Strootman: «Ho voluto parlare con Garcia, lui mi ha convinto a venire alla Roma»

0
390

strootman

AS ROMA NEWS (ROMA CHANNEL) – Il mediano giallorosso Kevin Strootman ha rilasciato un’intervista a Roma Channel. Queste le sue parole:

Come stai vivendo questi primi mesi a Roma? Come ti trovi?

Mi trovo molto bene, del resto sono stato accolto benissimo. Appena ho messo piede in questa città ho capito di volerne difendere questi colori. Il campionato lo abbiamo iniziato molto bene. Nelle ultime settimane abbiamo rallentato la marcia, ma ora non vediamo l’ora di riprendere a correre

C’è stato subito grande feeling con i tifosi della Roma. Sei rimasto sorpreso dalla passione dei tifosi? Cosa pensi di loro?

Certamente mi ha impressionato, ma devo dire che me lo aspettavo, seeguivo anche dall’Olanda il calcio italiano. Ricordo la Roma dei campioni del calibro di Batistuta, Aldair, la passione di questa tifoseria. Ovviamente, viverlo in prima persona ti accorgi che è una passione diversa da quella del calcio olandese.

Quali sono state le  tue sensazioni dopo il gol con il Parma, hai segnato sempre fuori casa.

Si, è vero, è curioso. Mi capitava anche con il PSV. Non vedo l’ora di festeggiare un gol davanti ai miei tifosi

Che momento vive la Roma?

Le cose si sono fatte un po difficili ultimamente, ma è normale. Gli avversari iniziano a conoscerci, giocano in maniera difensiva. Stiamo lavorando per trovare soluzioni diverse.

Cosa significa per te essere stato il giocatore più giovane ad aver indossato la fascia di capitano dell’Olanda?

E’ qualcosa di speciale che mi rende orgoglioso e fiero. In quella circostanza però mancavano i titolari della squadra e il mister ha riposto fiducia in me.

Tra qualche ora conosceremo le avversarie del mondiale. Potresti incontrare i tuoi compagni di squadra…

E’ difficile fare previsioni, di sicuro tutte le squadre sono forti, in particolare le sudamericane, la Spagna e la Germania. Sarà un bel mondiale

Un tuo idolo della grande Olanda?

Non soltanto Crujff, ma i miei modelli, quelli di cui avevo il poster, sono Van Basten, Gullit, quelli che hanno giocato in Italia.

Tanta esperienza eppure sei molto giovane.

In Olanda giochiamo da subito in prima squadra, in Italia intorno ai 25 anni si inizia a giocare titolare. Alla mia età in Olanda si sono provate già tante esperienze

Sei stato uno dei migliori colpi del calcio italiano. E’ vero che Garcia ti ha chiamato?

Ho voluto parlare con l’allenatore, sapevo che la Roma era un club blasonato ma negli ultimi anni non era andata bene. Garcia mi ha convinto.

La Roma è vicina alla Juve. Quale centrocampo è migliore?

Difficile fare paragoni, la Juve ha una rosa importante, con calciatori polivalenti, che giocano insieme da tanto tempo. Noi giochiamo insieme da poco, abbiamo un ottimo centrocampo e soluzioni tattiche interessanti. Il centrocampo è il reparto fondamentale di una squadra.

Quanto ha dato Strootman alla Roma fino ad ora? Quali sono gli obiettivi?

Ancora non ho dato il 100%, ma è difficile dirlo. Fino ad ora ho dato un 70-80%, ma sono determinato ad essere più forte. Devo imparare l’italiano, conoscere bene i miei compagni

Su Roma-Fiorentina

Una squadra con un forte attacco che gioca un ottimo calcio, tra i migliori in Italia. Noi giochiamo in casa, siamo ancora imbattuti. Dobbiamo essere concentrati e dimostrare di poter battere un team così importanti

Cosa ti piace fare oltre il calcio?

Dormire (ride). A parte gli scherzi, mi piace stare in giro con gli amici, con la famiglia, cose normali. Sono molto concentrato sul calcio però, è il mio obiettivo primario.

Complimenti ai tuoi progressi in italiano. Un saluto in italiano?

Difficile per me… ciao!

Articolo precedenteTotti corre e incita Maicon: «Domenica segni due gol»
Articolo successivoQUI FIORENTINA – Pasqual recupera, Pizarro forse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome