Roma, se il gol non è facile serve un Kean

14
2807

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – La difesa è ok, con quindici reti incassate (come Lazio e Juve) è peggiore solo dell’Inter (tredici), l’attacco stenta (ventisei gol fatti, undici meno dell’Atalanta, dieci della Lazio e cinque di Inter e Cagliari). Dzeko, con i suoi otto gol – sei in campionato, due in Europa League – non può bastare. (…)

Sedici gol totali, distribuiti su tutti gli attaccanti, compreso Kalinic che è a secco. La Roma è come se stesse pagando lo sforzo di aver tenuto Dzeko, l’uomo sul quale Fonseca fa girare tutto il settore offensivo e non solo. La rinuncia a Schick, che però non era certo un bomber, è stata necessaria, ma ora Dzeko non ha un sostituto né uno, col vizio del gol, che gli possa giocare vicino. Ecco perché, a gennaio, Petrachi dovrà per forza prendere in considerazione l’ipotesi di fare un sacrificio e accontentare l’allenatore.

Serve un rinforzo soprattutto lì, in quel settore. L’identikit: Moise Keane, zero gol in Premier fino a questo momento, sette in diciassette partite lo scorso anno nella Juve di Allegri. Giovane, forte, di prospettiva e con voglia di tornare in Italia. Si punta, al momento, al prestito. In Inghilterra non si trova bene, o forse l’Everton, squadra nella quale gioca, non si trova bene con lui. Per l’azzurro, al momento accantonato da Mancini, la Roma potrebbe essere l’occasione per riprendersi la Nazionale e soprattutto per trovare continuità, con o al posto di Dzeko. Nell’Everton viene schierato (undici presenze, solo due da titolare, più due in Efl Cup), come punta di riferimento del 4-2-3-1.

CARATTERISTICHE – Qui può fare anche l’esterno sinistro (in alternanza a Kluivert), o all’occorrenza, il destro (in fila dopo Zaniolo c’è anche Under). E’ chiaro che come numero, la Roma è sufficientemente coperta: dipenderà molto da Perotti, se accetterà o meno l’idea di lasciare la capitale. Resta in piedi il discorso Kalinic, in odore di taglio. Di soldi da spendere non ce ne sono moltissimi, l’idea, a proposito di tagli, è di rinunciare a gente che gioca poco, vedi appunto Perotti, più Juan Jesus e Florenzi, che ormai è un caso conclamato all’interno di Trigoria, o a chi, comunque, è ben spendibile sul mercato, vedi Under e Florenzi stesso. Un altro nome nel taccuino del ds è Haris Seferović, attaccante del Benfica, ex Fiorentina, svizzero di origine bosniaca, anni 27. E’ un mancini, forte fisicamente e tecnicamente, in 61 partite nel Benfica ha segnato 29 gol. Staremo a vedere.

ALTRO MERCATO – Se ci sarà spazio, il ds dovrà occuparsi pure della questione terzino (destro), discorso che riguarda proprio Florenzi. Zappacosta è infortunato, Santon è infortunabile, (lesione al retto, torna nel 2020) così come Spinazzola. Servirebbe un laterale destro, specie se dovesse andare via il capitano, così Spina potrà essere usato con continuità nel ruolo per cui era stato ingaggiato, terzino sinistro e vice Kolarov. Hysaj è il nome forte, ma ha un costo al momento non alla portata. L’albanese, tra l’altro, sa giocare sulle due fasce. Ma la priorità resta l’attaccante.

(Il Messaggero, A. Angeloni)

14 Commenti

  1. E aridaje co questo…

    aldilà delle qualità del giocatore, che non conosco abbastanza, e delle dubbie particolarità caratteriali, nonché un padre che mi ricorda Marcao, del buon Gerson…

    la Roma non prende “in prestito” un giovane, peraltro già affermato tanto da andare in premier… e quindi con un riscatto già adesso alto, così se va bene lo valorizzi per altri.

    Ma poi che senso ha prendere un giovane, che deve solo giocare, per metterlo a fare panca dietro a Dzeko?

    già abbiamo Kluivert Zaniolo Under che in tre fanno un nonno e ci mettiamo pure Kean?

    alla Roma serve un giocatore esperto, che non soffra l’ambientamento, che sappia subentrare dalla panchina o giocarne qualcuna intera…
    il mio top come tipologia, a gennaio, sarebbe Quagliarella.

  2. Io andrei sul campionato tedesco, o olandese, per il vice dzeko. anche se specialmente il secondo e’ molto diverso da quello nostro. Ci sono giocatori giovani e davvero molto interessanti.
    Tra tutti thuram (che a me ha entusiasmato molto contro di noi), werner (che ha numeri pesanti) e in olanda ce ne stanno diversi, da boadu dell az, a malen del psv.
    Non sono giocatori che si muovo a gennaio ma sono prospetti davvero interessantissimi.

  3. Vecchie voci rimescolate all’attualità per un mix di “non so nulla direttamente ma lo scrivo lo stesso”!!! E si, è proprio iniziata la gara di chi compiace prima il pubblico, con la speranza di rifarsi una ” verginità “!!! Sempre fasulli siete e sempre fasulli resterete! Soprattutto il Messanera…. Forza Roma

  4. Keane sarebbe una buona idea a differenza di Kluivert e tutte gli attaccanti esterni che abbiamo lui può giocare anche prima punta sarebbe un un’acquisto interessante

    • Guarda che lo sta dicendo il Messaggero, non Petrachi.
      E vorrei ricordarti che Petrachi sta muto. Non dice mai niente a nessuno.

  5. Ottima idea.al posto di kalinic che non ha ancora segnato senza quasi mai giocare si prende questo fenomeno che non ha mai segnato nell everton ma in compenso ha giocato spesso.

  6. Ma levateme da davanti sto bidone per favore ahahahahaha 0 gol in meta stagione in premier, nella juve ha segnato perchè era circondato da ottimi interpreti … Visto che mi hanno detto che rompo i cojones con Mitrovic , vi do alternative :
    Kouame, Pedro (quello della Fiorentina che sta giocando poco e niente) ,llorente, Mandzukic ,Dolberg , Vitolo del Atletico … eddaje su !!!

    • llorente e Mandzukic?
      il titolo recita “se il gol non è facile” ..ci mancano sti due pachidermi a Roma.
      Poi ci lamentiamo che non li riusciamo sbolognare a nessuno.

  7. “Kean, sei tu
    fantastico guerrieeeero
    sceso come un fulmine dal cieeelo”
    Ah, non sei tu?
    Allora o ti fai le 7 stelle di Hokuto sul petto oppure ciao.

  8. Ma no quale bomber, abbiamo 34enne spilungone 5 mln super campione non segno manco se mi cercano DZEKO. Solo 9,54 tiri per fare un gol, cosa ci dobbiamo fare con un bomber. La Lazio ha solo Immobile 17 goals, eppure stessi nostri goals subiti 15, e 10 fatti in più 36 contro i nostri 26. Un bomber serve come il pane, ma solo che semo da a magica, qui Nun se discute se ama, quindi DZEKO non segna alla voce gol fatti è un pippone, pollici versi laziale vai da lotirchio ecc, ecc, poveretti manco Ve la meritate un squadra da vertice.

    • Grande intenditore di calcio, competenza da brividi. Peccato che Immobile abbia calciato una quantità indicibile di rigori, e che il NOSTRO bomber abbia giocato un mese con zigomo fratturato…

      giusto per dire, classifica senza rigori

      Ciro Immobile 11
      Joao Pedro 8
      Domenico Berardi 8
      Romelu Lukaku 7
      Francesco Caputo 7
      Edin Dzeko 6
      Duvan Zapata 6
      Lautaro 6

      Dzeko nsegna manco dar pizzicagnolo vè?

  9. Kean non puo’ risolvere i mali dell’ attacco giallorosso,oltretutto e’ una TDC, che non vede l’ ora di ritrovare il suo compagno di merende Zaniolo, cosi’ in due sono casini a non finire.Io continuo a dire che Piatek per noi e’ l’ ideale, si potrebbe fare uno scambio con Florenzi,( che piace al Milan)con conguaglio a favore dell’ una o dell’ altra parte,consideriamo che Piatek ha solo 24 anni, e nel gioco di Fonseca sarebbe perfetto,come terminale d’ attacco.

  10. La penso come Tony73, a sta gente quando le tocchi Dzeko che sta letteralmente svernando con stipendio da top player giu’ a spollicare verso. Ogni volta che gioca sembra che te sta a fa’ un piacere, lento, apatico, sempre in ritardo sui cross delle ali veloci,decono ….ma gioca per la squadra…A noi non serve uno che gioca per la squadra, serve uno cattivo, veloce,che spacca la porta , che sta in area come un rapace e la butta dentro senza cinchischiare, tutto questo DZEKO non lo e’.FORZA ROMA !!!

  11. “Roma, se il gol non è facile serve un Kean” Ok, ci sta, andiamo a vdere quanti gol sta facendo Kean in premier… 11 partite, 0 gol, 1 assist.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome