..qualcosa mi deve essere sfuggito..
    un’ironia veramente impalpabile ..meglio la foto..del commento..decisamente..eh eh eh

  15. Quanto sia bravo come DS DeSanctis con Fienga non lo so, ce lo dirà il tempo. Che sia uno spione o meno non è rilevante ai fini del mercato. Il problema sono i soldi da investire. Al di là di un ottimo DS serve che abbia a disposizione un budget di spesa sufficiente a migliorare la squadra. Senza mettere soldi freschi difficilmente si può migliorare, bisognerebbe avere un culo così oppure bisogna avere Panoramix nel proprio staff (con la pozione magica prendi a quattro soldi dei brocchi, li fai rendere come campioni e li vendi come tali, realizzando super plusvalenze). Ora, siccome non siamo né l’Atalanta né il Siviglia, Panoramix non ce l’abbiamo a disposizione. Servono i soldi. Che famo? Non voglio che Friedkin o chi per lui, facciano dichiarazioni. Non mi interessa, a noi tifosi romanisti interessa che la Roma sia forte e vinca! Altro che profilo basso. Sti ca’ del profilo basso, del progetto… Progetto è una parola che mi è andata di traverso con l’ultimo gestione!
    Quindi il profilo, basso o alto che sia, non esclude che bisogna investire soldi freschi, non coperti dalle cessioni, sennò è… “tutto un ca’ ” Io non sono mai stato un partigiano di Pallotta o un suo avversario, ho sempre e solo valutato la sua gestione per quello che erano i risultati. E, come è evidente, come dice un altro utente del sito, invece che trofei solo trofie. Abbiamo anche avuto momenti esaltanti, il tre a zero contro il Barcellona è stato meraviglioso. Ma non si è avuta la forza economica per dare continuità al processo di crescita. Lì non dovevamo vendere, ma comprare. Oppure dovevamo vendere solo se proprio avevamo a disposizione un cambio veramente migliorativo della squadra (Olsen per Allison, Nzonzi e Cristante per Nainggolan, sono stati una catastrofe). Il risultato lo vediamo ora: un disastro. Una squadra da rifondare.
    Ora la mia domanda è se la nuova proprietà ha questa forza economica (soldi) per migliorare la squadra oppure no. Perché sennò non è cambiato nulla. Dopodiché, con la presenza continuativa nella Champions, con risultati e vittorie, anche le voci ricavi delle sponsorizzazioni aumenteranno. Addirittura con il tempo saremo in grado anche di affrontare un anno non all’altezza delle aspettative, ma questo solo con le vittorie viene. E allora per vincere, in questo anno particolare, bisogna metterci soldi. Tanti quanti siano necessari per rendere competitiva la squadra.
    Una postilla: Zaniolo non è una prima punta. È un grande centrocampista, un coast to coast ipercinetico. Se gli levi campo, se gli fai ricevere spalle alla porta, perde molto della sua forza. È chiaro che in caso di bisogno può giocare lì alla Lukaku, ma sarebbe uno spreco.
    Saluti a tutti i tifosi romanisti da Colonia.

  16. Ciao Faber ,scusa ma Izzo fallo prende a quell ‘ altri , si addice a pennello con la loro storia , preferiamo la snai , ha le quote piu alte

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome