Rottura o pace? Dzeko tra due fuochi

34
692

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La corda è tesa e non manca molto per spezzarla. L’Inter vuole Dzeko, il bosniaco vuole i nerazzurri, la Roma a certe condizioni lo venderebbe pure ma non ha trovato un sostituto e deve pensare seriamente all’ipotesi di tenersi il centravanti (scontento) un anno e poi perderlo a parametro zero. Se finora il braccio di ferro si è consumato sotto traccia e senza feriti, siamo vicini allo snodo che per forza di cose vedrà cedere qualcuno.

L’incontro di lunedì tra l’agente-amico di Dzeko, l’ex portiere Silvano Martina, e i dirigenti interisti è servito a dare una scossa, le cui conseguenze verranno scoperte a breve. Oltre a ribadire la ferma intenzione di acquistarlo, su input preciso di Conte che ha iniziato a parlare col ragazzo dalla scorsa primavera, il club nerazzurro ha chiesto all’entourage di Edin una «mano» per sbloccare la situazione. Se da una parte l’Inter vorrebbe capire il prezzo finale dell’attaccante – aumentato nel giro di due mesi da 15 a 25. milioni bonus inclusi – dall’altra invita lo stesso Dzeko a forzare la mano.

Non un chiaro invito a sottrarsi al doveri di professionista, per carità, ma la richiesta tipica in casi simili di mercato delle società che devono acquistare calciatori e trovano resistenze. Edin ha deciso da tempo di trasferirsi a Milano. Questione di stimoli, di soldi (lo aspetta un triennale da 4.5 milioni netti contro l’ultimo anno a 6 milioni che gli resta con i giallorossi), ma anche una sorta di fuga da un club che considera ridimensionato. Nonostante questo, ha tirato il gruppo in allenamento e guidato la squadra da leader nelle amichevoli. Lunedì l’Inter gli ha fatto capire di essere pronta a un ulteriore rilancio dell’offerta fino a 20 milioni, ma vuole essere certa di non trovare un’altra porta chiusa in faccia dalla Roma.

Cosa farà Dzeko adesso? Continuerà a comportarsi in modo impeccabile come ha fatto fino ad oggi, per la gioia di Fonseca che se lo tiene stretto, rendendosi disponibile a rinviare all’anno prossimo il trasloco all’Inter (o altrove: ieri rumors non confermati su Monaco e Napoli), oppure inizierà a battere i pugni sul tavolo per andarsene? In teoria per la risposta c’è tempo, ma l’impressione è che entro la prossima settimana la vicenda debba prendere una piega definitiva. Con un occhio sempre vigile a quello che accade altrove: la destinazione di Lukaku (Inter o Juve) inciderà anche sul futuro di Higuain e Icardi, due potenziali sostituti che Petrachi non è però riuscito a corteggiare fino ad oggi.

Il resto del mercato offre poco: da un Mariano Diaz difficilmente avvicinabile per via del suo ingaggio da 6 milioni netti, a un Batshuayi che il Chelsea potrebbe tenersi visto il mercato bloccato, oppure un 34enne come Llorente svincolato. Insomma dovesse scoppiare la grana-Dzeko sarebbe un bel problema senza avere un sostituto in mano. Intanto Petrachi sta provando a cedere altri giocatori senza successo.

Per Defrel, sembrava tutto fatto per il suo passaggio al Cagliari in prestito con obbligo di riscatto a 15 milioni poi sono sorti problemi sulle modalità di pagamento. Uno spiraglio si è aperto per il prestito di Olsen al Montpellier. Su tutti gli altri, da Nzonzi a Pastore, da Schick, Gonalons e Karsdorp, ai giovani ma costosi Bianda e Coric ci muove ancora poco. Idem per l’acquisto di un difensore centrale: per Alderweireld resta dura, si valutano alternative, Pezzella non convince appieno.

(Il Tempo, A. Austini)

Articolo precedenteE avanza il piano B: l’impianto a Fiumicino. Già quattro incontri con i dirigenti romanisti
Articolo successivoFonseca fa le prove col Bilbao

34 Commenti

  1. Con un triennale da 13, 5 mln, Dzeko punterebbe i piedi per restare alla Roma di Fonseca.

    Pallotta dia un segnale alla tifoseria e rinnovi il contratto del bosniaco.

    Il centravanti più forte dell’era bostoniana

    • Per certa “tifoseria” ogni cosa, o il suo contrario, è motivo per attaccare la società.

    • Sì, Johnny,

      Ma non venitemi a dire che Dzeko voglia andarsene o sia un mercenario.

      Dzeko è un professionista ( in scadenza tra un anno) che cerca il migliore contratto per sé.

      Se Pallotta vuole tenerselo, pareggi ľ offerta di Suning ed il bosniaco (che ha già rifiutato il Chelsea, mica la Spal) resterà felicemente a Trigoria.

    • ma quale professionista dopo il comportamento dell’anno scorso! ma quale professionista se non vuole giocare prossime amichevoli! ma via! subito.

    • per certa “tifoseria” ogni cosa o il suo contrario è motivo di compiacere la società.
      Come vedi johnny gli estremi si toccano.
      La verità, forse, è che la tifoseria è stanca delle promesse non mantenute e delle prese in giro, forse bisognerebbe parlare chiaro ai propri clienti (ci definiscono tali) se io prendessi in giro i miei clienti non avrei più nessuno.

    • ma se non vuole rimanere, qualunque contratto gli offrirebbe la società non lo accetterebbe.

  2. Il problema di tenere Dzeko era esattamente questo: sanno tutti che vuole andare all’Inter e che prima o poi avrebbe iniziato a premere per andarsene. Professionista esemplare e blablabla, ma ricordo che ha smesso di giocare da Febbraio-Marzo, quando ha praticamente trovato l’accordo con l’Inter (ovviamente senza contattare la società), cosa che non mi sembra troppo da “professionista esemplare”. Detto questo, lo venderei già in questa sessione: il rischio è di trovarsi un Dzeko in palla fino a Gennaio, per poi appiedarci e lasciarci con l’attaccante di riserva come fatto quest’anno

  3. Geko, giunto con la fanfara, dopo qualche settimana era un “pippone”, un utente c’ha campato per mesi con quel nick. L’anno successivo dimostrò a tutti di che pasta fosse segnando a raffica ovunque e contro chiunque, nella stagione che finì con un risultato record in termini di punti in classifica (sminuito dai soliti coioni che poi hanno rimpianto quella squadra, su cui per una stagione intera avevano solo vomitato saliva rancida – per non dire degli ex ultras che preferirono andare a farsi le seghe a vicenda a Campo Testaccio, che tifare in curva, come status imporrebbe). Nei due anni successivi, diverse luci, su tutte la CL con Difra, ma anche ombre, soprattutto la scorsa stagione.
    Discuterlo tecnicamente è da minorati, aver perplessità sul carattere è d’obbligo.

    • Sinceramente sfido chiunque al suo posto ad avere ancora stimoli in questa squadra, quando a Gennaio l’avevano praticamente venduto al Chelsea…è normale che voglia andarsene…secondo me da quel momento ha capito che non era ritenuto così fondamentale e si è guardato intorno….

  4. Un segnale alla tifoseria?
    Ma davvero non avete capito che l’obiettivo di questa società è ridurre il monte ingaggi = i giocatori più forti se ne vanno o non vengono ?
    Sveglia!

    • In 9 anni
      7 volte il monte ingaggi è aumentato
      1 volta è calato

      Quest anno al 7 agosto non si può sapere.

      Tu non sono non conosci la matematica base, ma non sai nemmeno i numeri in fila.

      Fate a gara a chi vuole sembra “poco sveglio”.
      Poi uno si chiede perché L Italia va a picco, gente come te ha diritto al voto! E toh ci ritroviamo con gente del calibro di Salvini, Renzi o di maio. Purtroppo la politica è il vostro specchio.

    • Se aumenta il monte ingaggi devono proporzionatamente aumentare i risultati sportivi, altrimenti significa che hai lavorato male.
      Sempre da loro dipende

  5. Matteo voglio farti notare una cosa una squadra che era composta da dzeko allison manolas ecc. che raggiungono due anni fa un traguardo inaspettato una semifinale di Champions League e per poco la finale e la società cosa fa anziché migliorare la squadra la peggiora smantellandola e sostituendoli con mezze seghe,ma cosa ti aspetti dai giocatori?Dovrebbero essere contenti e fare finta di niente dopo che si sono raggiunti determinati traguardi?È perfettamente normale che ogni giocatore abbia l’ambizione di vincere qualcosa o almeno di far parte di qualcosa di importante;pallotta Baldini e monchi hanno fatto questo?per me no.Ora ti dico cosa succederà per me petrachi cederà dzeko soltanto nel momento in cui è sicuro di aver trovato il sostituto a prescindere dall’offerta di 20 milioni.

    • Eh ho capito che è perfettamente normale, per questo ormai va ceduto anche lui e non lo dico a cuor leggero. Ho sempre amato Dzeko come calciatore, ma sai quanto me che tenerlo “contro voglia” sarebbe deleterio per noi. Rischi di andare su un ripiego e non sulla prima scelta? Sì certo, però quanto avrebbe fatto comodo anche solamente un Mariano Diaz nel periodo tra Febbraio e Aprile, quando ha letteralmente smesso di giocare? Io non metto in dubbio le qualità ma il carattere

  6. quindi se dzeko resta prende 6ml, se va all’inter ne prende 4,5ml?!? in effetti è una scelta difficile! fossi in lui resterei e l’anno prossimo mi cercherei una squadra da free agent, come succede nell’NBA e magari da capocanniere potrei strappare un ingaggio anche superiore ai 4,5 dell’Inda

    • Sì, capocannoniere. 2016-2017: 29 gol in 37 partite.
      Complessivamente, con la Roma ha giocato 179 partite, andando in rete 87 volte.
      Avercene di pipponi così

  7. Quando arrivò monchi dissi che era un tappetaro, per come stava gestendo l’affare mahrez, e m’avete subissato di pollici versi.
    Per quanto riguarda dzeko, visto che tutti osannate il petrachi che continua ad alzare il prezzo con l’unico che se lo comprerebbe, andrà a finire che tra 4 mesi dzeko si svincola, smette di giocare (senza salah a fianco è un mediocre attaccante).e ciondola a centrocampo come sempre.
    poi comincerete a lagnarvi di petrachi che ha gestito male l’operazione e che sono sfumati 15 milioni (i bonus con dzeko scordateveli).
    petrachi spero sia un buon ds, ma non capisco questo modo di operare su dzeko.
    se non hai l’alternativa, allora lo levi dal mercato.
    e andiamo avanti così, facciamoci del male…

  8. Se questo non lo fai partire, con il contratto in scadenza tra 11 mesi, ti punta i piedi e non gioca. Poi chi ci mettiamo davanti? Shick? Va bene avere carattere e non cedere a certi ricatti ma bisogna avere cervello per fare i duri con gli squali caro Petrachi. Non vorrei poi che a dicembre ci si riduca a leggere i mea culpa della dirigenza. Già immagino i titoli dei giornali: “Roma senza punta”, “Fonseca senza attaccante”, “Monchi: indiscutibile il valore di Fonseca, mia la colpa sull’attaccante”.

  9. @Rod
    Così sembra.
    Il mercato però seppur Ridimensionato paga ingaggi record a gente come diawara e jj.
    Quindi la situazione è surreale.
    Il segnale che vorrei io è un Icardi e un Alderweireld,con due esterni alla lozano di contorno.
    Però valuto alternative di livello.

  10. Comunque Dzeko o non Dzeko, era chiaro che il problema piu grosso di questa campagna aquisti sarebbe stato prendere un nuovo centravanti.Si e’perso troppo tempo dietro a improbabili profili, che non hanno mai considerato la Roma, come un vero punto di approdo.Io credo che un difensore bene o male lo trovi, ma un centravanti che ti faccia almeno una vemtina di gol, e’ gia’ piu’ difficile.Si e’parlato di Llorente, io intanto mi comincerei a parare il c@lo con il suo aquisto per non rimamere spiazzato,per vedere poi se ci sara’ un profilo migliore prima che termini il mercato.La cosa che mi urta di piu e’che purtroppo, bisognera’ continuare a vedere quella faccia da babbeo di Schick, che se si fosse rivelato per quello che e’stato pagato, avrebbe risolto tutti i problemi, presenti e…

  11. Hikaru e altri antidzeko vi ricordo che dzeko stesso ha gli europei quest’anno,oltre il contratto in scadenza,quindi per forza di cose gli conviene pure per lui fare una buona stagione,considerando che ne ha già fatta una scarsa,perchè se vuole veramente rimanere in campionati che contano anche l’anno prossimo ottenendo lo stesso ingaggio proposto dell’inter non gli conviene più di tanto battere i piedi fino in fondo e soprattutto mostrare il malessere.Dzeko se ne andrà via per me soltanto nel momento in cui Petrachi è sicuro di aver trovato un degno sostituto altrimenti rimane fino a scadenza e non fiata.La Roma non ci perde niente con dzeko svincolato a parametro zero e soprattutto non ci guadagnerebbe niente se lo cede ora a 20 milioni.A 20-30 milioni non ci prendi nessuno di valido.

  12. Matteo non ci sono molte possibilità sullo sfondo (visto higuain ha detto no,mandzukic no,icardi impossibile,milik e zapata fuori budget per quest’anno),se tu cedi ora dzeko e ti presenti con mariano diaz e Llorente (con uno 33 presenze e 9 gol complessivi e Llorente solo 4 gol),ma dove pretendi di arrivare 4°quest’anno ma scherzi.L’unico prendibile ma prende molto di ingaggio e bisogna fargli come minimo un triennale da 6 milioni è Falcao del Monaco,ma quanto conviene con la stessa età di Dzeko?Io lo ripeto a prescindere del malcontento di Dzeko che è un professionista a differenza di nzonzi conviene per la Roma tenerlo fino a scadenza,così in questo modo ha il budget il prossimo anno per fare il grande investimento in attacco.Inoltre calcola che manca difensore e almeno il terzino dx

  13. Anche se si fara’ un’anno di panca, stai sicuro che verra’ convocato uguale in nazionale,non credo che debba dimostrare ancora qualcosa in patria. Qui nessuno e’anti-Dzeko ma alla fine bisogna prendere atto di una situazione,che favorirebbe il giocatore ma penalizzerebbe la societa’, e quindi poi ognuno fa i suoi interessi,ma il giocatore non deve dimenticare che ha ancora un contratto da rispettare e in caso di mancanza di impegno o altro, puo essere messo fuori rosa al minimo di stipendio oltre a multe varie.la societa non gli dara’ certo 6 milioni per farsi i ca@@i suoi!

  14. ma finire questa squadra no ? alla seconda giornata abbiamo la lazio che ha cambiato poco e nulla , vogliamo rischiare di buttare punti già alle prime giornate visto che noi a differenza siamo ancora un cantiere ? se partisse dzeko in teoria il nuovo attaccante dovrebbe avere 18 giorni da oggi per entrare negli schemi e modo di giocare di fonseca se dovessimo schierarlo contro il genoa . pallotta deve mettersi in testa che se toppa anche quest’anno senza arrivare in champions affossa la roma . per cui cacciasse i soldi e comprasse sto cavolo di difensore centrale , punta titolare e esterno al posto del faraone . gli esuberi se ne riparlerà a Gennaio ma non si può rischiare di partire con una rosa incompleta e avere il mercato bloccato dalle stupidaggini di monchi .

  15. La cazzetta sta mettendo solo benzina sul fuoco per aiutare l’Inter ed il procuratore ha interesse a vendere altrimenti perde la percentuale sulla vendita ed ingaggio. A Dzeko secondo me gli fa comodo anche restare e rinegoziare il contratto.

  16. Se uno come Dezko passa, nel giro di un anno, dal fare carte false per restare a Roma (rifiutando il Chelsea) a fare di tutto per andarsene qualche domandina me la farei

  17. Comunque io ragionavo anche su un dato di fatto, indipendentemente dal valore tecnico e monetario attuale, Dzeko, la prossima stagione, quanti anni ha? Egli stesso non riflette sull’ipotesi che un contratto anche di due anni potrebbe non ottenerlo anche andando a parametro zero? Con i 20 milioni offerti dall’inda, Petagna lo prendi ahahah non sarebbe nemmeno questo scandalo,,, certo non sarebbe la dimostrazione di ambire alla Champions. Anche per questo centrale titolare da prendere tassativamente perché lo chiede Fonseca, non mi aspetto lo scoop. I campionati non vanno bene o male facendo l’album delle figurine, lo abbiamo visto con Pastore, ma nemmeno abbassando troppo il livello dei calciatori da metter in campo per lo meno a livello di esperienza. Incrociamo le dita e Forza Roma.

  18. Ragazzi io continuerò a sostenere la mia opinione e nessuno mi cambierà idea su questo e invito la maggior parte di coloro che non vedono l’ora che dzeko se ne vada di usare il buon senso,la Roma quest’anno non ha un gran budget da investire sia per mancanza champions sia per bilancio e sia perchè deve riparare alle coglionate fatte da monchi in due anni.Petrachi a mio modesto parere sta facendo miracoli,sta costruendo la squadra per l’allenatore anche con mille difficoltà,cosa che non ha fatto monchi con EDF.Si parla tanto di cedere dzeko anche a costo di svenderlo a 15 milioni altrimenti si perde a parametro zero,lo si da per finito lo si da non motivato non professionista,ma illuminatemi con chi lo sostituiamo con pochi soldi a disposizione?L’unico sarebbe falcao,ma cosa cambia?

  19. Inoltre aggiungo una cosa ci sono squadre come milan inter per esempio hanno sempre comprato e ceduto il meno possibile i suoi campioni o titolari anche sotto il FPF,e fanno ancora così e non si fanno mettere i piedi in testa.La Lazio cosa più assurda che mi fa schifo a parlarne compra poco e non si fa mettere sotto dai propri giocatori quando reclamano cessioni o rinnovi e con poco ha vinto.La nostra Roma invece che fa cede perchè è il giocatore a decidere e si fa prendere per il collo da tutte le altre squadre nel calciomercato,ma come funziona qui?Se vogliono veramente dare un segnale concreto a tutti dzeko lo devono trattenere,sia per far capire chi comanda e sia per l’ambiente,anche se questo significa perderlo a parametro zero,che tanto non ci guadagni niente da una sua cessione.

  20. Caro alessandro, io rischierei anche a tenermelo controvoglia ma se non vuole giocare poi è un danno per tutta la stagione. E’ una scommessa,,,E io amo Dzeko,,, punto. Il ragionamento da fare come tifosi è sempre non trattenere mai chi non vuole rimanere,,,, con dolore,,, nostalgia,,,, epperò,,,, pure ,,, ciccia. Un caro saluto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome